I Portici a Bologna, grande cucina ancora in crescita a due passi dalla stazione

2/4/2017 3.7 MILA
I Portici, Agostino Iacobucci
I Portici, Agostino Iacobucci

di Barbara Guerra

L’hotel I Portici a Bologna è un avamposto dell’ospitalità di qualità della città. La cucina di Agostino Iacobucci anima in questo momento una delle migliori tavole d’Italia. Dall’ultima visita di un paio di anni fa troviamo inoltre un ambiente ancora più raffinato ed elegante.

15590373_10211824538034061_1439985093826112304_n
I Portici, la sala

Gli aperitivi aprono con leggerezza ed intensità, il bon bon di moeca e lime ci inizia a tarare il palato con la sua soffusa freschezza e prepara al prosieguo della cena. Gusti netti e delicati sottolineati di fresche note agrumate, questa la cifra che caratterizzerà tutta la cena.

15578652_10211824537394045_4280984312855633442_n
I Portici, pane, grissini, burro

Alcuni rimandi alle origini campane dello chef che nella città di Bologna trova la sua patria di adozione a cui dedica tutta la linea delle paste fresche, buonissime, non solo del ristorante fine dining ma anche del bistrò che in pausa pranzo propone un take away intelligente e di grande qualità.

I Portici, Spaghetto di Gragnano, calamaro, aglio nero fermentato e lime. Agostino Iacobucci
Agostino Iacobucci, Spaghetto di Gragnano, calamaro, aglio nero fermentato e lime.
Agostino Iacobucci, gamberi con mandarino e lamponi
Agostino Iacobucci, gamberi con mandarino e lamponi
15590289_10211824673917458_2428922611176852148_n
Agostino Iacobucci, Lattughino a mo’ di Caesar salad
Agostino Iacobucci, Il mio totano, patate, dragoncello.
Agostino Iacobucci, Il mio totano, patate, dragoncello.
Agostino Iacobucci. Ombrina in crosta di pappa al pomodoro, salsa di cozze e friarielli.
Agostino Iacobucci. Ombrina in crosta di pappa al pomodoro, salsa di cozze e friarielli.

 

Agostino Iacobucci, Ostrica Girardot con gelatina di campari e gelato al mango
I Portici, Ostrica Girardot con gelatina di campari e gelato al mango

Un boccone particolarmente centrato è l’ostrica Girardeau in gelatina di Campari e gelato al mango. La forza iodica del mollusco viene bilanciata dalla dolcezza del gelato e spinta dall’amaro della gelatina.

Agostino Iacobucci, Triglia di scoglio, moscione di Sorrento, caviale Asetra
I Portici, Triglia di scoglio, moscione di Sorrento, caviale Asetra.

La triglia riesce ad essere rassicurante pur mantenendo un tocco di personalità nell’abbinamento. Buoni i bottoni di patate in brodo di calamaro che giocano su un equilibrio tra dolcezza, note sapide e quelle amaricanti della griglia.

15590033_10211824533713953_1298610321076548860_n
Agostino Iacobucci, Pre dessert spaghettoni al pomodoro crudo con Parmigiano e basilico.

Colpisce al cuore l’ultima portata, quasi un dolce ma è un primo. Un boccone di spaghetti al pomodoro in cui la pasta secca è protagonista al pari livello di una salsa al pomodoro cruda che racchiude un gusto d’estate.

I Portici,  Babà a tre lievitazioni. Agostino Iacobucci
I Portici, Babà a tre lievitazioni.

Del babà abbiamo parlato in questo blog in più occasioni perché è probabilmente il migliore d’Italia e forse rischia ogni tanto di far passare in secondo piano le qualità dello chef nella cucina salata.

15622067_10211824537474047_4328733682904214274_n
I Portici, piccola pasticceria
15541403_10211824533753954_986809113278867358_n
I Portici, la zeppola

Agostino Iacobucci vive professionalmente un azimut che ce lo mostra in piena forma. Idee chiare orientate soprattutto al benessere dell’ospite che viene coccolato da una cucina non fatta per stupire, che gratifica senza scadere nel banale.

I Portici Hotel Bologna |Agostino Iacobucci
Via Indipendenza, 69
40121 Bologna
Tel. +39 051 42185
Fax +39 051 4218550
www.iporticihotel.com

Un commento

    Carlo FACCIOLI

    (3 aprile 2017 - 08:09)

    Sicuramente una Stella BEN MERITAVA !!

I commenti sono chiusi.