I vini di Casa Grazia

7/10/2021 290

di Antonio Di Spirito

Siamo in Sicilia, in provincia di Ragusa, nel cuore del territorio del Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G, unica D.O.C.G. siciliana, nella Riserva Naturale protetta del Lago Biviere, un lago salato.

Vigneti
Vigneti

La famiglia Brunetti inizia a coltivare le proprie terre nei primi anni del novecento: una grossa parte a uliveti e frutteti, ma una parte dei terreni sono dedicati alla produzione di uve da tavola e di uva da vino.

Maria Grazia Di Francesco
Maria Grazia Di Francesco

Negli anni ottanta Angelo Brunetti, molto impegnato professionalmente, delega sua moglie Maria Grazia Di Francesco a seguire frutteti e vigneti. Si sviluppa una forte passione in lei che culmina nel 2005 a completare la filiera produttiva con l’imbottigliamento e la messa in commercio delle prime etichette di vino.

Un importante traguardo, fortemente voluto, è stata la certificazione biologica, raggiunta nel 2020.

La linea produttiva comprende tutti i vitigni autoctoni della denominazione: grillo, moscato bianco, frappato e nero d’Avola. Non manca un tocco di internazionalità con syrah e cabernet sauvignon.

I VINI ASSAGGIATI

Euphorya
Euphorya

 

EUPHORYA – Spumante Rosato Brut

Da uve Frappato, vinificate in rosé, posto poi in autoclave per una piacevole spumantizzazione. Dal calice effervescente e traboccante di spuma fine, salgono profumi di viola, lamponi e fragoline; nel sorso si ritrova la tipicità del vitigno e l’aderenza al territorio; ha spuma persistente ed un bagaglio acido di tutto rispetto: porta nel sorso tutti i caratteri del frappato.

 

Adore'
Adore’

 

ADORE’ 2020 – Moscato Sicilia DOP

Inizialmente muto al naso, poi si apre su delicati profumi di rosa bianca, agrumi e biancospino; al palato porta sapori delicati e rotondi, pur presentando un’acidità sostenuta e costante; emergono i sapori del moscato, ma in maniera delicata e discreta. Il sorso è molto pulito, nitido e persistente.

Zahara
Zahara

 

ZAHARA 2020 – Grillo Sicilia DOP

Da uve grillo; non poteva mancare un vino bianco fatto con il vitigno principe della regione: il territorio lo impone! Dal calice si levano penetranti profumi di zagare, scorze di agrumi, frutta gialla esotica e macchia mediterranea; il sorso è dominato dalla freschezza; è ricco di sapori, ma mai stucchevole; si apprezza la piacevolezza e la lunghezza della beva.

Laetitya
Laetitya

 

LAETITYA 2020 – Frappato di Sicilia DOP

Ed ora il frappato fermo. Ha profumi intensi di fragoline di bosco, di violacciocca ed appena uno spunto di chiodo di garofano; al palato è scorrevole e piacevole, comunque con buona consistenza, ma vellutato e sapido: semplicemente delizioso. Vino ideale compagno di piatti strutturati a base di pesce, di antipasti di terra e tagliere!

Victorya 1607
Victorya 1607

VICTORYA 1607 2019 – Cerasuolo di Vittoria DOCG

Suggestiva l’origine del nome del vino: derivato dalla nobildonna Vittoria Colonna Enriquez, contessa consorte e reggente di Modica, verso la quale Maria Grazia Di Francesco prova smisurata ammirazione. Nel 1607, Vittoria Colonna, in concomitanza della fondazione della città di Vittoria, regalò a 75 coloni due ettari di terreno ciascuno, a patto e condizione che ne coltivassero almeno uno a vigneto.

Il vino ha veste rubino chiaro, nella tradizione del “Cerasuolo”. Fragole, ciliegie e chiodi di garofano pervadono il naso in una verve molto giovanile; il sorso è molto saporito e vellutato, sapido e fresco, scorrevole e dinamico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.