I Vini di Hofstätter e la novità Steinbock

8/7/2021 485

di Antonio Di Spirito

Come ogni anno Martin Foradori, titolare dell’azienda Hofstätter, organizza un “salotto degustazione” con la stampa per presentare alcune nuove annate, qualche vecchia annata, qualche novità e presentare i progetti in gestazione. Quest’anno l’incontro, molto conviviale, si è tenuto in un tipico e caratteristico ristorante romano, OSTERIA LA GENSOLA, con piatti appositamente studiati per il giusto abbinamento con i suoi vini.

Antipasti e Gewurztraminer
Antipasti e Gewurztraminer

 

Gewürztraminer Vigna Kolbenhof 2019

Questo Gewürztraminer è una selezione proveniente da una vigna della tenuta Kolbenhof di Tramin –Termeno. Microclima, esposizione e l’età dei vigneti rappresentano le ragioni principali per farne un gran Cru di Gewürztraminer altoatesino.

Dopo una pigiatura soffice, il mosto resta alcune ore a contatto con le bucce; viene, quindi, separato e sedimentato, per effettuare la fermentazione a temperatura controllata. Il vino ottenuto matura 8 mesi sui lieviti fini, settimanalmente sottoposto a batonnage.

Molto tipico e variegato al naso con profumi di rosa, acacia, albicocca, frutta esotica ed una leggera nota affumicata; il sorso è scorrevole e di estrema piacevolezza, molto saporito e fresco, ha una speziatura sottile e prolungata.

PREZZO: 28 euro

 

Linguine con Gamberi Melanzane e Provola Riesling
Linguine con Gamberi Melanzane e Provola Riesling

 

Riesling Trocken Dr. Fischer – Hofstätter Mosel 2020

Nella legislazione tedesca il termine “trocken” sta per vino secco. Il Riesling, uno dei più apprezzati vitigni nel mondo enologico, dà il meglio di sé nei climi freddi del nord, specialmente in Mosella. Dal 2014 Martin Foradori Hofstätter ha acquisito la storica azienda vinicola “Weingut Dr. Fischer” situata lungo il fiume Saar, affluente del Mosella, e coltiva Riesling nei terreni meglio esposti (Bockstein e Saarburger Kupp), costituiti, per la maggior parte, da ardesia grigia.

Ha colore giallo paglierino, molto profumato al naso con fiori e frutta a pasta gialla matura, ma croccante, note di agrumi e forti note minerali; vino giovane, il sorso è fresco e pieno, scorrevole e sapido; la parte dolce è molto ben bilanciata dalla vivace acidità; molto sostenuta la mineralità e la speziatura in chiusura.

PREZZO: 11,50 euro

 

Ricciola alla Lampedusana
Ricciola alla Lampedusana

A questo punto della cena siamo stati gratificati di una “orizzontale” di quattro pinot nero di due annate differenti.

 

Maso Michei
Maso Michei

Il vitigno Pinot Nero venne introdotto alla coltivazione in Alto Adige all’inizio del 19° secolo e da subito si intuì che alcune zone della regione, fra cui Maso Machei e l’altopiano di Mazon, offrivano microclima e condizioni ideali per produrre un grande Pinot Nero.

 

Michei di Michei
Michei di Michei

 

Michei di Michei Pinot Nero 2018

Il Maso Michei si trova nel Trentino meridionale. Le vigne, crescono su argilla ghiaiosa ad una altitudine tra i 790 e gli 850 metri con un’esposizione a sud. A questa altitudini l’uva matura tardi.

Il grosso dell’uva viene diraspata, mentre il 25% viene versata intatta nelle botti per la fermentazione, che dura circa 10 giorni. Il vino matura per un anno in piccole botti di rovere e, dopo l’assemblaggio, affina altri sei mesi in botte di rovere grande e, quindi, affina un anno in bottiglia.

Frutti di bosco in confettura al naso con refoli di fragoline e ribes; al palato è molto fresco e minerale, offre una piccola speziatura, è fruttato, delicato e deciso, molto saporito, equilibrato ed armonico.

PREZZO: 28 euro

 

Riserva Mazon
Riserva Mazon

Pinot Nero RISERVA MAZON 2018

Le uve provengono dai vigneti sull’altopiano di Mazon, i cui terreni sono, sostanzialmente, conglomerato di argilla, calcare e porfido.

Dopo la raccolta Il 75% dell’uva viene diraspata, mentre il 25% viene messa a fermentare a grappoli interi. La fermentazione dura circa 10 giorni con il mosto sempre a diretto contatto con le bucce; quindi, viene messo a maturare in piccole botti di rovere per un anno. Dopo l’assemblaggio il vino staziona altri sei mesi in botti di rovere grande e poi affina un anno in bottiglia.

Nel calice emana profumi di rosa e frutta matura rossa più qualche refolo di caffè; il sorso è saporito, fresco e minerale al palato, ma speziato; ha bisogno di ulteriore affinamento in bottiglia.

PREZZO: 35 euro

 

Barthenau
Barthenau

Pinot Nero BARTHENAU Vigna S. Urbano 2017

Il Barthenau Vigna S. Urbano è un cru collocato nel cuore dell’area della tenuta Barthenau, a Mazon; il terreno è un conglomerato di argilla, calce, porfido e ghiaia fine ed una parte delle viti hanno oltre 55 anni di età.

L’uva viene raccolta manualmente ed il processo di produzione è uguale ai precedenti già descritti:

in totale 20 mesi di legno e otto mesi di bottiglia.

Dal calice si levano profumi di frutti di bosco, una nota di cuoio ed intense note minerali; il sorso è saporito al palato, molto fresco, sapido e minerale; chiude con una intensa speziatura.

PREZZO: 70/80 euro

 

Roccolo
Roccolo

 

Pinot Nero LUDWIG BARTH VON BARTHENAU Vigna Roccolo 2017

Un altro prestigioso cru di pinot nero, situato nella zona di Mazon, nel cuore dell’altopiano, è la Vigna Roccolo, dove ci sono piante di circa 70 anni. Il nome è dovuto alla vicinanza di un “Roccolo”, antico posto per catturare uccelli. Il terreno è formato da conglomerato di argilla, calce, porfido e ghiaia fine.

Stesse modalità di produzione dei vini precedenti; dopo l ́imbottigliamento, invece, l’affinamento in bottiglia dura 12 mesi.

Profuma di frutti rossi di bosco, erbe aromatiche e dà un’idea di tizzone ardente; il sorso è una esplosione di frutti rossi e neri, è levigato e fresco, sapido e minerale; grande piacevolezza.

PREZZO: 180/190 euro circa

 

A conclusione della serata Martin ci ha presentato la novità in serbo Steinbock Alcohol Free Sparkling: una bollicina innovativa prodotta con uve riesling. Si tratta di un “ex vino” ottenuto con metodo tradizionale, al quale è stato sottratto tutto l’alcool e, successivamente, è stato sottoposto ad un processo di spumantizzazione.

La “dealcolizzazione” è un processo molto delicato; generalmente compromette irreversibilmente del tutto o gran parte del corredo olfattivo del vino di partenza.

Dealcolatore
Dealcolatore

Utilizzando un “alambicco” costruito con tecnologie avanzate, si riesce a mantenere intatti i delicati aromi della materia prima. Viene praticato il vuoto all’interno dell’apparecchiatura, riducendo la pressione atmosferica a circa 15 mbar; di conseguenza si abbassa anche il punto di ebollizione dell’alcol da circa 78° C a circa 25-30 °C. Alla fine del processo, si ottiene una bevanda con un contenuto alcolico inferiore a 0,25% Vol.

 

Steinbock Alcohol Free
Steinbock Alcohol Free

Steinbock Alcohol Free Sparkling

Abituati al tannino (provenivo da Montefalco, ma questa è stata una serata all’insegna del defaticamento) e, comunque, all’alcool, questa è stata una bevuta inusuale.

Ha un buon perlage fitto e persistente; i profumi sono quelli che ti aspetti da un riesling: fiori gialli, frutta esotica, agrumi a volontà, una decisa nota minerale ed un intenso profumo di cera d’api. In bocca ritrovi acidità elevata, sapidità, ed una speziatura sottile; il tutto in buon equilibrio.

PREZZO: 10,50 euro

Manca solo l’alcool!

 

Un commento

    Mondelli Francesco

    Grandi vini che possono essere goduti con ciò che più aggrada con buona pace del bravo cuoco che si è impegnato nel matrimonio perfetto.PS Big Antony ma senza il pieno di tannini non mi sarà per caso andato in crisi di astinenza ? Ad Maiora semper e……si riguardi che ultimamente l’ho vista un po’ sciupata.FM

    8 luglio 2021 - 09:51Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.