Il Birrificio del Sannio a Frasso Telesino

29/3/2022 1 MILA

Birrificio del Sannio a Frasso Telesino

Frasso Telesino
Frasso Telesino

di Paolo Mazzola

Nelle recenti visite che ho fatto sono stato colpito dal birrificio del Sannio, per due aspetti, la qualità delle birre prodotte, di stili consolidati e curate nei dettagli, e il progetto di comunicazione, che vede un’interazione decisa con il territorio, sia con gli  attori, sia con i prodotti.

Sergio Amore di 43 anni è il proprietario del birrificio e l’ha fatto sorgere in un oleificio di famiglia, gestito dal padre e dagli zii, molto attivo negli anni 90 ; l’olio Amore faceva pubblicità sulle reti Mediaset. Nello specifico nello stabilimento di Frasso Telesino, dove è ubicato il birrificio, si produceva olio di sansa, a Pomigliano d’Arco invece si trovava l’oleificio principale. L’azienda olearia ha chiuso alla fine degli anni 90, ma vivido è il ricordo che ne ha Sergio, a 10 anni, stimolato dal padre, caricava con carrello elevatore cartoni di olio sui camion e questo legame con la propria famiglia, l’infanzia e le origini l’hanno portato ad abbandonare il lavoro di informatico che svolgeva a Roma come consulente esterno della Telecom per ritornare nelle proprie terre e cimentarsi con un’attività imprenditoriale nei locali del vecchio oleificio.

Sergio Amore
Sergio Amore

L’idea del birrificio risale al 2012, quando Sergio era un homebrewer, la realizzazione nel 2016. Collabora con lui Antonio De Feo, valente birraio campano.

L’impianto con sala cotte da 4 hl. è di Enotoscana, con 4 fermentatori da 800 l cadauno. La produzione attuale è di 250 hl, ancora piccola, ma gli anni del possibile sviluppo hanno coinciso con la pandemia che ha dato un duro colpo a tutto il settore delle birre artigianali.

 

Il birrificio
Il birrificio

Molto interessante è l’approccio commerciale di Sergio, molto in linea con la visione di Slow Food ; si inserisce il birrificio nel contesto di Frasso Telesino, del Taburno (siamo nell’area del parco regionale Camposauro Taburno)e del Sannio in generale per valorizzare le proprie birre insieme alle eccellenze gastronomiche del territorio .

Ogni sabato vengono proposte visite in birrificio con degustazione delle birre insieme  ai formaggi di un’azienda di Frasso Telesino,  alla salsiccia rossa di Castelpoto, all’olio evo di Frasso Telesino, ai fagioli di Prata (siamo in Irpinia), ai taralli alla curcuma, alle cipolle e  all’olio evo di Frasso e al pane fatto con grani antichi della bottega di Franca. Si consiglia di proseguire con il pranzo presso la locanda Radici a Melizzano del bravo chef Angelo D’Amico, già vincitore anni fa con Luigi Cremona di Chef Emergente e con alcune esperienze precedenti significative, e per il pomeriggio l’azienda vinicola Cautiero, altra eccellenza del territorio.

 

La degustazione
La degustazione

Quest’approccio punta ad abbracciare non solo il mercato ristretto degli appassionati di birra artigianale, ma un contesto molto più ampio legato anche allo sviluppo turistico del territorio, dove le eccellenze gastronomiche si affiancano al cicloturismo con le mountain bike e ad attività equestri che insistono su questo versante del Taburno.

Il birrificio è presente nella guida alle birre d’Italia di Slow Food dal 2019, quell’anno fu premiata come birra quotidiana la blanche Samnia, nel 2021 invece la saison Nurca è stata birra Slow.

Le birre

5 sono le birre prodotte, in una gamma completa che va dalla più leggera e bevibile  blanche, a quella più strutturata una dubbel.

Denominatore comune è produrre birre di stili consolidati, non sperimentali, ma estremamente curate nei dettagli, sia negli ingredienti, sia nella tecnica di produzione.

Blanche SAMNIA

Pale Ale MALIES

Saison NURCA

Ipa  NICLUS

Belgian dubbel GLADIUS

 

Malies 

Colore ambrato chiaro con buona persistenza della schiuma, all’olfatto si percepiscono leggere note maltate, e note resinose e fruttate dai luppoli adoperati, soprattutto in dry hopping, al gusto le note amare sono ben calibrate con quelle maltate e molto gradevole è il finale con persistenza delle sensazioni resinose del luppolo. Ottima birra ben equilibrata, di buona struttura con i suoi 4,8 gradi alcolici, a lungo ho cercato sovrapposizioni con una golden ale ed invece è una pale ale ben fatta !

Malies
Malies

Samnia

Colore giallo paglierino molto chiaro con buona persistenza della schiuma. Aromi fruttati e speziati all’olfatto che derivano dalle bucce di arancia, dai lieviti e dal coriandolo usato generosamente, distinta è la sensazione di camomilla. Al gusto è di corpo leggero, con i sui 4,5 gradi alcolici con importanti sensazioni speziate dal coriandolo adoperato.

Samnia
Samnia

Gladius 

Colore tonaca di frate chiara con schiuma persistente e molto pannosa. All’olfatto prevalgono le sensazioni di frutta scura matura, confettura di susine e datteri che scaturiscono dai lieviti adoperati e dalle temperature di fermentazione, in sottofondo le note maltate, molto articolate, sono ben 8 le tipologie di malti d‘orzo e cereali  adoperate. Al gusto c’è buona bevibilità, nonostante la struttura importante con i suoi 8 gradi alcolici, una luppolatura non banale per queste birre (22 Ibu) e l’utilizzo di zucchero  di canna ne snelliscono molto il profilo .

Gladius
Gladius

Abbiamo degustato con Sergio queste tre birre, riporto alcune note salienti delle altre 2 birre:

Niclus, una IPA di 6 gradi alcolici, 60 IBU, importante dry hopping con luppoli aromatici americani

 

Nurca, una Saison di  gradi alcolici, bilanciata nella luppolatura, 22 Ibu, utilizza un estratto di mela annurca proveniente da Sant’Agata dei Goti.

Estratto mela annurca Nurca
Estratto mela annurca Nurca

 

Nurca
Nurca

Str. Rotabile Frasso Telesino-Dugenta, 26, 82030 Frasso Telesino BN

[email protected]

Telefono 333 331 1332

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.