Il recupero dopo le feste: Il petto di pollo avanzato riprende vita, l’attenzione agli sprechi dovrebbe essere materia di studio

7/1/2020 808
Il petto di pollo avanzato riprende vita
Il petto di pollo avanzato riprende vita

di Marco Galetti

Il petto di pollo avanzato riprende vita, l’attenzione agli sprechi dovrebbe essere materia di studio visto che come regola di vita non sempre viene impartita.

Questa non è una deriva green, né tantomeno un decalogo con accorgimenti anti spreco che vanno dall’oculatezza all’acquisto fino al controllo sistematico e metodico delle date di scadenza dei prodotti in dispensa, resta evidente che ci sono gesti quotidiani che, se moltiplicati per tutti gli abitanti della terra, potrebbero restituire e ridistribuire benessere a tutti, anche quelli che verranno…

Il mio è semplicemente uno stile di vita, basato su un unico insegnamento di chi mi ha cresciuto “il cibo ‘un si butta”.

Sprechi alimentari
Sprechi alimentari

 

…il giorno prima…

complice il tempo da lupi, quello tradizionale delle uggiose domeniche lombarde, che in occasione della collezione autunno-inverno indossano ton sur ton l’accoppiata nebbia&umidità, avevo preparato diversi tagli di bollito volutamente in dosi abbondanti, il manzo avanzato, dopo essere stato tagliato a piccoli cubi, è finito in una vaschetta di vetro con capperi, cetrioli sottaceto e abbondante olio extravergine, adesso è in freezer in attesa di essere utilizzato più avanti, probabilmente in un giorno di quelli che sembrano dotati di meno ore del solito, ecco in quei giorni giochiamo l’asso degli avanzi, che come dicevo avanzi non sono, come il petto di pollo avanzato, che ho tagliato a pezzi, condito con olio e chiuso in una vaschetta di vetro.

… il giorno dopo…

in una pentola antiaderente dotata di coperchio, ho messo poca acqua, un pizzico di sale, un cucchiaio di curcuma e ho iniziato a cuocere una carota e una patata, dopo cinque minuti ho inserito anche una mela, sia la verdura che la frutta erano state precedentemente tagliate più o meno delle dimensioni di un ottavo di mela, tempo di cottura dieci minuti.

A questo punto ho inserito il petto di pollo, ho aggiunto un altro cucchiaio d’olio, ho fatto amalgamare i diversi ingredienti e ho regolato di sale e pepe nero.

Un unico accorgimento, per non vanificare, evitare di spappolare, cuocendole troppo, le mele e le verdure, per il resto una ricetta facile ad alta percentuale di gradimento.

2 commenti

    Enrico Malgi

    Bravo Marco!

    7 gennaio 2020 - 16:31

    Francesco Mondelli

    Complimenti.Rivitalizzare il petto di pollo lesso non è scontato ma credo che l’esperimento sia ben riuscito.Comunque con tutto quel bollito trincerato in casa l’accoppiata nebbia umidità l’ha ricreata. PS Per me sfonda una porta aperta visto che da tempi non sospetti ho adottato questa filosofia di vita anzi, ogni volta che mi capita l’occasione, invito gli chef più o meno blasonati a “studiare” piatti che anche il giorno dopo possano essere recuperati.FM

    7 gennaio 2020 - 18:41

I commenti sono chiusi.