Kytaly Ginevra, la cucina di Edoardo Petrica e le pizze di Antonio Romanelli

9/7/2021 838
kytaly-ginevra-staff
Da sinistra: il fondatore Alessandro Bortesi, il pizzaiolo Antonio Romanelli, lo chef Edoardo Petricca, il direttore Marco Magnolini

di Laura Guerra

Scelta accurata degli ingredienti italiani, selezione attenta dello staff, uno chef Edoardo Petricca e un pizzaiolo Antonio Romanelli che lavorano in tandem in perfetta sintonia. Per la ripartenza Kytaly Ginevra, pizzeria con servizio di primi piatti autenticamente italiani, punta su questi elementi. Tutto è pronto per accogliere ospiti prevalentemente interni, ginevrini e svizzeri che desiderano apprezzare appieno l’autentico gusto italiano.

“A settembre – dice Alessandro Bortesi manager ed ideatore di questa avventura imprenditoriale – ci auguriamo di tornare alla nostra attività a pieno ritmo. Ci troviamo nel quartiere dove hanno sede le più importanti banche internazionali e abbiamo sempre avuto una clientela business, che va dagli amministratori delegati al personale diplomatico a manager di importanti aziende. Dopo le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria che ha fatto aumentare lo smart working siamo fiduciosi nella ripresa autunnale”.

Dopo l’interruzione della consulenza con Franco Pepe la scelta strategica di Kytaly è di affidare il banco pizza all’esperienza di un resident pizzaiolo, Antonio Romanelli che segue tutta la produzione.

Le pizze per la loro presentazione, la farcitura e gusto 100% italiani, vengono apprezzate da un pubblico ginevrino che sta sempre di più scoprendo e apprezzando la piacevolezza del mood italiano a tavola. Romanelli le propone sia con condimenti classici che con farciture gourmet messe a punto con lo chef.

Per la sua cucina e la sua accoglienza, tipicamente italiane, Kytaly per l’edizione 2020 di 50 Top Pizza si è aggiudicata l’Hospitality Solania Award. Kytaly ha conquistato Ginevra città molto abitudinaria in fatto di preferenze gastronomiche e poco incline ad inseguire le tendenze. Il “bien vivre” tricolore proposto da Kitaly è riuscito a farsi strada nella capitale del business europeo registrando ad esempio, in fatto di aperitivi, il successo del cocktail Negroncino, primo Negroni artigianale sviluppato in collaborazione con Giancarlo Mancino, uno dei più importanti bartender italiani. In abbinamento sia alle pizze che ai primi piatti dai sapori mediterranei, si conferma il successo dei vini rosè e frizzanti strettamente italiani, che anche a Ginevra sono fra i preferiti di quest’estate della ripartenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.