La Comunità del Cibo della Valle telesina insieme per la Pizza Gusto Sannio

27/8/2017 808
Pizza e farine sannite
Pizza e farine sannite

Risciola, Romanella e Senatore Cappelli: le farine di tre grani antichi coltivati in terra sannita saranno le assolute protagoniste dell’evento ‘Pizza Gusta Sannio’. Da venerdì 1° a domenica 3 settembre tre serate al sapore di pizza sannita che animeranno il suggestivo centro storico di Cusano Mutri, paese incastonato tra le cime matesine. La manifestazione coinvolge la Comunità di Territorio Slow Food e Slow Food Valle Telesina, al fianco della pizzeria Millennium e dell’azienda agricola Masserie Masella, con il patrocinio del Comune di Cusano Mutri e della Pro loco Cusanese.

Tre serate che offrono la possibilità di esplorare la filosofia slow, portata avanti tramite la riproposizione dei sapori della tradizione e l’utilizzo di farine di grani antichi che andranno a comporre l’impasto delle pizze proposte dal pizzaiolo Giovanni Civitillo. Sarà una celebrazione del territorio del Sannio, facendo riscoprire i suoi sapori e il suo patrimonio culturale attraverso un inedito legame con la pizza.

Giovanni al lavoro al forno
Giovanni al lavoro al forno

La manifestazione vuole essere un anticipo di quello che sarà Sementia, il grande evento organizzato da Slow Food Campania per la custodia e la salvaguardia di semi e grani antichi e autoctoni. Dino Masella, anima della Trattoria Masella di Cerreto Sannita, sarà in scena con i suoi piatti della tradizione mentre sfileranno in passerella i prodotti delle aziende della Comunità del Cibo della Valle Telesina.

Dino Masella
Dino Masella

Un percorso tra le birre artigianali a base di grani antichi di Iside e Maestri del Sannio, i vini di Giovanni Iannucci e delle Cantine Simone Giacomo, i salumi di Masserie Masella, i peperoni beneventani della Cooperativa Faro Vivo, le farine macinate a pietra del Molino Parente, il pane e i prodotti da forno dell’Azienda Agricola Calvano, i dolci de La Dolce Sosta, i formaggi di Masseria Placido e della Casearia Maturo. Ed ancora la Stracciata di montagna, i Fagioli cerati, la Pasta di grano Antico e i Pomodori guardioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *