La Grotta di Santa Chiara, l’Osteria-Braceria da non perdere ad Altamura (BA)

25/8/2022 544

Osteria Braceria La Grotta di Santa Chiara
Via Santa Chiara 6
Tel. 080 310 2321
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso Lunedì

di Tiziano Terracciano

Siamo nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, a 20 minuti da Matera e 15 da Gravina in Puglia. Da visitare ce n’è! Siamo ad Altamura, la città famosa per il suo Pane Dop e per i suoi antichi forni risalenti anche al XV secolo.

La Grotta di Santa Chiara - L'insegna
La Grotta di Santa Chiara – L’insegna

Ed è proprio nei pressi di uno di questi, l’Antico Forno Santa Chiara risalente al 1423, che si trova questa verace Osteria e irrinunciabile Braceria a conduzione familiare.

La Grotta di Santa Chiara - Gli esterni
La Grotta di Santa Chiara – Gli esterni

Mamma Vita si innamorò di questi locali risalenti al 1200 adiacenti al Monastero di Santa Chiara. Locali che nei secoli sono stati adibiti a stalla, a granaio, a cantina e a scuola di cucito, e che decise di acquistare per coronare il suo sogno, quello di far rivivere in queste grotte una sua Osteria, dove poter apprezzare la cucina e i prodotti locali in un ambientazione rustica e suggestiva, fatta di pavimentazioni in pietra ed archi in tufo, con un menù ricco di pietanze stuzzicanti e con prezzi da sincera trattoria.

La Grotta di Santa Chiara - L'accesso alla grotta
La Grotta di Santa Chiara – L’accesso alla grotta
La Grotta di Santa Chiara - La grotta
La Grotta di Santa Chiara – La grotta

Ci sono una novantina di posti a sedere suddivisi tra la sala a livello della strada (dove è ubicata anche la cucina, la brace a fuoco vivo e il banco a vista contenente i vari tagli e tipi di carne) e la ben più caratteristica Grotta seminterrata adornata di antichi attrezzi di lavoro. Alle carni provenienti da allevamenti locali ci pensa papà Giuseppe che da più di 25 anni gestisce una macelleria in paese, e a tutto il resto ci pensano i fratelli Cicirelli (Biagio, Vincenzo e Anna).

La Grotta di Santa Chiara - Il banco
La Grotta di Santa Chiara – Il banco

Questo posto, per la qualità delle materie prime e la maestria delle preparazioni, ci rapisce a tal punto che prenoteremo per due sere di seguito al fine di poter assaggiare quante più cose possibili da quel menù che crea l’imbarazzo della scelta e conforta con prezzi assolutamente onestissimi.

La Grotta di Santa Chiara - Il menu'
La Grotta di Santa Chiara – Il menu’
La Grotta di Santa Chiara - Post scriptum
La Grotta di Santa Chiara – Post scriptum

La prima sera si parte con una brocca di ottimo vino della casa (5 euro a lt) accompagnato da un entrèe ispirato alla cucina di recupero di un tempo: pane ammollato con pomodorini, carosello, cipolla e un filo dell’indiscutibile olio locale.

La Grotta di Santa Chiara - L'entree
La Grotta di Santa Chiara – L’entree

Subito dopo arrivano uno squisito e abbondante piatto di Carpaccio di vitello (6 euro) e una terrina di caratteristica purea di Fave con Cicorie.

La Grotta di Santa Chiara - Il Carpaccio di vitello
La Grotta di Santa Chiara – Il Carpaccio di vitello
La Grotta di Santa Chiara - La purea di Fave e Cicorie
La Grotta di Santa Chiara – La purea di Fave e Cicorie

Per primo scegliamo di assaggiare una abbondante porzione di Tagliolina con Cicerchia (6,50) con un sapore che ci fa apprezzare ancor di più questo legume ricco di proteine che tanto amiamo, esaltato con una cipolla bianca e una pancetta di produzione propria.

La Grotta di Santa Chiara - La Tagliolina con Cicerchia
La Grotta di Santa Chiara – La Tagliolina con Cicerchia

Per secondo ci catapultiamo su due rare prelibatezze: la Pecora alla brace (17 euro al kg) e gli “Gnummareddi” (18 euro al kg) ovvero dei goduriosi involtini alla brace di animelle e fegatini che rendono le frattaglie di agnello ancor più sfiziose da mangiare grazie alla loro ridotta dimensione a forma di “gomitoletti”.

La Grotta di Santa Chiara - Gli Gnummareddi
La Grotta di Santa Chiara – Gli Gnummareddi
La Grotta di Santa Chiara - La Pecora alla brace
La Grotta di Santa Chiara – La Pecora alla brace

Per finire ordiniamo un assaggio di ogni liquore fatto artigianalmente (50 centesimi a cicchettino: Padre Peppe, Centerbe, Alloro, Finocchietto, Limoncello e Grappa) con i tipicissimi Sporcamuss (3 euro la porzione da 4 pz.), delle sfogliatine artigianali con crema pasticcera ricoperti di zucchero a velo che inevitabilmente “sporca o’ muss”.

La Grotta di Santa Chiara - I Cicchettini
La Grotta di Santa Chiara – I Cicchettini
La Grotta di Santa Chiara - Gli Sporcamuss
La Grotta di Santa Chiara – Gli Sporcamuss

Paghiamo e contemporaneamente prenotiamo senza indugi per la sera successiva perché non saremmo andati via felici da Altamura se non avessimo assaggiato le altre carni che ammaliano dal banco davanti alla brace.

Così la sera successiva, appena entrati ci dirigiamo verso quel banco e scegliamo una T-bone di 1,300 kg di spettacolare vitello locale (21 euro al kg) e nell’attesa della cottura, rigorosamente al sangue, sorseggiamo il sempre ottimo vino della casa davanti a delle tenerissime e gustosissime Bragiolette al sugo (6 euro la porzione da 4 pz) dove intingere senza sosta lo spettacolare Pane di Altamura dop.

La Grotta di Santa Chiara - La T-bone
La Grotta di Santa Chiara – La T-bone
La Grotta di Santa Chiara - La T-bone di Vitello locale
La Grotta di Santa Chiara – La T-bone di Vitello locale
La Grotta di Santa Chiara - Le Braciole
La Grotta di Santa Chiara – Le Braciole
La Grotta di Santa Chiara - Le Braciole
La Grotta di Santa Chiara – Le Braciole
La Grotta di Santa Chiara - Il Pane di Altamura dop
La Grotta di Santa Chiara – Il Pane di Altamura dop

Il clima che si respira è da vera Osteria e la convivialità, che aleggia tra i tavoli, trasporta le persone a chiacchierare tra di loro, a fare nuove amicizie e a brindare insieme. E, per quel clima e per l’eccellente rapporto qualità/prezzo, quella voglia di ritornare ti assale sempre di più, anche per assaggiare i
Salumi di produzione propria, i Formaggi locali, le Orecchiette, i Capunti con il Ragù di Bragiole piccanti, le Bombette, la Zampina e quei piatti che fanno su prenotazione come la Pecora alla Rizzola, le Bragiole di Trippa o il Cottorello di Agnello.

Un posto che veramente ti resta nel cuore e che vorresti avere più vicino per raggiungerlo tutte le volte che vorresti!

Osteria Braceria La Grotta di Santa Chiara
Via Santa Chiara 6
Tel. 080 310 2321
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso Lunedì

La Grotta di santa Chiara sul web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.