La migliore birra di Natale del 2021 è napoletana

22/12/2021 954
Giuria e staff
Giuria e staff

di Alfonso del Forno

Se un romanziere avesse dovuto scegliere la trama per un racconto di Natale nel 2021, gli sarebbe bastato attendere i risultati del concorso Xmas Beers 2021 di Unionbirrai. Questa prima edizione del contest riservato alle birre di Natale italiane, appartenente alla sfera delle competizioni legate a Birra dell’Anno, ha visto la partecipazione di quarantotto birre artigianali che s’ispirano alla tradizione europea delle birre natalizie, ormai consuetudine anche alle nostre latitudini. Che sia la presenza di spezie o di una gradazione alcolica elevata, la caratteristica più importante di queste birre è legata alla sensazione di calore e avvolgenza che regalano agli appassionati che le bevono in questo periodo. Ritornando al racconto di questo Natale, il protagonista di questa competizione non viene da gelidi paesi innevati, ma dalle calde terre napoletane. Il suo nome è Ignazio Iavarone, birraio del Birrificio Incanto, nome che completa la trama di questo racconto di Natale napoletano.

Birra di Natale
Birra di Natale

La birra vincitrice del concorso è la 21 12, nome che rende onore alla “natalità” della città di Napoli, fondata il 21 dicembre 475 a.c., e presente in tutto il progetto Incanto, dal logo ai nomi di tutte le birre prodotte. La napoletanità è fortemente presente anche in etichetta, con il panariello della tombola e i due bussolotti in legno corrispondenti ai numeri della birra. Ma veniamo alle caratteristiche di questa 21 12. I malti sono stati selezionati per dare struttura alla birra e valorizzare il mix di spezie, utilizzate per regalare un bouquet elegante. Cannella, noce moscata, bucce d’arancia amara, albicocche essiccate e fava Tonka sono presenti nella birra senza che nessuna prevalga sull’altra, in un rincorrersi di aromi e gusti che ricorda il Natale in ogni sfumatura.

“Il primo posto in questo concorso è arrivato nel momento giusto” afferma Ignazio Iavarone “quello che abbiamo attraversato negli ultimi due anni è stato un periodo buio e ancora non sembra arrivare il momento della ripresa vera nel nostro settore. Vincere a Birra dell’Anno Xmas Beers è un’iniezione di fiducia importante, perché ripaga i tanti sacrifici fatti e mi spinge a guardare al futuro con maggiore speranza”. “I premi sono importanti” continua Ignazio “ma la gratificazione maggiore la provo quando le persone bevono la mia birra e dicono che è buona. Quello è lo stimolo migliore per continuare a crescere e portare avanti il mio progetto brassicolo, in cui ho investito tutto me stesso”.

Birrificio Incanto
Birrificio Incanto

Birra dell’Anno Xmas Beers

Ricapitolando, è la 21 12 del Birrificio Incanto (Casalnuovo di Napoli – NA) la migliore birra di Natale secondo la giuria della prima edizione del contest Birra dell’Anno Xmas Beers 2021, versione natalizia del concorso di Unionbirrai che si pone l’obiettivo di valorizzare le birre artigianali italiane, la cui premiazione si è svolta venerdì 3 dicembre 2021 presso la sede CIA-Agricoltori Italiani di Roma e in diretta su YouTube.

Ad aggiudicarsi l’oro, quindi, una birra di produzione campana, seguita al secondo posto da Honey Moon del Birrificio Gravità Zero (Giaveno – TO) che si aggiudica la medaglia d’argento, mentre a conquistare il bronzo è Giotto di Crak (Campodarsego – PD). Menzioni speciali, inoltre, per Pan di Zenzator, birra nata dalla collaborazione tra Ofelia (Sovizzo – VI) e MC77 (Caccamo – MC), per Re Magio del Birrificio di Legnano (Legnano – MI) e per Santa Ila di Birra Perugia (Torgiano – PG).

Stabilito il podio anche per l’abbinamento con il panettone “Gusto Élite” prodotto dai pasticcieri dell’Élite del Panettone Artigianale, lievitato 100% made in Italy realizzato con materie prime selezionate provenienti da regioni diverse e in collaborazione fra maestri artigiani di tutta Italia. Ad aggiudicarsi l’oro per la piacevolezza dell’abbinamento è la birra Re Magio del Birrificio di Legnano, seguita al secondo posto da Natale con i tuoi del Birrificio Castagnero (Rosta – TO) e al terzo da Ginger Grinch di Jeb (Valdilana – BI).

È spettato alla giuria presieduta da Lorenzo Kuaska Dabove e composta dagli esperti degustatori Carl Kins, Luca Giaccone, Francesca Morbidelli, Mary Carabelli, Stefano Ferretti e Anna Borrelli stabilire le migliori tra le 48 birre di Natale presentate al concorso da 45 birrifici differenti.

“Siamo soddisfatti di questa prima edizione del concorso. Le birre di Natale rappresentano una tradizione secolare presente storicamente nel nord Europa, ma che da tempo vedono i birrai italiani cimentarsi con la loro produzione. – spiega Simone Monetti, segretario generale Unionbirrai – Per questo abbiamo scelto di dedicare un premio a queste birre prodotte appositamente per le festività natalizie che, pur avendo ispirazioni differenti hanno caratteristiche comuni, pensando di inserire anche un premio per il miglior abbinamento al dolce più rappresentativo di questa festa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.