Linguine al burro di bufala, colatura di alici di Menaica e polvere d’arancia, ricetta di Alessandro Feo

2/12/2018 1.3 MILA

Chef Alessandro Feo, linguine al burro di bufala, colatura di alici e polvere d'arancia
Chef Alessandro Feo, linguine al burro di bufala, colatura di alici e polvere d’arancia

di Marco Galetti

Il piatto in apertura di post, che ho recentemente degustato in Cilento, è una creazione dello chef di Omignano Alessandro Feo che, gentilmente, mi ha inviato le dosi per quattro persone e le indicazioni per la preparazione del piatto.

Linguine al burro di bufala, colatura di alici di Menaica e polvere d’arancia

Ricetta di Alessandro Feo

  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 4 persone persone

  • 360 grammi di linguine non trafilate al bronzo
  • 200 grammi di burro di bufala
  • 20 grammi di colatura di alici di Menaica, volendo 25 se si preferisce un gusto più deciso
  • Una quindicina di arance dalla buccia sottile
  • Pepe nero

Preparazione

Preparazione del burro all’arancia:

Dopo aver pelato le arance usando l’accorgimento di non utilizzare la parte bianca e amara, sciogliere delicatamente il burro in una padella, aggiungere le bucce di cinque arance e riscaldare a fuoco basso strofinando la parte esterna della bucce sul fondo della padella

Ricetta e preparazione del piatto:

Essiccare in forno a sessanta gradi per sei ore le bucce delle altre dieci arance, poi ridurle in polvere.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e, a cottura quasi ultimata, saltarla in padella con un mestolo di acqua di cottura, mantecare con il burro di bufala aromatizzato all’arancia, spegnere la fiamma e aggiungere la colatura di alici di Menaica.
Disporre le linguine sul piatto, cospargerle di polvere d’arancia e, se piace, aggiungere un po’ di pepe nero macinato al momento

5 commenti

    Francesco Mondelli

    (15 settembre 2018 - 18:27)

    Un po’ di alici ce le azzarderei.Alex è cuoco di fama ed esperienza ed avrà avuto le sue buone ragioni ma un po’ di proteine nobili ne farebbero un pasto completo.Grazie a Galetti per la condivisione e a Feo per l’innata e solare mediterraneità.”E mo aizammo e chiappe e jamolo a preparà”.FM

    Antonio

    (4 dicembre 2018 - 20:28)

    Buonasera ,la mia perplessità è per le linguine non trafilate a bronzo, per quale motivazione? Cordiali Saluti Antonio.

    Marco Galetti

    (4 dicembre 2018 - 22:33)

    @ Antonio, lo Chef mi segnala che la trafila al bronzo, più porosa, asciugherebbe subito il burro e la pasta non riuscirebbe ad acquisire il sapore delicato d’arancia

    Marcello

    (5 dicembre 2018 - 07:58)

    il burro di bufala e’ na sola molto meglio quello di vacca…

    Marco Galetti

    (5 dicembre 2018 - 14:20)

    Ho riferito allo Chef le perplessità circa il burro di bufala, mi ha detto che in realtà avrebbe preferito di gran lunga usare quello di capra se non fosse che Sgarbi l’ha dichiarato incedibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.