Lsdm 2018, Luciano Villani: mi domando continuamente cosa vuole il cliente

28/5/2018 700
Luciano Villani moderato da Marco Lombardi

di Antonella Petitti

Atelier La Pasta Fresca nella ristorazione d’autore in collaborazione con Divine Creazioni

Una stella fresca quella dello chef napoletano Luciano Villani, che punta nel Sannio a Telese Terme. E’ lì che da ben nove anni Villani lavora alla sua cucina creativa di territorio, dove a farla da padrone sono le verdure, pilastro sia della cucina napoletana che campana in genere.

Il suo è un gioco di ascolto ed attenzione a cui si dedica con piacere, “mi domando continuamente cosa vuole il cliente e soprattutto ritengo assurdo che si debba mangiare la stessa cosa qui e a Milano. Sto cercando di essere più sensibile vero l’ospite e attento al territorio che mi circonda, credo che solo così si possa fare la differenza”.

Accolgo sempre con piacere le critiche”, continua con disponibilità e voglia di confrontarsi, “ma oggi è difficile fare lo chef, siamo sotto i riflettori e se ami essere preciso è davvero difficile districarsi”.

Dalla Locanda del Borgo di Aquapetra Resort&Spa lo chef ha portato “Gnocchi viola Divine Creazioni con verdure, spuma di mozzarella di bufala e polvere di verdure”. Un’idea che è partita pensando alla genovese, ovviamente declinata senza carne ma elevata da una mano creativa e sicura come la sua.

Un piatto in cui la presenza della spuma di mozzarella di bufala ha arricchito con leggerezza, un piatto che ha strizzato l’occhio alla Dieta Mediterranea.

Il piatto di Luciano Villani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.