LSDM 2019: Primo Piatto dei Campi: ecco i 25 cuochi che accedono alla seconda fase

14/2/2019 2 MILA

Si apre la seconda fase del Primo Piatto dei Campi 2019. 84 le candidature arrivate. Dopo la prima fase di lettura delle candidature, sono stati ammessi a partecipare 25 giovani professionisti, a cui verranno inviati i formati di pasta scelti. La seconda fase si chiuderà domenica 10 marzo, termine ultimo per inviare la ricetta e la foto a a [email protected]

Infine arrivate le ricette e le foto, la giuria, composta da Guido Barendson, Giuseppe Cerasa, Luciano Pignataro, Antonio Scuteri, Massimiliano Tonelli, Albert Sapere, valuterà le ricette su carta. Le 3 migliori ricette, a insindacabile giudizio della giuria, parteciperanno alla finale di martdedì 2 aprile al Pastificio dei Campi a Gragnano. 

Il lavoro che chiederemo ai giovani cuochi che parteciperanno al “Primo piatto dei Campi 2019” avente come tema “Pasta, cipolla e…” è trovare una possibile evoluzione della “genovese” rileggendo il passato e volgendo uno sguardo al futuro.

I due ingredienti imprescindibili sono le cipolle che, “mischiate” ad un altro o altri ingredienti, diventano un sugo per condire la pasta, altro elemento cardine. L’altro o altri ingredienti – carne, pesce (tagli poco nobili e spesso scartati) verdure, frutta, legumi, radici, bucce, etc – dovranno essere di “recupero”, quindi elementi che non vengono normalmente utilizzati quando si parla di alta ristorazione.

Dare il tempo giusto alle cose e non buttare il cibo sono le due basi filosofiche del futuro in cucina, a dimostrazione che per fare un grande piatto d’autore non è necessario usare solo prodotti “pregiati”. Allora spazio alla creatività ed alla filosofia del recupero, prendendo come spunto il sottotitolo del libro Il Pane è oro, di Massimo Bottura, “Pasti straordinari con ingredienti ordinari”.

di redazione 

Nome  Ristorante  Luogo  Posizione 
Aprea Salvatore Ristorante Da Tonino  Capri (NA) chef/patron
Barillá Vincenzo Magorabin  Torino executive sous chef
Basso Alberto Ristorante Trequarti Vicenza chef di cucina
Bordenca Alessio Ristorante La Bottega Ginevra (Svizzera) sous chef
Bozzato Andrea Ristorante La Posa Degli Agri Polverara (PD) chef di cucina
Ciaramella Salvatore Castello di Faicchio Benevento executive chef
De Martino Pietro Il Bikini  Vico Equense (NA) sous chef
Dinatale Vincenzo La Maison du Gourmet in strada Coloreto (PR) chef
Dodu Rodion Symposium 4 Stagioni Cartoceto Serrungarina (PU) sous chef
Flenghi Mila Ristorante Ciminea del resort Stazzo Lu Ciaccaru
Sant’Antonio di Gallura (OT) sous chef
Gronchi Nicola  Il Parco di Villa Grey Forte dei Marmi (LU) chef
Improta Livio Ristorante Le Giare   Bari sous chef
Interlandi Valentino Etesio Restaurant Marini (LE) chef
Labriola Antonio Gambero Rosso Torino  Torino resident chef
Leali Andrea Casa Leali  Puegnago del Garda (BS) chef/patron
Mele Andrea Zia Restaurant  Roma chef di partita
Peggi Giovanni Maria Ristorante Marula Follonica (GR) chef
Pirolo Ivano Ristorante Facil Berlino (Germania) chef di partita
Prota Danilo Da.Ni Formia (LT) chef/patron
Sibilio Emanuele Magorabin  Torino capo partita primi
Simone Jakopo Gioja Ristorante Altamura (BA) chef/patron
Solmonese Giovangiuseppe Punta Chiarito Resort     Forio d’Ischia (NA) chef
Tonioni Tommaso Il Pagliaccio  Roma sous chef
Trotta Pasquale In Tavola  Salerno executive chef
Visciola Marco Il Marin  Genova executive chef

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.