Panascio Bombino Bianco Castel del Monte Doc 2016 Giancarlo Ceci

7/2/2018 1.6 MILA
Bombino Bianco Castel del Monte Doc 2016 Agrinatura
Bombino Bianco Castel del Monte Doc 2016 Agrinatura

di Enrico Malgi

Storica ed importante l’azienda Agrinatura di Giancarlo Ceci di Andria, che ha una storia che parte dal 1819 e che tra l’altro può vantare la prima sperimentazione in tutta la Puglia di una produzione agricola-vinicola con metodo biologico sin dal 1988 e poi dal 2011 anche la conversione biodinamica.

Vino e non solo, ma anche prodotti orticoli, oleari e conserve alimentari di alta qualità. Per la viticoltura sono impegnati sessantacinque ettari vitati, che danno uve per una produzione molto variegata per un totale di oltre quattrocentomila bottiglie sfornate ogni anno e la confezione di tredici etichette. I premi qui sono all’ordine del giorno, tra i quali spiccano anche quelli conseguiti a Radici del Sud. All’edizione 2015 il Panascio Bombino Bianco Castel del Monte Doc 2014 conquistò la prima posizione assoluta ed a quella del 2017 il millesimo 2016 si è piazzato al secondo posto, così come ha sancito la giuria dei Wine Buyers.

Controetichetta Bombino Bianco Castel del Monte Doc 2016 Agrinatura
Controetichetta Bombino Bianco Castel del Monte Doc 2016 Agrinatura

Maturazione in contenitori di acciaio per quattro-sei mesi e poi affinamento in vetro. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 8,00 euro.

Pregevole il colore giallo paglierino, con risvolti verdolini. Al naso intensi profumi fruttati di pesca, di albicocca, di melone, di mela verde e di mandarino. Impregnanti umori floreali e vegetali di biancospino, di sambuco, di salvia, di rosmarino e di camomilla. Palato morbido bene articolato, fresco, sapido, minerale, agrumato. Bocca elegante, tesa e succosa. Retrogusto leggermente acidulo, ma piacevolmente godibile. Da bere giovane. Prezzo molto interessante. Abbinamento con piatti di mare dell’ottima cucina pugliese e/o con latticini.

Sede ad Andria (Bat) – Contrada Sant’Agostino
Tel. 0883 565220 –
[email protected]www.giancarloceci.com
Enologi: Lorenzo Landi e Michele Paolicelli
Ettari vitati: 65 – Bottiglie prodotte: 400.000
Vitigni: nero di troia, bombino nero e bianco, montepulciano, moscato di Trani, pampanuto e chardonnay.