Pandataria Vino Bianco Italiano – Azienda Agricola Candidaterra

17/3/2020 1.7 MILA
Pandataria Azienda Candidaterra
Pandataria Azienda Candidaterra

di Enrico Malgi

Pandemia? No è Pandataria. In questo caso per fortuna non c’è niente di preoccupante, perché si tratta di un raro vino bianco prodotto dalla giovane Azienda Agricola Candidaterra dei fratelli Luigi ed Ercolino Sportiello, collocata nella piccola isola dell’arcipelago pontino di Ventotene e Pandataria era l’antico nome dell’isola al tempo dei Greci e dei Romani.

Controetichetta Pandataria Azienda Candidaterra
Controetichetta Pandataria Azienda Candidaterra

Soltanto un’unica etichetta con poche bottiglie, frutto dei tre classici vitigni a bacca bianca campani: Falanghina, Fiano e Greco, allevati su appena due ettari di terreno di natura vulcanica senza l’utilizzo di pesticidi, insetticidi e prodotti chimici e curati dell’esperto enologo Vincenzo Mercurio. Il nome esatto della bottiglia è Pandataria Vino Bianco Italiano (Il Vino del Confine) 2018. Raccolta delle uve nella prima decade di settembre. Fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Maturazione per sei mesi sulle fecce fini sempre in acciaio e poi affinamento in bottiglia per due mesi. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 27,00 euro.

Lucente colore giallo paglierino nel bicchiere. Molto attraente il bouquet con espressivi e complessi profumi di ottima e compatta frutta fresca, come il mandarino, la pesca bianca, la banana e la pera e variegate credenziali di gelsomino, sambuco, acacia, aneto e muschio. Gradevoli le percezioni odorose sapidamente mediterranee e/o cenerine.  Bocca di fusione, dove arriva un sorso fresco, vivace, morbido, profondo, nitido, suadente, armonico e bene equilibrato e strutturato. Vibrazioni minerali. Contegno raffinato, elegante ed avvolgente, di un vino di vigna e di tecnica, affidabile, preciso e depositario di un passo da maratoneta. Una vera sorpresa davvero. Chiusura totalmente appagante, godibile, persistente e connotata da un sottofondo sulfureo. Da provare sulla tipica cucina marinara locale e su carne bianca.

Azieda Agricola Candidaterra
Ventotene (Lt)
Enologo: Vincenzo Mercurio
Vitigni: Falanghina, Fiano e Greco