Pasta e cipolle, la ricetta cult della genovese fujiuta

13/8/2019 12.9 MILA

Pasta e cipolla
Pasta e cipolla

Ricetta Pasta e cipolle: la faceva spesso mia madre soprattutto nel periodo estivo ed era una goduria. Si tratta di un piatto delicato e fresco.
Naturalmente il dibattito è aperto sul tipo di pasta da usare. Le penne rigate, i mezzanelli, i mezzani? Ma, ci vedo bene anche mezze maniche oppure gli occhi di lupo.

 

Il segreto è avere pazienza, la cipolla deve cuocere almeno tre ore a fuoco lento e ogni tanto va girata. Consiglierei di non mettere troppo olio perché potrebbe perdere la frangranza e infine un po’ di basilico a crudo contribuisce a rinfrescare il piatto.

pasta e cipolla, a fine cottura

La ricetta è leggermente diversa da quella degli ziti con le genovese fujiuta di Tommaso Esposito e degli ziti alla cipolla ramata di Montoro di Lello Tornatore perché abbiamo cercato un po’ di concentrazione di sapore in più.

A Napoli si usa anche l’espressione “genovese co ‘a carne fujiuta”, ossia senza carne. Sicuramente è meno goduriosa del piatto principe della tradizione partenopea, ma, vi assicuro, è molto efficace.
E, mi raccomando, pasta al dente!

Ricetta Pasta e cipolle

pasta e cipolle

  • 3 ore e 20 minutiTempo di preparazione
  • 3 oreTempo di cottura
  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 2 persone

  • 200 g di pasta
  • 6 cipolle bianche medie
  • 4 cucchiai di olio d'oliva
  • un ciuffo di basilico
  • un peperoncino verde
  • una girata di pepe nero o peperoncino
  • cacioricotta salato di capra o pecorino romano

Preparazione

Partite tagliando finemente mezza cipolla e il peperoncino verde pensato come primo elemento di contrasto alla dolcezza.

Lasciate pure indorare in olio d'oliva sino al limite del bruciacchiato perché l'allungo fumé funziona nel piatto finale.

A questo punto aggiungete le altre cipolle tagliate grossolanamente.

A fuoco lento, bisogna cuocere a vista sino a quando le cipolle non avranno cacciato l'acqua ottenendo una buona concentrazione di sapore. Diciamo tre ore

A questo punto aggiungete il cucchiaino di aceto balsamico e un mestolo di acqua calda.

Intanto buttate la pasta

Aspettate che le cipolle si siano nuovamente ristrette e aggiungete la pasta cotta al dente.

Saltate insieme e impiattate.

Aggiungete una grattata di cacioricotta o pecorino, una girata di pepe o peperoncino e il basilico.

Voilà.

Vini abbinati: Coda di Pecora Il Verro