Il Giardino dei Golosi a Salerno: il dolce regno di un giovane allievo di Marchesi e Massari

5/4/2017 7.7 MILA
Il Giardino dei Golosi, Valerio Iannelli tra il fratello Marco e la compagna Flora Lambiase
Il Giardino dei Golosi, Valerio Iannelli tra il fratello Marco e la compagna Flora Lambiase

di Novella Talamo

E’ neonato a Salerno Il Giardino dei Golosi del ventiseienne Valerio Iannelli. Un pasticciere che, nonostante la sua giovane età, ha già un bagaglio di formazione importante, idee precise e chiare e una buona dose di coraggio imprenditoriale.

Il suo percorso inizia grazie all’amore per la cucina che lo porta a lavorare inizialmente come cameriere, poi come commis di cucina e dopo capo partita.

L’interesse per i legami tra cibo e salute, unito al desiderio di sperimentare e apprendere, lo spingono a seguire un corso sulla cucina salutistica e macrobiotica tenuto alla Cascina Rosa di Milano dallo chef Giovanni Allegro.

In questo contesto capisce quanto il mondo dell’arte dolciaria lo affascini per cui decide di intraprendere la strada della pasticceria frequentando il corso base alla Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana fondata e diretta da Gualtiero Marchesi. Per approfondire le sue conoscenze riesce a partecipare al diciassettesimo corso superiore di pasticceria, sempre in Alma, al termine del quale prende parte ad uno stage formativo alla Pasticceria Veneto a Brescia con Iginio Massari, un tirocinio che segna e indirizza profondamente il suo percorso grazie anche ai rimproveri con cui il grande maestro riusciva a far capire gli errori e a far sì che si potesse imparare anche da questi.

Nel 2014 ottiene il titolo ufficiale Alma di Pasticciere professionista e l’anno successivo, dopo aver lavorato in varie aziende dolciarie salernitane, pone un’altra pietra miliare nella sua formazione grazie agli insegnamenti che gli impartisce Antonio Campeggio nel suo locale l’Arte Bianca di Parabita in provincia di Lecce. Qui il re del pasticciotto gli trasmette molte nozioni teoriche e pratiche importanti in particolare per quanto riguarda la preparazione di dolci tipici pugliesi.

Il Giardino dei Golosi, Valerio Iannelli nel suo laboratorio
Il Giardino dei Golosi, Valerio Iannelli nel suo laboratorio

Quindi un bagaglio che costituisce un onore e un onere allo stesso tempo ma che in ogni caso gli dà la forza e l’energia necessari per investire ogni giorno su se stesso e sulle proprie capacità nella sua pasticceria Il Giardino dei Golosi aperta di recente a Salerno, un laboratorio/negozio che è diventato il suo mondo, il luogo dove riesce ad esprimere le sue potenzialità offrendo ai clienti dei prodotti ottenuti con materie prime di qualità e stagionali e senza l’utilizzo di alcun preparato (tra queste frutta fresca locale, pistacchi di Bronte, burro Corman). La disponibilità di quanto giornalmente è al banco, infatti, dipende da quella delle materie prime utilizzate.

Il Giardino dei Golosi, l'avviso alla clientela
Il Giardino dei Golosi, l’avviso alla clientela
Il Giardino dei Golosi, le stecche di vaniglia
Il Giardino dei Golosi, le stecche di vaniglia

Il laboratorio è gestito da Valerio con la compagna Flora Lambiase mentre al banco c’è il fratello Marco che si occupa del servizio e della gestione del negozio.

Tra le torte segnaliamo la Melinda fatta con pasta frolla alla vaniglia e una farcia di mele Melinda gialle con la buccia e guarnizione di granelli di zucchero, la Galassia, creata con una base di frolla viennese, mousse al cioccolato fondente, mousse alla nocciola e glassa a specchio al cacao, la Tre Cioccolati composta da tre strati di cioccolato, fondente, al latte e bianco con una base di arrotolato al cacao e la Fragolina, una bavarese alle fragole con panna cotta alla vaniglia.

Il Giardino dei Golosi, la Melinda
Il Giardino dei Golosi, la Melinda
Il Giardino dei Golosi, la Galassia
Il Giardino dei Golosi, la Galassia
Il Giardino dei Golosi, la Tre cioccolati
Il Giardino dei Golosi, la Tre cioccolati

 

A maggio uscirà Esotica, la torta con lime, ananas e cocco presentata all’esame della scuola di Marchesi.

Da provare anche la pastiera di bufala realizzata con ricotta di bufala, grano, canditi di arancio ed estratto di Neroli.

Il Giardino dei Golosi, la pastiera
Il Giardino dei Golosi, la pastiera

Non mancano brioche e cornetti e una linea di biscotti che comprende baci di dama, frollini da tè al cacao, cocco, limone e zenzero e cuoricini alla ciliegia.

Il Giardino dei Golosi, brioche e cornetto
Il Giardino dei Golosi, brioche e cornetto
Il Giardino dei Golosi, il banco
Il Giardino dei Golosi, il banco

 

Per quanto riguarda la piccola pasticceria Valerio propone circa 8 varietà di bignè, 5 di aragostine, 8 di babà, cannoli con la ricotta, mini krapfen, trancetti moderni alle mele, cioccolato, fragola, tartellette con crema e frutta fresca e tartellette tiramisù.

L’arredamento è “nature-friendly” e rispecchia la passione di Valerio per tutto ciò che ruota attorno al mondo delle piante: predomina infatti il colore verde associato a materiali naturali come legno e piastrelle con effetto pietra.

Il Giardino dei Golosi, l'interno
Il Giardino dei Golosi, l’interno

Insomma un ambiente fresco e giovane e un’offerta di dolci preparati con passione e con la mano sicura di chi ha investito nella propria formazione ma è consapevole di dovere e volere continuare a imparare ogni giorno.

Il Giardino dei Golosi
via Nizza, 86
84124 Salerno
Aperto da martedì a sabato dalle 7:30 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 19:00
Aperto la domenica dalle 7:30 alle 14:30
Chiuso il lunedì