Patata dell’Agro in crosta di frutta secca di Giffoni, chiodini del Monte Saro e scarola alla napoletana

19/1/2011 2.2 MILA

Patate dell'agro in crosta di frutta secca


Ingredienti per 4 persone

2 grosse patate

300 gr di chiodini freschi del Monte Saro.

2 uova

Farina

Olio

Sale

Nocciole di Giffoni

1 Scarola

Olive nere

Noci

Pinoli

Preparazione

Sbollentare le patate ma non cuocerle completamente.Lasciarle raffredare sbucciarle e con uno scavino svuotarle della parte centrale.

Trifolare i chiodini tagliati a julienne con aglio e olio.

Riempire le patate con i chiodini poi infarinarle e passarle nell’uovo sbattuto poi  varie volte sulle nocciole tritate finemente fino a non ricoprile bene avendo cura di chiudere i fori laterali.

Mettere le patate cosi ottenute al forno caldo a 160° per 15 minuti.

Soffriggere  la scarola con aglio noci pinoli e olive nere aggiustare di sale.

Sul fondo del piatto mettere la scarola  e adagiarvi sopra le patate scaloppate e servire ben caldo

Ricetta del ristorante Il Cavaliere di Sarno raccolta da Marina Alaimo

5 commenti

    francesca

    ancora più intrigante questo piatto. Marina sei unica, ho letto un pò i tuoi articoli e le ricette che pubblichi sono molto interessanti, ma questa è superlativa . sono ancora più convinta di andare al cavaliere ad assaggiare questi piatti.

    19 gennaio 2011 - 13:59

    marco contursi

    questo non l’ho assaggiato………da farlo quanto prima :-)

    19 gennaio 2011 - 14:05

      Lello Tornatore

      Nemmeno io. Quando ci andiamo? Lo so, lo so, mi hai già invitato più volte: la colpa è mia che non riesco a trovare n po’ di tempo tra un ozio e …l’altro ;-))

      19 gennaio 2011 - 15:17

        marco contursi

        anche oziare è un lavoro……….magari prendi la tua signora e vieni.Sciare non le fa bene,proviamo col mangiare. :-)
        A me la nocciola piace molto,mi sono appena pappato una taoletta al latte con nocciole intere.Adoro le costolette di agnello in crosta di nocciole e credo che gradirò molto anche queste patate,io per renderle più succulente ci avrei avvolto una fetta di un certo guancialino……..

        19 gennaio 2011 - 15:42

    manuele

    finalmemte!!! la mia nocciola è stata valorizzata in un piatto che mi ricorda tanto i piatti di un tempo. ( se non si è capito vivo a Giffoni )sono dovuto arrivare al cavaliere per mangiare questa bontà. ci sono stato sabato sera al cavaliere dove lo chef mi ha proposto questo piatto nuovo: a sentirlo ero un pò incredulo della bontà che tanto vantava però una volta mangiato mi sono straconvinto di quanto vale quella nocciola nelle mani dello chef del cavaliere.

    19 gennaio 2011 - 15:13

I commenti sono chiusi.