Rasott Aglianico Irpinia Campi Taurasini Doc 2014 Azienda Agricola Boccella – Primo a Radici del Sud 2017

19/10/2017 1.3 MILA
Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2014 Boccella
Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2014 Boccella

di Enrico Malgi

Dici Boccella e vai proprio sul sicuro, perché la sua produzione minimalista è sempre sinonimo di ottima qualità, riconosciuta unanimemente sia dalla critica specializzata e sia dai consumatori. A tutto questo concorrono molteplici fattori. In primis iCastelfranci, posizionato sulla sponda sinistra del fiume Calore, accanto a quello di Paternopoli e di fronte a quello di Montemarano, vale a dire il triangolo territoriale che esprime tra le uve migliori dell’aglianico irpino, con le quali si produce il Taurasi.  Siamo sui seicento metri di altezza con la cima di S.Eustachio. L’ottima escursione termica consente alle uve di impregnarsi di multiformi precursori aromatici. Vigne vecchie di quasi cinquant’anni, ormai consolidate e stabilizzate nel tempo e che producono uve sane e mature. E poi la mano “santa” diFortunato Sebastiano, che ha molta familiarità con questo territorio e con queste uve.

Controetichetta Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2014 Boccella
Controetichetta Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2014 Boccella

E così i fratelli Raffaele, Giovanni con le rispettive mogli, Angela e Lucia Boccella nel corso degli anni hanno dato continuità e prestigio a questa azienda, consolidando e perfezionando il lavoro del loro genitore e fondatore Giuseppe.

Da anni l’azienda partecipa all’importante manifestazione di Radici del Sud ed immancabilmente riesce sempre a mietere successi. Anche all’edizione 2017 non si è voluta smentire, perché l’etichetta Rasott Aglianico Irpinia Campi Taurasini Doc 2014 ha conseguito la prima posizione assoluta nella propria categoria, così come sancito dalla giuria dei Wine Writers.

Aglianico in purezza. Fermentazione in acciaio con lieviti indigeni. Affinamento in barili di rovere per un anno e poi elevazione in bottiglia per un altro anno. Nessun trattamento di chiarifica e di filtrazione. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale in enoteca di 12,00 euro.

Tipico il colore rubino carico, vivo e luminoso. Impatto olfattivo bene articolato e di grande rilevanza, laddove prendono corpo profumi di violetta, di ciliegia, di mirtilli e di ribes; parvenze speziate: sussurri vegetali; afflati di cuoio, di muschio e di balsamo. Palato ampio e voluminoso, che accoglie un sorso generoso, vibrante ed acido,  non molto astringente tenendo conto della giovinezza del vino. E proprio per questo manifesta un’elevata ed inusitata carica di morbidezza e di eleganza, unite a proposizioni materiche, sapide e dinamiche. Il finale è complesso ed avvolgente, equilibrato, armonico e persistente. Migliorerà ancora per molti anni. In questo momento è da preferire a carni bianche e rosse, formaggi non troppo stagionati e su un bel piatto di baccalà alla marinara.

Sede a Castelfranci (Av) – Contrada S.Eustachio
Tel e Fax 0827 72574 – Cell. 338 4979168
info@boccellavini.itwww.boccellavini.it
Enologo: Fortunato Sebastiano
Ettari vitati: 5 – Bottiglie prodotte: 15.000
Vitigni: aglianico e fiano

3 commenti

    Montosoli

    (19 ottobre 2017 - 13:32)

    Confermo che anche il 2015 e un successo…degustato 1 mese fa…insieme al eccellente Taurasi
    Complimenti !

    Francesco Mondelli

    (20 ottobre 2017 - 13:20)

    Per me uno dei migliori campi taurasini della denominazione.Bentornato a casa Enrico:il modo più giusto per risettare gola e gusto ultimamente un po’ distratti da altri cibi e Vini che,se pur molto buoni anch’essi,sono comunque distanti dal nostro bagaglio di odori e sapori. .FM.

    Enrico Malgi

    (20 ottobre 2017 - 16:23)

    Caro Francesco Bisogna provare tutto, un pò di qua ed un pò di là per avere una panoramica generale. Certamente noi al Sud siamo fortunati a contare su questi vini meravigliosi. Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *