In ricordo di Ivan Pavia

22/12/2016 4.4 MILA
Ivan Pavia con Gerardo Vernazzzaro, Antonio Pesce e Massimo Di Renzo
Ivan Pavia con Gerardo Vernazzaro, Antonio Pesce e Massimo Di Renzo

Ivan Pavia, appena 45 anni, era un bravo enologo campano innamorato del suo territorio. Poco protagonista ma grande giocatore di squadra perché è stata una pedina fondamentale nella ricostruzione oltre che nel cambio generazionale avvenuto nell’Assoenologi della Campania.
Non sapevo che fosse malato e della sua scomparsa ho appreso proprio all’inizio della cena organizzata all’Oasis di Vallesaccarda. Si è anche discusso se fosse o meno opportuno mantenere questo appuntamento conviviale, poi si è deciso di ricordarlo proprio così, come lui avrebbe voluto e una testimonianza commossa di Massimo Di Renzo che lo aveva visto appena qualche giorno fa.

Assenoenologi, la cena
Assenoenologi, la cena

Assoenologi ha anche diffuso un breve testo che riportiamo

Il tradizionale incontro di fine anno della sezione Campania di Assoenologi si è svolto in provincia di Avellino, presso il ristorante stellato Oasis di Vallesaccarda, mercoledì 21 dicembre.

Quest’anno l’evento si è realizzato in forma di edizione speciale, dedicata al collega Ivan Pavia che ci ha lasciato in questi giorni.

Era un assiduo frequentatore delle attività di sezione dell’Assoenologi ed in particolare della cena augurale di fine anno, a cui ci teneva in modo particolare. Per questo motivo è stato deciso di realizzarla comunque dedicandola a lui.

La serata è cominciata con un momento di ricordo del collega Ivan Pavia appena scomparso. A seguire, come lui avrebbe voluto, si è passati al momento di commento e confronto con i colleghi sui risultati della vendemmia da poco terminata, sottolineando gli aspetti tecnici salienti che l’hanno caratterizzata nelle diverse zone e sui diversi vitigni della regione.

Ciao Ivan, ricorderemo sempre il tuo sorriso che non ti lasciava mai

3 commenti

    pietro zitoli

    (23 dicembre 2016 - 10:32)

    Salve a tutti, io sono stato un grande amico di Ivan, uomo sempre gioioso e sempre attento, siamo stati per molto tempo in Vason, per quasi 14 anni.
    Ma, dopo che sono andato via, ci sentivamo sempre ed il suo spirito era sempre lo stesso; persona squisita e, di alta personalità.
    Sono molto dispiaciuto nel non poter essere stato presente alle Sue esequie, ma forse è stato meglio, per me, poiché abbiamo diviso molto di quello che si faceva sul lavoro e fuori.
    Non lo dimenticherò mai .
    Un abbraccio a tutti gli amici che lo hanno supportato, nei momenti difficili .
    Io non dimenticherò mai il suo sorriso, sempre affabile con tutti ed il suo modo di rapportarsi con la gente, era un vero signore.
    Comunque mi rattrista il fatto che, da giovane, abbia lasciato la moglie e due figli, e, non sapendo come raggiungere la Signora Pavia, mi rivolgo a Voi, per portarle il mio saluto e la dimostrazione di stima nei suoi confronti.
    Questo Natale, per me, non sarà un Natale come gli altri, ma sarà dedicato ad IVAN.
    Grazie e buona giornata

    Enrico Belcampo

    (24 dicembre 2016 - 10:41)

    Salve a tutti, sono Enrico Belcampo un enotecnico a cui devo tanto a Ivan.
    Solo ieri sono venuto a conoscenza della brutta notizia.
    Mi dispiace davvero tanto, come ho gia detto, Ivan con il suo piccolo supporto ha fatto davvero tanto per me.
    È stato grazie a lui che ho mosso i primi passi nel campi enologico, presentandomi il mio maestro ed amico l’enologo Maurizio De Simone.
    Da quel momento ho avuto un’esperienza decennale in svariate cantine in Italia.
    Devo a lui tutta la mia esperienza!
    Grazie Ivan per tutti i cosigli che mi hai dato.
    Faccio le mie più sentite condoglianze alla famiglia, un abbraccio a tutti voi.

    LAURA

    (29 marzo 2017 - 16:19)

    IVAN…..il migliore

I commenti sono chiusi.