Salice Salentino Riserva Dop 2018 Masseria Borgo dei Trulli | Secondo a Radici del Sud a giugno 2021

4/7/2021 266
Salice Salentino Riserva Dop 2018 Masseria Borgo dei Trulli
Salice Salentino Riserva Dop 2018 Masseria Borgo dei Trulli

di Enrico Malgi

Ormai è diventata una prassi consolidata quella dei vini della stessa azienda che sono stati premiati due volte a Radici del Sud nello stesso anno, prima a marzo e poi con replica a giugno 2021. Messo così è già un fatto oltremodo singolare, anzi direi unico nella storia di questa manifestazione. Tutto questo è da imputare al Covid 19, perché ha fatto saltare l’appuntamento che si doveva tenere a giugno 2020, che poi è stato recuperato a marzo del c.a.

La Masseria Borgo dei Trulli di Maruggio ha così portato a casa due prestigiosi riconoscimenti, al pari di altre aziende partecipanti, con due etichette diverse, ma quasi simili. A marzo è stato premiato il Liala Negroamaro Salento Igp 2019 col secondo posto, mentre a giugno l’etichetta Salice Salentino Riserva Dop 2018, confezionata con Negroamaro al 90% e saldo di Malvasia nera, è riuscita a spuntare anch’essa il secondo posto ex aequo nella categoria “Negroamaro” da parte dei Giornalisti Internazionali.

Vendemmia effettuata a fine settembre. Maturazione in serbatoi di acciaio. Affinamento in tonneaux per un anno e poi elevazione in vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di appena 13,00 euro. Bottiglie prodotte numero 40.000.

Controetichetta Salice Riserva Salentino Dop 2018 Masseria Borgo dei Trulli
Controetichetta Salice Riserva Salentino Dop 2018 Masseria Borgo dei Trulli

Alla vista si presenta un colore rosso rubino intenso e lievemente sfiorato da giovani palpiti violacei. Il profilo aromatico è così sicuro di sé, tanto da sfidare baldanzosamente il giudizio dell’olfatto. Il naso allora si sente in diritto si ergersi a protagonista principale, esplorando doviziosamente i meandri più reconditi. Il risultato è quello di aspirare eletti e variegati profumi: ciliegia ferrovia, prugna, sottobosco, fiori rossi, macchia mediterranea e spezie orientali, tanto per cominciare. E subito dopo ecco evidenziarsi tocchi di tabacco, liquirizia, cioccolato fondente, china e grafite. In bocca penetra un sorso austero, sontuoso, fine, centrato, balsamico, sapido, vitale, elegante e rotondo. Ottima la spalla acida, che dona tanta freschezza. Sviluppo palatale profondo, integro, solido, strutturato e glicerico. Tannini dolci e ben ricamati. Silhouette aggraziata, dinamica, incisiva e seducente. Migliorerà sicuramente col tempo.  Finale voluttuoso, persistente ed amarognolo. Da abbinare a carni alla brace e caprini delle Murge.

Sede a Maruggio (Ta) – Località Roselle S. P. 130
Cell. 346 1812119
[email protected]www.masseriaborgodeitrulli.com
Enologo: Alessandro Michelon
Ettari vitati: 25 – Bottiglie prodotte: 350.000
Vitigni: Primitivo, Negroamaro e Malvasia nera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.