Santa Tresa, quando il Frappato diventa spumante

21/9/2020 660
Marina e Stefano
Marina e Stefano

di Gennaro Miele

Abitare in un palazzo ad un piano alto, ti mette in condizione di osservare la vita che scorre, di avere una visione d’insieme senza però riuscirne ad interpretare le sfumature, come le espressioni delle persone, rumori e suoni, profumi e intensità del calore della luce. Scendere da quel balcone significa immergersi in quella realtà entrandone in contatto, facendosi assorbire da essa, entrarne a far parte.

Frappato Spumante Rose Santa Tresa
Frappato Spumante Rose Santa Tresa

Quest’immagine ricorda l’opera di imprenditori vinicoli che entrano in contatto con territori lontani dalla loro regione, vivendo il principio che il vino non è solo una cultura confinata nel perimetro di un vigneto ma bensì un trampolino di curiosità. Da questo salto i fratelli trentini Stefano e Marina si sono immersi nella lontana Sicilia, nella ricchezza sensoriale e storica del territorio ragusano, a Vittoria. Qui hanno creato il loro essere ambasciatori dell’azienda Santa Tresa, derivazione dialettale di Santa Teresa che si narra abbia allontanato il pericolo della siccità nel paese nel XVII secolo. Il rispetto per l’ambiente e una conduzione in ottica biologica  arricchisce la preziosità dei vitigni autoctoni accanto ad internazionali come il Viognier. La filosofia aziendale parte dalla tradizione locale per poi rivolgere la produzione a nuove etichette come lo Spumante Il Frappato – Rosè Brut Biologico Metodo Martinotti. Il suo colore coccola lo sguardo con un rosa tenue in cui risale una bollicina fine e persistente, i profumi spaziano dalla finezza minerale a frutti di lampone e ribes, freschi e pronti da cogliere, evolve poi il floreale con un tocco di rosa canina, accenno di menta, spezia di pepe rosa in una scia finale molto sottile. Il sorso è secco, fresco, aroma fruttato lungo, delicatamente astringente e piacevolmente sapido, equilibrato nel complesso. Assaggio ricco e in continua evoluzione tanto all’olfatto quanto al palato, soddisfa come sole siculo e rigenera come l’immersione nel fresco mare, interessante e personale come il brano di un artista che segue le regole dell’istinto e dell’amore, ricorda James Brown nel suo scivolare su Papa Don’t Take No Mess. Buon Calice

NOME VINO : SANTA TRESA        
NOME AZIENDA : Il Frappato – Rosè Brut Biologico Metodo Martinotti
INDIRIZZO : Contrada Santa Teresa, Vittoria RG – Sicilia 
SITO : www.santatresa.com
COSTO IN ENOTECA  : € 15,00

Un commento

    Francesco Mondelli

    Se il prezzo è giusto non lo ritengo giusto: pur essendo un prodotto, per quanto eccellente, con presa di spuma in autoclave praticamente costa come un brut metodo classico Trento Doc o franciacortino FM

    21 settembre 2020 - 16:20Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.