Santo Trastevere, cocktail e cucina romana

9/4/2019 1.6 MILA
Santo - cocktails
Santo – cocktails

di Marina Betto

Nei locali di una vecchia carrozzeria romana a Trastevere oggi c’è Santo, ristorante open bar ideato  e diretto da Daniele Fadda. Ambiente jungle-urbano ti proietta in un’atmosfera insolita tra piante che pendono dal soffitto, istallazioni artistiche e bartender  tatuati che miscelano drinks.

Santo, Trastevere
Santo, Trastevere

Anche lo chef Edoardo Meuti è tatuato e propone   piatti che si ispirano alla cucina romana ma in una versione molto personale risultano delicati, profumati, molto aromatici e con una vena tendente al dolce che  è una costante nel menù. La materia prima utilizzata è eccellente e i piatti sono buoni oltre che accattivanti. Il tiramisù di baccalà è servito nel classico bicchiere da cocktail martini, cremoso e morbidissimo, è mantecato con la panna, presenta sfumature delicatamente dolci, è un  antipasto ma potrebbe benissimo chiudere una cena.

Santo - maritozzo ripieno di coratella e il baccala' mantecato
Santo – maritozzo ripieno di coratella e il baccala’ mantecato

Anche il maritozzo  potrebbe essere  un dolce invece è un antipasto riempito di coratella e accompagnato da carciofi fritti. Tra i primi le fettuccine burro e alici del cantabrico, l’amatriciana di polpo e i bottoni al nero di seppia con fonduta di parmigiano e ripieni di melanzane e menta è un primo sofisticato ma dal gusto netto ed equilibrato. Accompagnarlo ad un cocktail come il Santo winter punch a base di whisky è un’esperienza particolare e insolita guidata dal team di barman del locale che si susseguono con le loro preparazioni in queste settimane di primavera dietro il bancone del bar. Per i secondi la proposta è sia di mare che di terra come la tartare di Fassona Piemontese e piatti  dove ancora una volta lo chef gioca proponendo le sue commistioni  con il Tonno vitellato che non è altro che un tataki di tonno con sugo ristretto e mayo di vitello. Il polpo affumicato è servito insieme ad una fonduta di piselli e chips di topinambur, l’agnello cotto a bassa temperatura è servito con mollica di pane alle erbe e terra di funghi. Un altro piatto in cui si uniscono due preparazioni tipiche della cucina romana è il calamaro ripieno di coda alla vaccinara. Tra i  dessert  la Cheese Cake e il tiramisù servito al piatto di aspetto molto moderno sono da provare. Con la Santo Experience la collaborazione del locale con barman di tutta Italia vi permetterà di conoscere come lavorano e come si esprimono nella mixology i più esperti professionisti che oggi animano il bancone del bar che si alterneranno nel preparare cocktail fino a giugno  come Marco Martini Restaurant, Riccardo Marinelli – The Jerry Thomas Projec, Martina Cappetti- Yoichi – L’Aquila,  Marco Fabbiano- l’Aurus Cocktail Bar – Lecce, Nico Sacco- Romeo Chef&Baker, Matteo Siena- The Barber Shop… e tanti altri ottimi barman della scena capitolina.

SANTO TRASTEVERE
via della Paglia 40- Roma
tel.339/6092999 -339 2981597
[email protected]