Smoke Ring a Roma, a Portuense il cibo easy, buono e low cost

17/5/2018 1.2 MILA
Smoke Ring, Roma. Guerrilla IPA di CRAK
Smoke Ring, Roma. Guerrilla IPA di CRAK

di Andrea Docimo

Un locale giovane, vivo, senza intaccare i presupposti dello slow-dining, contraddistinto da buona organizzazione e ambiente moderno che trasuda dalle proprie pareti – come se non bastasse già il nome – amore per gli States, dove potersi intrattenere bevendo bene e mangiando persino meglio.

Questa, la summa delle mie considerazioni riguardo Smoke Ring, la American Smokehouse che sorge in via Portuense 86, a Roma, per il cui nome ci si è rifatti all’anello rosa che colora la carne per circa un centimetro sotto la superficie cosparsa di rub, dopo l’affumicatura.

Un posto “Low&Slow”, proprio come le affumicature proposte.

La collocazione del locale è logisticamente ottima, in quanto si è vicinissimi a Trastevere.

Questo è l’ingresso, da cui si intravedono i caldi leitmotiv cromatici degli interni.

Smoke Ring, Roma. L'ingresso
Smoke Ring, Roma. L’ingresso

Perfetta la disposizione delle luci: illuminano bene tavoli e sala, senza risultare invadenti.

Gli arredi vogliono ricreare le atmosfere country statunitensi e vanno fondersi con un’architettura industriale, creando un’armonia estremamente gradevole alla vista.

I tavoli – lunghi, di legno – sono in parallelo su due grandi file che lasciano scoperto un corridoio centrale, attraverso cui si va alla cassa o a rinfrescarsi alla toilette.

Smoke Ring, Roma. La sala
Smoke Ring, Roma. La sala

L’iter per ordinare è simile a quello cui ci hanno abituato, in Campania, le panino-macellerie take-away: un foglio da compilare e da presentare alla cassa, dalla quale si tornerà con le bevande, il numero e posate e piatti. Il personale provvederà a portare il cibo al tavolo e, una volta finito di mangiare, si procederà al pagamento del conto.

Smoke Ring, Roma. Le paretiSmoke Ring, Roma. Le pareti
Smoke Ring, Roma. Le pareti

Prima di passare a esaminare il menu, spendo qualche parola sulla selezione birraria: sotto il profilo qualitativo ottimo il livello con referenze italiane ed estere e una buona varietà di stili, mentre da quello quantitativo si riscontra una certa medietas.

Ho bevuto la Guerrilla di CR/AK, IPA da 6% abv, in ottime condizioni e ben servita.

Ci sono anche distillati in botte, da spillare al momento, e ovviamente i cocktail.

Veniamo all’esame del menu, parte food.

Lo si può leggere sia alle pareti che sui fogli plastificati (stampati fronte-retro) presenti sui tavoli.

Tra gli antipasti, Starters, figurano: i Nachos con jalapeños, guacamole e cheddar; le Chicken Wings, le alette di pollo in salsa BBQ affumicate; il Corn On The Cob, ovvero una pannocchia di mais al burro, affumicata e condita con sale e pepe.

Ci sono poi i panini, i Sandwiches. A menu il North Carolina (pulled pork e coleslaw), il Chicken Burger (smoked chicken, bacon, fruity sauce, salad, pomodori), il Belly Burger (pork belly, ranch sauce, cipolle caramellate, cetrioli, salad, pomodori, cheddar), il Brisket Burger (brisket, cheddar, cipolle caramellate, ranch sauce, salad, pomodori, cetrioli), il Texas Special (brisket, jalapenos, salad, bbq sauce) e il Louisiana (link, cipolle caramellate, cheddar).

Smoke Ring, Roma. Pork Belly, Pulled Pork, Brisket e Baked Potato
Smoke Ring, Roma. Pork Belly, Pulled Pork, Brisket e Baked Potato

Il consiglio è quello di arrivare spediti al paragrafo Meats, dove troverete: Links (salsicce di suino con salsa bbq), Pork Ribs (costine di maiale “Memphis style” condite con il rub della casa), Pork Belly (sezione superiore della pancia di maiale, affumicata per 5 ore e servita a fette), Pulled Pork (spalla di maiale condita con il rub della casa, cotta per 16 ore e sfilacciata a mano), Brisket (punta di petto di manzo cotta dalle 10 alle 12 ore con rub composto da soli sale e pepe) e Chicken Legs (sovracoscia di pollo affumicata servita con ranch sauce a base di maionese).

Smoke Ring, Roma. Ribs, Chicken Wings e Coleslaw
Smoke Ring, Roma. Ribs, Chicken Wings e Coleslaw

Tra i contorni, i Sides, ci sono poi: Baked Beans (fagioli affumicati per oltre 3 ore con spezie, salsa bbq e ritagli di ribs), Coleslaw (insalata di verza con salsa yogurt, carote, senape, maionese e aceto di mele), Mash Potatoes (patate schiacciate), Sr Mac’n’Cheese (“sformato di pasta” con cheddar, besciamella e pan grattato), Garden Salad (insalata mista con pomodori), Pickles (cetriolini sott’aceto) e Pickled Onions (cipolle marinate).

Must irrinunciabile le Baked Potatoes, ovvero le patate affumicate e condite con olio, sale e pepe, cui è possibile aggiungere cheddar, sour cream alle erbe, bacon e/o pulled pork.

Sulla lavagna appesa al muro, troverete anche i dolci del giorno, ovviamente di matrice americana.

Smoke Ring, Roma. Menu e lavagna dei dolci
Smoke Ring, Roma. Menu e lavagna dei dolci

Una tappa imprescindibile, per chi a Roma ci vive o per chi è solo di passaggio.

Smoke Ring
Via Portuense, 86, 00153 Roma RM
Telefono: 06 581 4400
Giorni e orari di apertura: Aperto dal martedì alla domenica dalle 19 alle 2
Sito web: www.smokeringroma.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.