Vini Botti Emiliana – Nuove annate

13/10/2021 280
Vini Botti
Vini Botti

di Enrico Malgi

E’ già trascorso più di un anno e mezzo da quando purtroppo ci ha lasciati Carminuccio Botti, uno dei pionieri dell’embrionale viticoltura cilentana di qualità fin dal 1970, di cui ha segnato e scritto la storia con grande impegno e passione, insieme con pochi altri esponenti locali. Per fortuna Carminuccio, che non aveva figli maschi, ha lasciato il testimone nelle sicure mani della figlia Emiliana, che porta avanti con grande abnegazione e ferrea volontà la minuscola azienda agropolese, la quale recentemente ha affidato la consulenza enologica all’esperto tecnico Giuseppe Capo.

Come ogni anno, anche stavolta ho potuto assaggiare in anteprima le nuove annate appena uscite sul mercato, con etichette ritoccate col nuovo look.

Controetichette vini Botti
Controetichette vini Botti

Fiano Paestum Igp 2020. Soltanto Fiano lavorato per quattro mesi in acciaio. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 12,00 euro.

Nel bicchiere risalta un bel colore giallo paglierino vivo e lucente, appena scalfito da giovani lampi verdolini. Bouquet affastellato da godibili profumi di pesca, mela, mandarino, mandorla, ginestra, gelsomino, macchia mediterranea ed acqua di mare. Sorso ben delineato su uno spartito affascinante per freschezza, genuinità, delicatezza, morbidezza e grazia.  Palato carezzevole, succoso e gentile. Buona la capacità di serbevolezza Allungo finale gioioso ed appagante. Su una sfiziosa frittura di mare agropolese e mozzarella pestana.

Enfasi Fiano Cilento Dop 2020. Anche qui Fiano in purezza e maturazione in acciaio e vetro. Tenore alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di 15,00 euro.

Leggermente più carico il colore giallo paglierino. Spettro aromatico decisamente attraente, perché è in grado di rilasciare affascinanti e variegate nuances di albicocca, cantalupo, fico, ananas, biancospino ed erbe aromatiche, insieme a collusive fragranze salmastre. In bocca plana un sorso delicato, setoso, affusolato, slanciato, sapido e tagliente di freschezza. Sviluppo palatale morbido, suggestivo, goliardico, dinamico e pregevole. Ottima la chiusura suggellata da percezioni tattili edonistiche. Longevità tutta scoprire. Da spendere su un piatto di vermicelli a vongole e carne bianca.

Riflesso Rosato Paestum Igp 2020. Blend di Aglianico, Sangiovese e Primitivo. Maturazione in acciaio e boccia. Alcolicità di quattordici gradi. Prezzo finale di 15,00 euro.

Veste cromatica segnata da un limpido colore rosato cerasuolo. Piglio olfattivo fatto oggetto di ampi e coinvolgenti afflati di amarena, fragole, melagrana, violetta e rosa canina, uniti a gradevoli vezzi vegetali. In bocca penetra un sorso scorrevole, garbato, schietto, elegante, costumato, affidabile e godibilmente fresco. Percezione palatale composita, fruttata e lineare. Da manuale la chiusura. Da associare ad una zuppa di pesce agropolese e pizza margherita.

Primitivo Paestum Igp 2020. Primitivo al 100% lavorato in acciaio. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 12,00 euro.

Timidamente anche il Primitivo sta facendo capolino dalle parti del Cilento e tutto sommato pare che i risultati siano abbastanza confortanti, proprio come in questo caso.

Alla vista si presenta un colore rosso rubino screziato di lampi purpurei. Naso birichino ed indagatore, che aspira subito seducenti profumi fruttati di drupe della pianta e del sottobosco unitamente a sospiri floreali ed a tocchi vegetali molto gradevoli. Briciole speziate in sottofondo. In bocca fa il suo ingresso un sorso connotato in primis da morbidezza e freschezza e che poi si dimostra eclettico, calibrato, rotondo e pimpante. Tannini molto gentili. Toni densi, puliti e gioiosi che infittiscono il gusto. Buona serbevolezza. Fraseggio finale appagante. Da spendere su un tagliere di salumi.

Impervio Aglianico Cilento Dop 2019. Solo Aglianico maturato in acciaio, affinato in botti di rovere per un anno e poi elevato in boccia. Tenore alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di 16,00 euro.

Caratterialmente vivo e luminoso il bel colore rosso rubino che risalta nel bicchiere. Un pot pourri di cospicui e variegati profumi fa le fusa alle narici, esibendo elegiache percezioni fruttate di ciliegia, prugna, ribes, mirtilli e more, intrecciate ad una sinfonia di rilevanti afflati floreali, vegetali e speziati di ottimo impatto sensoriale. Non mancano all’appello poi anche intrinseche credenziali terziarie. Sorso subito austero, prorompente, sensitivo, aristocratico, balsamico, vibrante e scattante. Ottima la spalla acida. Tannini scalpitanti. Appeal granitico ed esuberante. Sviluppo palatale estensivo e soddisfacente. Longevità a lunga scadenza. Retroaroma edonistico. Da abbinare ad un capretto di Cannalonga al forno con patate.

Insegna Viticoltori Botti
Insegna Viticoltori Botti

Aglianico Riserva Carmine Botti Cilento Dop 2017. Aglianico in purezza lavorato per lungo tempo in legno e poi affinato in vetro. Alcolicità di quattordici gradi. Prezzo finale di 22,00 euro. Bottiglia dedicata giustamente da Emiliana a papà Carminuccio.

Veste cromatica tinta da un colore rosso rubino carico. Serpeggianti ed insinuanti le fragranze fruttate di rosso vestite, che se la intendono con cadenze floreali di violetta e di petali di rosa e/o con note vegetali di macchia mediterranea. Pepe nero, chiodi di garofano, noce moscata e zenzero contribuiscono ad elevare la giusta percezione speziata. Tridimensionale poi la terziarietà di liquirizia, tabacco, incenso, balsamo, cioccolato, china, ginepro, grafite e catrame. La ricettiva bocca accoglie un sorso epicureo, opulento, voluminoso, affabulatore, materico, corposo e caratterizzato da grande fascino. Toni evoluti grazie anche ad una schietta freschezza, ad una glicerica morbidezza e ad una trama tannica fitta, ma perfettamente in riga. Un grande vino che può durare integro almeno altri dieci anni. Da associare a piatti di selvaggina e formaggi a pasta dura stagionati.

Vigna Botti
Vigna Botti

Senz’altro ottima questa batteria di vini che avrebbero reso felice sicuramente Carminuccio, che durante la sua vita ha prodotto etichette territoriali davvero eccezionali. Nel frangente Emiliana si dimostra ancora una volta degna erede di cotanto padre. Brava!

 

Azienda Agricola Botti Emiliana

Via Torretta, 63 Agropoli (Sa)

Tel. 0974 822185 – Cell. 338 4368886

[email protected]www.cilentovini.it

Enologo: Giuseppe Capo

Ettari vitati di proprietà: 4,5 – Bottiglie prodotte: 30.000

Vitigni: Aglianico, Sangiovese, Barbera, Primitivo, Fiano, Falanghina, Trebbiano e Malvasia Bianca.

2 commenti

    FRANCESCO MONDELLI

    I migliori auguri ad Emilana per questo cambio di passo e, non vorrei sbagliare,anche di etichette perché le più belle vigne del Cilento volute da Carmine Botti ,da tutti benvoluto per il suo carattere schietto e sincero ,meritano di essere tradotte in bottiglie di altissimo [email protected] ponga attenzione alle fritture di pesce Agropolesi perché implicano spesso risvolti non sempre politicamente corretti.FM

    13 ottobre 2021 - 09:54Rispondi

    Enrico Malgi

    Ben condivisibile il tuo giudizio caro Francesco.

    15 ottobre 2021 - 15:39Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.