Vini Tenute Iacovazzo

30/4/2020 767
Vini Tenute Iavovazzo
Vini Tenute Iavovazzo

di Enrico Malgi

I fratelli Giuseppe e Carlo Iacovazzo dal 2006 hanno ripreso a fare funzionare l’antica azienda di famiglia Tenute Iacovazzo di Montescaglioso nel Materano a ridosso della costa jonica del Metapontino, che era stata fondata nel 1897 dal loro trisavolo Vitantonio. Questo anche grazie all’apporto dell’enologo Fabio Mecca.

Pochi gli ettari vitati e poche le bottiglie prodotte, ma tutte connotate da ottima qualità come ho avuto modo già in passato di testare. Recentemente ho assaggiato cinque etichette di nuove annate.

Controetichette vini Tenute Iacovazzo
Controetichette vini Tenute Iacovazzo

Alba Chiara Greco Matera Doc 2018. Soltanto Greco maturato ed elevato in acciaio e vetro per alcuni mesi. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo in enoteca intorno ai 10,00 euro.

Luminoso il colore giallo paglierino che si intravede nel bicchiere. Impronta aromatica decisamente attraente: pesca, mela golden, clementina, susina gialla, biancospino, foglia di tè ed erbe mediterranee. Sulla lingua plana un sorso fresco, suadente, morbido, delicato e sapido. Cotè elegante, pulito, felpato, cristallino, succoso, fruttato e dinamico. Silhouette perfettamente evoluta, che sfocia in un finale armonico e di buona profondità gustativa. Da spendere su un bel risotto ai frutti di mare, carne bianca e latticini.

Ityos Moscato Bianco Basilicata Dop 2018. Moscato bianco in purezza, lavorato in acciaio e boccia. Tenore alcolico di tredici gradi. Prezzo finale anche qui intorno ai 10,00 euro. Etichetta già vincitrice a Radici del Sud 2014 con il millesimo 2013.

Colore giallo paglierino lucente attraversato da lampi dorati. Caratteristico e varietale il sensitivo bouquet, da cui emanano profonde e voluttuose nuances. Il naso registra note di pesca bianca, albicocca, lime, glicine, zagara, cedro candito, muschio e salvia ed anche un pizzico di speziato. In bocca arriva un sorso secco, aromatico, delicato, affascinante, morbido e vellutato. Spalla acida che conferisce un’elevata freschezza. Nella sua evoluzione palatale il vino si dimostra poi agile e seducente e segnato da gentili movenze fruttate. Retroaroma profumato, appagante, slanciato ed edonistico. Da provare su cous cous, crostacei e verdure cotte.

Tramonto Rosso Basilicata Igp 2016. Primitivo in purezza, lavorato in acciaio e vetro. Alcolicità di quattordici gradi. Prezzo finale 11,00 euro.

Colore rosso rubino scintillante. Intrigante il crogiolo olfattivo, da cui il naso aspira gradevoli profumi di frutta fresca di sottobosco e della pianta: mirtilli, ribes, fragola, amarena e prugna. Cadenzati e di ottima stoffa i sospiri floreali e di macchia mediterranea. Sorso bello calibrato e modulato su uno spartito di ottima caratura. Sensazioni palatali eleganti genuine, giocose, gentili e scevre da ogni sovrapposizione. In effetti qui ci troviamo al cospetto di un Primitivo diverso da quello del versante pugliese. E quindi si tratta di un vino fine, morbido e beverino e per questo senza palpiti eccessivamente allappanti. Finale godibile. Su piatti di terra, ma anche di mare senza pomodoro.

Primàtem Primitivo Matera Doc 2017. Acciaio e poi breve passaggio in barriques di rovere francese. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo finale di 13,00 euro.

Colore rubino. Intensi i profumi fruttati di ciliegia, prugna, sottobosco e uva passa, intrecciati a percezioni olfattive floreali e vegetali. Impronta speziata di chiodi di garofano, noce moscata, vaniglia e zenzero. La lingua impatta un sorso caldo e voluminoso, ma che nelle pieghe sa dimostrare anche la sua natura morbida, tagliente, accondiscendente, fine, elegante, ariosa, rotonda e ben bilanciata. Trama tannica ben tessuta ed affusolata. Vino nel complesso goloso ed invitante. Chiusura persistente. Da abbinare a pasta al sugo di carne, salsicce e capocollo di Martina Franca ed anche su una zuppa di pesce alla gallipolina.

Nettare…D’Uva Aleatico Basilicata 2016 Igp. Soltanto uve di Aleatico raccolte surmature a novembre e lavorate poi in acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di circa 20,00 euro.

Nel bicchiere scruto un colore rosso rubino giovane. Il timbro olfattivo espande i suoi complessi profumi di frutta fresca, secca ed in confettura ad abundantiam. Sussurri di corbezzolo, fiori appassiti, cardamomo e vaniglia. Credibili gli sbuffi di macchia mediterranea. La ricettiva bocca accoglie un sorso fresco, elegante e calibratamente dolce ma non stucchevole. Tannino remissivo. Palato delizioso, setoso, raffinato, equilibrato, sinuoso e conturbante. Fascino ammaliante. Retroaroma superbo e soddisfacente. Da preferire su pasticceria secca, cioccolato fondente e formaggi erborinati.

Sede legale a Matera – Via Galileo Galilei, 8
Tel. 099 8277331 – Fax 0835 389054 – Cell. 328 6696466
[email protected]www.tenuteiacovazzo.it
Enologo: Fabio Mecca
Ettari vitati: 7 – Bottiglie prodotte: 30.000
Vitigni: Primitivo, Montepulciano, Aleatico, Greco e Moscato Bianco.