Faro 2007 doc Bonavita

Letture: 144

Uva: nerello mascalese, nerello cappuccio e nocera
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Faro, in provincia di Messina

La denominazione di origine Faro, in provincia di Messina, è una tra le più antiche dell’intera Sicilia. L’azienda Bonavita nasce nel 2004, quando, Giovanni Scarfone, giovane patron (con i suoi genitori, Carmelo ed Emanuela e il fratello Francesco), si laurea a Bologna in Agraria e decide di valorizzare i vecchi vigneti di proprietà.
Sei ettari di cui solo due vitati che guardano a 250 metri d’altitudine allo stretto e danno vita a questo vino da nerello mascalese, nerello cappuccio e nocera che alla sua prima annata aveva già mietuto successi facendosi notare da, in ordine di tempo, Roberto Giuliani, Franco Ziliani e Fabio Rizzari. Questa seconda annata si è presentata colorata di un rubino denso mostrando al naso inizialmente una nota selvatica, virando poi su un tripudio di profumi a partire dalla frutta di ciliegia leggermente matura, gli agrumi, la macchia mediterranea, spezie di un legno presente, ma ben integrato e che nel tempo si perderanno come gli echi di caffé; infine ricordi floreali di viola, carcadé, biscotto leggermente bruciato.
Al palato l’eleganza la fa da padrone con una avvio soave e leggiadro e una buona dinamica gustativa. Il tempo renderà il sorso più complesso così come il suo sviluppo finale, che oggi chiude l’esperienza su una nota balsamica e di erbe officinali. Alcol a 14 gradi perfettamente integrato, buona freschezza nonostante l’annata calda che fu la 2007 che impercettibilmente rende il tannino rugoso.
Da piante che vanno dai 6 (innestati sul 140 Ruggeri o sul 1103 Paulsen) ai 50 anni allevate ad Alberello e Controspalliera, con una densità di 5.000 ceppi per ettaro; una vigna dove non si effettuano altri trattamenti se non bassi dosaggi di rame e zolfo e si utilizzano piante da sovescio (leguminose) per l’apporto organico. In Cantina fermentazione ad opera di lieviti indigeni, lunghe macerazioni, frequenti follature manuali, affinamento di un anno in legno di varie dimensioni.
Di quest’annata ne sono state prodotte solo 3.500 bottiglie. Affrettatevi.
Una bottiglia da conservare e bere più spesso che si può rigorosamente a tavola, lì dove trova la sua sublimazione.

Mauro Erro

Sede a Faro Superiore, Messina, Contrada Corso
Tel. 090.389271, 090.2932106
Sito: http://www.bonavitafaro.it
Email: bonavitafaro@gmail.com
Enologo: Giovani Scarfone
Bottiglie prodotte: 3.500
Ettari: 6 di proprietà di cui 2 vitati
Vitigni: nerello mascalese, nerello cappuccio, nocera