Paccheri alla rana pescatrice di Mario Cascione

Letture: 640
Paccheri alla rana pescatrice

La cucina e il patrimonio enogastronomico pugliese occupano certamente uno dei primissimi posti tra le cucine regionali e deve la sua popolarità per la genuinità dei frutti della terra, a cominciare dai vini, dall’olio d’oliva e dai formaggi, ma soprattutto del mare, incontaminato, bellissimo e pescoso. Ecco spiegato perché alcune aree si sono storicamente specializzate nella produzione di particolari specie di prodotti e ospitano imprese come la Dfood, Azienda che offre oltre ad una selezione eccellente di prodotti pugliesi, una gamma di accessori per la cucina di design contemporaneo ma, soprattutto, materie prime eccellenti per appetitose ricette come quella proposta dallo chef Mario Cascione che ha utilizzato i paccheri. Un formato di pasta ideale per una ricetta di mare, prodotta con farina della migliore selezione di grano duro di antica varietà “Senatore Cappelli” da agricoltura biologica.


Ingredienti per 4 persone

  • Paccheri 280 gr.
  • Rana pescatrice 280 gr.
  • Vongole veraci 300 gr.
  • Capperi 80 gr.
  • Pomodorino ciliegino 120 gr.
  • Olio extravergine di oliva: 40 cl.
  • Aglio in spicchi 2
  • Prezzemolo  q.b.

Prima fase

Prendere una rana pescatrice, prelevare i due filetti e tagliarli a cubetti. In una padella mettere olio extravergine di oliva e aglio tritato, lasciare rosolare e mettere la pescatrice. Continuare a rosolare per qualche minuto, aggiungere i pomodorini poi le vongole, i capperi e proseguire la cottura per cinque minuti attendendo l’apertura delle vongole.

Seconda fase

Cuocere i paccheri e saltarli in padella con il preparato aggiungere il prezzemolo e servire ben caldi.

 

Proponiamo in abbinamento alla ricetta il Faraone dei Pastini, verdeca in purezza, .

Ricetta di Mario Cascione, ristorante Lido Bianco a Monopoli