Buon Natale con il Calendario‘A Figlia d’‘o Marenaro!

25/12/2018 3 MILA
Assunta Pacifico  con la famiglia
Assunta Pacifico con la famiglia

La Napoli vera, vitalistica, piena di energia e di risorse. Quella che se la sa cavare sempre. Questa è la Napoli di Assunta Pacifico che ha presentato all’Hotel vesuvio la seconda edizione del suo calendario. Non un calendario qualunque, ma quello di ‘A Figlia d’‘o Marenaro: «Un Racconto di Donna. Tra Storia, Radici e Futuro».
Un evento speciale per presentare un appassionato e ambizioso progetto fotografico firmato dalla fotografa napoletana Lucia Dovere, con il progetto grafico ideato e realizzato dal designer Davide Mattei, che racconta la storia ed il lavoro di una delle figure più importanti del panorama della ristorazione napoletana. Il ricavato della vendita del calendario sarà devoluto interamente alla Fondazione Santobono Pausilipon onlus.

Assunta Pacifico con il calendario
Assunta Pacifico con il calendario

Il Ristorante ‘A Figlia d’‘o Marenaro a via Foria vanta tre generazioni di attività nel mondo della ristorazione napoletana, diventa famoso per la zuppa di cozze, piatto preparato secondo la più antica tradizione partenopea. Una vera istituzione per tutti i napoletani: Papucc ‘o Marenaro iniziò nel 1943 a vendere brodo di purpo a Porta Capuana. Tazza fumante dopo tazza fumante riuscì a crearsi un chiosco con qualche piatto in più. Poi riuscì ad aprire ‘a puteca. Ma è stata Assunta, ‘a figlia d’‘o marenaro, al secolo Raffaele Pacifico, a creare il mito del ristorante a via Foria iniziando a 7 anni e marinando la scuola, una vera e propria macchina da guerra che è una leggenda a Napoli. Polpo all’insalata, zuppa di cozze, pizza Stg dell’Associazione Verace Pizza, linguine al cartoccio. Tutto il mare di Napoli in versione pop e soprattutto a prezzi accessibili.
Menù con tanta scelta. L’attenzione principale va sicuramente ai piatti di tradizione. Quindi via con il polpo all’insalata, zuppa di cozze e baccalà fritto. Polpo giustamente morbido, arricchito da olive verdi e qualche patata. Zuppa di cozze come tradizione, con tanto di polpo e tarallo. Divertenti anche i crudi serviti in modo decisamente scenico. Buona carta dei vini con i campani in grande spolvero.
Negli ultimi due anni è stato protagonista di una grande evoluzione nella comunicazione, dai canali social – Facebook ha superato i 210.000 like e Instagram i 40.000 follower attivi – agli eventi con influencer, blogger e giornalisti, fino ad arrivare a prestigiosi premi che hanno caratterizzato questi ultimi 6 mesi: 70 best restaurant with pizzeria in the world, ricevuto nel famoso e prestigioso Ristorante dello chef stellato Heinz Beck a Roma; il San Gennaro Day ricevuto il 26 Settembre al durante la grande manifestazione che premia le eccellenze napoletane arrivata alla sua sesta edizione; ed infine il riconoscimento da parte dell’ Università Federico II di Napoli con una certificazione di qualità per la famosa Zuppa di cozze.
Il calendario è stato accompagnato da una vera e propria mostra fotografica attorno alla quale amici, giornalisti, ristoratori, pizzaioli hanno riconosciuto e rivissuto e vivere la storia della tradizione culinaria napoletana. Assunta Pacifico, come Maria Cacialli e Tersa Iorio, è una delle icone della Napoli popolare, rappresenta l’energia di tutte le donne napoletane da sempre abituate a stare in prima linea su tutti i fronti giocando un ruolo da protagonista.
Un racconto vivo e appassionato, un racconto di Donna che senza mai rinnegare le proprie origini ha dato vita ad un vero e proprio “miracolo napoletano” dell’imprenditoria. Tenendo ben saldi tra loro i ruoli di moglie, madre e lavoratrice.