Addio Tommaso Mastroianni, il gigante buono se ne va, viticultura casertana in lutto

8/5/2020 5.1 MILA
Tommaso Mastroianni
Tommaso Mastroianni

In questo periodo così difficile arriva un’altra triste notizia: Tommaso Mastroianni, il gigante buono se ne va, dopo aver combattuto con una lunga malattia, lasciando un vuoto incolmabile nel mondo della viticoltura e dell’olivicoltura casertana e nel cuore dei suoi familiari, dei suoi amici e dei suoi colleghi produttori.

Tommaso era un uomo dal cuore tenero ed immenso, aveva sempre con il sorriso stampato sulle labbra, gioviale, un grande lavoratore dal cervello fine, figlio della tradizione, si dedicava con sentimento, sudore e devozione all’antica attività di famiglia di olivicoltori partita nel lontano 1903 a Villa Santa Croce di Piana di Monte Verna, da sempre punto di riferimento di tutta l’area caiatina. I suoi extra vergine di oliva, sono stati riconosciuti tra i migliori d’Italia ed inseriti nella guida Veronelli per alcuni  anni. Nel 2002, lui e la moglie Francesca, si appassionarono alla vitivinicoltura ed insieme fondarono l’azienda agricola Crapareccia per la produzione di Pallagrello bianco, nero e Casavecchia, vini che hanno ricevuto diversi riconoscimenti.

 

Il dolore è immenso nell’apprendere della tua scomparsa, tu che prima di essere un produttore eri l’amico di tutti. Il tuo sorriso, ‘o muntan e a Crapareccia, non si dimenticano.
Voglio ricordati così, con questa foto che ti scattai mentre scherzavamo nella bellezza della pace dei tuoi olivi.

 

Ciao Tommaso,

Antonella D’Avanzo