Alto Nero d’Avola Sicilia Doc 2015 Tenuta Rapitalà | Vino arrivato secondo ex aequo a Radici del Sud 2017

30/9/2017 1.1 MILA
Alto Nero d'Avola Sicilia Doc 2015 Tenuta Rapitala'
Alto Nero d’Avola Sicilia Doc 2015 Tenuta Rapitala’

di Enrico Malgi

Anche in casa Rapitalà-Giv la storia si ripete puntualmente ogni anno a Radici del Sud. Il leitmotiv è sempre lo stesso: si vince spesso e volentieri, o almeno ci si arriva molto vicino. E per non smentire questo trend, anche all’edizione 2017 un vino dell’azienda siciliana si è ben comportato. Si tratta dell’etichetta Alto Nero D’Avola Sicilia Doc 2015, che si è piazzata seconda ex aequo nella sua categoria di appartenenza così come hanno sancito i giudici dei Wine Writers.

Controetichetta Alto Nero d'Avola Sicilia Doc 2015 Tenuta Rapitala'
Controetichetta Alto Nero d’Avola Sicilia Doc 2015 Tenuta Rapitala’

Le viti sono allevate a Camporeale ad oltre cinquecento metri di altezza. Acciaio, legno piccolo e grande si alternano per più di un anno per far maturare bene il vino, che poi prosegue l’affinamento in vetro. Il tenore alcolico arriva a quattordici gradi. Il prezzo in enoteca è di 11,00-13,00 euro.

Il risultato finale è sintomatico: rosso rubino profondo il luccicante colore nel bicchiere. Al naso, il marker predominante è la ciliegia come principale frutto. In appresso il bouquet si concede alle narici scaricando effluvi di prugna secca, di fragola, di mora e di ribes. Folate speziate vogliono partecipare anche loro alla festa, è un loro preciso diritto. Concesso: ed allora ecco qui profumi di pepe nero, di cannella e di vaniglia, che si abbarbicano poi a sussurri di fiori rossi, di tabacco, di cioccolato, di liquirizia, di balsamo e di cuoio. L’ingresso del sorso in bocca si rivela fresco, morbido, pieno, rotondo, elegante e strutturato. L’impalcatura tannica è avvolgente e ben tessuta, ma senza allappature di sorta. Legno ben dosato. Slancio finale sontuoso ed appagante. Vino che può durare almeno altri sei-sette anni. Prezzo interessante. Da abbinare a carni rosse, ma anche bianche e formaggi a media stagionatura.

 

Tenuta Rapitalà
Contrada Rapitalà – Camporeale (Pa)
Tel. 0924 37233 – Fax 0924 36115
[email protected]www.rapitala.it
Direttore: Laurent Bernard De La Gatinais
Enologo: Silvio Centonze
Ettari vitati di proprietà: 175 – Bottiglie prodotte: 2.600.000
Vitigni: nero d’avola, cabernet sauvignon, syrah, pinot nero, perricone, catarratto, grillo, chardonnay, sauvignon blanc e viognier.