Coronavirus. Conte: il governo pensa di riaprire bar, ristoranti e pizzerie a partire da lunedì primo giugno. Dal 4 maggio si all’asporto

26/4/2020 3.2 MILA

Come abbiamo scritto stamattina riportando alcune anticipazioni di Repubblica, la data del 18 maggio non è quella giusta per la riapertura di bar ristoranti e pizzerie.

Parlando stasera in televisione, il presidente del Consiglio ha confermato che dal 4  maggio può ripartire l’asporto di cibo da bar, ristoranti e pizzerie ma con il divieto di consumo sul posto. Si potrà consumare solo a casa o in ufficio.

Coronavirus: per pizzerie, bar e ristoranti l’apertura al pubblico potrebbe slittare anche sino all’8 giugno

Per quanto riguarda il resto, dal 18 partono i negozi al dettaglio mentre la prima data ipotizzata (attenzione, ipotizzata, non decisa) per la riapertura di bar, ristoranti e pizzerie è lunedì primo giugno.
Confermata dunque la linea di prudenza richiesta dalla task force, ma ovviamente bisogna vedere cosa succederà a maggio. Considerado infatti che il 2 giugno è festa, la vera ripaertura potrebbe anche essere il 3 o, come ipotizzavamo stamane, lunedì 8.
Naturalmente non sono stati annunciate le modalità della riapertura.

Purtroppo, come avevamo previsto, la partita è lunga e i tempi restano incerti.

Coronavirus, istruzioni per cuochi e ristoratori con il primo articolo: nulla sarà più come prima, rivincita della ristorazione di servizio e fine del frou frou

Ripetiamo, si tratta di ipotesi perchè se la curva dei contagi dovesse rialzarsi uno spostamento sarà inevitabile. E poi bisogna anche vedere quali provvedimenti in senso restrittivo saranno adottati dalle Regioni.
La novità, almeno, è che è stata data per la prima volta l’idea ufficiale che il governo ha per la riapertura.