Bikini a Vico Equense, la cucina di Fumiko, parte-nopea e parte-nipponica

28/4/2018 3.1 MILA
Bikini, Giorgio Scarselli con Fumiko Sakai
Bikini, Giorgio Scarselli con Fumiko Sakai

Il Bikini Vico Equense
Strada Statale Sorrentina, 145
km 13,900, Vico Equense
Tel. 081.8016222
www.ilbikini.com

Cosa manca, esattamente in Campania dal punto di vista ristorativo? Un locale come l’Oasis di Vallesaccarda in città e uno, sempre come l’Oasis, in Costiera. Cosa intendiamo con questa affermazione apodittica? Che servono in entrambi i posti cucine dotate di tecnica capaci di esprimere al meglio la tradizione, mantenendola comprensibile a tutti e sopratttutto che mettano al primo posto il piacere del cliente e non l’ego del cuoco aspirante masterchef.
Una cucina di prodotto e territoriale, capace di estrarre sapore.
La mossa di Giorgio Scarselli di chiamare Fumiko Sakai da Positano e portarla in riva al mare di Vico Equense ci pare risponda in qualche modo alla nostra domanda iniziale.

Bikini con il Vesuvio sullo sfondo
Bikini con il Vesuvio sullo sfondo

Fumiko, sposata a Salvatore La Ragione di Mammà, a bottega per molti anni da Gennaro Esposito ha la precisione ossessiva giapponese della programmazione e della capacità di apprendere e replicare ma anche l’anima di una cucina fatta di materia, leggerezza, facilità di approccio.
La sua proposta centra il sapore e si fonde perftetamente con le proposte del Bikini, a cominciare dallo spaghetto con i limoni di mare o il ragù di Riccardo, in uno dei luoghi più belli della Penisola Sorrentina, liberato anche dal caos grazie alla galleria.

 Bikini
Bikini

La lezione della Torre del Saracino si vede subito dall’aperitivo, accomodante, confortevole, con il guizzo di mare nella cozza ricostruita.

Bikini, l'aperitivo
Bikini, l’aperitivo
Bikini, pane, grissini e taralli
Bikini, pane, grissini e taralli

Negli antipasti di mare c’è l’incredibile capacità di Fumiko di estrarre sapore dalla materia prima di qualità assoluta. Si tratta di piatti semplici, essenziali, ecumenici.

Bikini, panzanella di gamberi con burrata
Bikini, panzanella di gamberi con burrata

 

Bikini, carpaccio di merluzzo e insalata di rinforzo
Bikini, carpaccio di merluzzo e insalata di rinforzo

Grande piatto il carpaccio di merluzzo, buonissima anche la triglia, sarebbe perfetta con un po’ di salsa di mandorla in meno.

Bikini, triglia alla beccafico, puntarelle, arancia e pesto mediterraneo
Bikini, triglia alla beccafico, puntarelle, arancia e pesto mediterraneo

Il trittico dei primi è da manuale, anche qua il sapore dell’elemento principale resta sempre protagonista e tutto gira attorno. Dall’arzilla alla zuppa di mare al polpo.

Bikini, tortelli di arzilla e broccoli
Bikini, tortelli di arzilla e broccoli
Bikini, eliche in zuppa di pesce e frutti di mare
Bikini, eliche in zuppa di pesce e frutti di mare
Bikini, fusilli con polpo affogato e crea di fagioli butirri
Bikini, fusilli con polpo affogato e crea di fagioli butirri

Di scuola il dentice appena scottato e accompagnato da verdure di stagione.

Bikini, dentice con verdure di stagione
Bikini, dentice con verdure di stagione

Repertorio ampio, appagante, senza mediazioni, della parte dolce finale.

Bikini, baba'
Bikini, baba’
Bikini, lampone e meringa
Bikini, lampone e meringa
Bikini, millefoglie
Bikini, millefoglie
Bikini, dolce al cioccolato
Bikini, dolce al cioccolato

CONCLUSIONI

Il Bikini di Vico Equense oggi è sicuramente un posto che non può sfuggire quando siete in Penisola. Semplice, essenziale, piacevole, con un conto che si aggira tra i 60 e i 70 euro a seconda di quello che prendete, con una buona e decisa carta dei vini in cui gli Champagne e la Campania la fanno da padroni. Il servizio è attento, l’aria frenetica della città si abbandona e diventa atarassia di fronte alla palma che nasce dal mare, i tavoli immersi nel verde. Si perde la dimensione del tempo e ci si conforta con i sapori del mare e dell’orto. In questo momento con la cucina di Fumiko il Bikini sta interpretando la stagione più energica dello stile della Penisola Sorrentina, quello giocato sulla materia prima, la semplicità di esecuzione, la preoccupazione di appagare il cliente. Approfittatene.