Campania Champagne, a Ischia Le Rêve è il nuovo ristorante fine dining di Tenuta C’est la Vie

27/4/2022 527
Tenuta c’est la Vie

 

Le Rêve è il nuovo ristorante fine dining di Tenuta C’est la Vie, azienda vinicola e wine resort sull’isola di Ischia. Guidato dal giovane Emmanuel Scotti, ischitano, classe 1989, Le Rêve va a completare il progetto di Tenuta C’est la Vie con una proposta di cucina contemporanea, fatta di ricerca e territorio, pensiero creativo, terra e mare.

Nato e cresciuto a Ischia, Emmanuel Scotti vanta esperienze significative nei ristoranti più blasonati dell’isola: gli inizi con Nino di Costanzo al Terme Manzi, poi un lungo periodo nelle cucine del Mezzatorre Resort&Spa ed infine due anni, 2020 e 2021, come sous chef all’Indaco del Regina Isabella di Lacco Ameno con Pasquale Palamaro. A queste esperienze si aggiunge quella in Toscana presso il ristorante Arnolfo di Colle Val d’Elsa con lo chef Gaetano Trovato.

A Le Rêve di Tenuta C’est la Vie, Emmanuel Scotti inizia la sua prima grande avventura come executive chef a capo di una brigata giovanissima e motivata. Nella sua cucina trovano spazio e forma le esperienze maturate tra Ischia e la Toscana: terra e mare compongono il suo menu che è essenziale nel numero di proposte, ma costantemente aggiornato con il passare delle stagioni. Ingredienti propri della Toscana come la Faraona e la Cinta senese convivono con il pesce azzurro del golfo partenopeo, il finocchietto selvatico dell’isola, il coniglio di fossa. Il risultato è una cucina contemporanea che esprime un grande rispetto per gli ingredienti e la loro stagionalità, una particolare vocazione ai profumi selvatici e al patrimonio vegetale.

 

Qui il menu e i percorsi di degustazione

Il ristorante occupa una parte degli ambienti della cantina storica, dove affinano anche i vini di Tenuta C’est la Vie. Scavata nel 1878 nel tufo verde dell’Epomeo, è un luogo di fascino, recuperato rispettando l’architettura originaria, il tufo a vista e le “ventarole”, le bocche scavate nello spessore della roccia per garantire la costante aerazione degli ambienti. Altri tavoli sono all’esterno, sulla terrazza con vista sulla baia di Citara.

<<Le Rêve è un sogno realizzato, un altro importante tassello per il nostro progetto di accoglienza, per condividere l’incanto di Tenuta C’est la Vie. Emmanuel Scotti, ischitano, giovane e talentuoso è la migliore scelta che potessimo fare. Al di là della sua preparazione ci hanno convinto passione e determinazione>>, dichiara Lucia Velia Moraschi che con il marito Giorgio Besenzoni ha fondato e cura Tenuta C’est la Vie.

Tenuta C’est la Vie: i vini e il wine resort

Nel punto più alto del comune di Forio, sull’Isola di Ischia, in un luogo quasi nascosto e dal panorama mozzafiato, Tenuta C’est la vie è azienda vinicola e wine relais. Un progetto di Lucia Velia Moraschi e Giorgio Besenzoni che, dopo anni di abbandono, hanno recuperato oltre sette ettari e mezzo di vigneti, sorretti da chilometri di parracine, gli antichi muri a secco dell’isola, costruiti a mano, pietra su pietra; hanno ristrutturato la cantina storica del 1878 e una serie di pertinenze agricole che oggi sono romantiche dependance per gli ospiti. Memoria contadina e design contemporaneo convivono in questo luogo che conserva intatta la natura selvaggia dell’isola e ne racconta un altro volto, quello più autentico ed antico: l’isola di viticoltori eroici che da sempre coltivano fazzoletti di terra impervi, sospesi tra il vulcano e il mare. La Tenuta si estende ai piedi di una parete di roccia aspra e rossa dove, tra arbusti selvatici, fichi di India e ginestre, sbuffano le fumarole di quelle che gli isolani chiamano le Bocche di Tifeo (secondo la mitologia, il gigante ribelle che, punito da Zeus, giace nelle viscere dell’Epomeo). I terrazzamenti coltivati a vigneto sono rivolti verso il mare come un anfiteatro naturale: lo sguardo abbraccia tutto il versante ovest dell’isola, da Punta Caruso fino al monte di Panza e al faro di Punta Imperatore.

I vini prodotti sono 5, da uve Piedirosso, Biancolella e Forastera, i vitigni autoctoni dell’isola. Oro d’Oro è un blend di Biancolella e Forastera, vendemmia tardiva e passaggio in legno; Complicità (100% Biancolella); Eroico Igp Epomeo (da uve Piedirosso); Tifeo è lo spumante extra dry della casa; Donna Lucia è il passito Igp da uve Biancolella proposto in una preziosa confezione.

Il wine resort accoglie fino a 10 ospiti. Le camere sono 4 Rustici in tufo – Fumarole, Parracine, Belvedere e Ginestre – disseminati nella tenuta, immersi tra i filari, ciascuno con camera matrimoniale, letto king size, bagno, living con cucina e il proprio spazio esterno con mini-pool jacuzzi, patio
e solarium con poltrone e chaise longue. Un’altra camera è stata ricavata dal recupero dell’antica cappella all’ingresso della tenuta, la Chiesetta Rosa: travi di castagno al soffitto, pietra locale a vista, jacuzzi esterna. A disposizione degli ospiti ci sono piscina, area wellness e palestra.

 

Tenuta C’est la vie 51/BIS Via Pietra Brox, Forio, NA
www.tenutacestlavie.it

Tel. 338 3944341

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.