Archivio Maggio 2004

Cilento, le alici di Menaica e la pescaturismo

I miei prodotti preferiti 0

di Santa Di Salvo Una piccola frazione bagnata dal mare, circa duecento abitanti, e il fascino intatto di un antico borgo marinaro senza tempo. Negli antichi magazzeni, terranei scavati nella roccia, venivano ricoverate le barche e gli attrezzi da pesca, ma si lavoravano anche le alici, salate e riposte a stagionare. Sistemate nelle trezzarole, tinozze…  Leggi tutto »

Pizza Chiena

Le ricette > gli antipasti 0

Ingredienti per 10 persone Per il ripieno: 200 gr di riso 100 gr di formaggio grattugiato di capra secco 200 gr di formaggio di capra fresco 6 uova ½ soppressata tagliata a cubetti 100 gr di salsiccia tagliata a dadini pepe Per la sfoglia: 1 kg di farina 6 uova 1 bustina di…  Leggi tutto »

Paestum, degustazione coperta Aglianico del Vulture

Polemiche e punti di vista 0

Primo il “Vetusto” di Diodato Buonora L’Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti e Alberghi) sezione Paestum, organizza periodicamente delle degustazioni vinicole alla “cieca”, vale a dire i degustatori non sono informati dei vini che assaggiano. Il tema dell’ultima degustazione è stato: Aglianico del Vulture Doc 2000. Sono stati presi in considerazione i vini Doc…  Leggi tutto »

Saison, il boccale di stagione

Voglia di Birra 0

Come è strano e come è piccolo il mondo, anche quello delle birre. Lo sapevate che nei paesi francofoni esiste una tipologia di birre appositamente create per quella che noi napoletani chiamiamo “la staGione” e che tradotto in francese si legge proprio così “saison”?. Si tratta di una ale estiva (se mi state seguendo con…  Leggi tutto »

Agnello del Matese al Forno

Le ricette > i secondi 0

Ingredienti per 4 persone: 1 kg di agnello del Matese ¼ lt di vino bianco secco ½ costa di sedano ½ carota olio d’oliva extra vergine e sale q.b. rosmarino, cipolla e salvia q.b. Marinare la carne di agnello tagliata a pezzi non troppo piccoli nel vino con gli odori per circa…  Leggi tutto »

Asprinio d'Aversa 2003 doc

I vini da non perdere > in Campania > Caserta 0

MAGLIULO Uva: asprinio Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro Fermentazione e maturazione: acciaio Abbiamo segnalato questo bianco nel commento al Vinitaly perché ci aveva particolarmente colpito. A più di un mese lo abbiamo riprovato nel corso della elegante manifestazione organizzata all’agriturismo La Palombara di Conca della Campania e siamo rimasti davvero stupiti…  Leggi tutto »

Cantina del Borgo Passito 2003 igt

I vini da non perdere > in Campania > Caserta 0

DELLI COLLI Uva: aleatico Fascia di prezzo: da 10a 15 euro Fermentazione e maturazione: acciaio Ancora una sorpresa a Caserta, dove il fermento ormai coinvolge tutto il territorio. Le aziende puntano su Pallagrello e Casavecchia secondo il processo imitativo tipico delle campagna, e dovunque si investe per rendere le cantine visitabili. Ci piace questa…  Leggi tutto »

Venosa, sulle tracce di Orazio

Città e paesi da mangiare e bere 0

Fave e cicorie, un po’ di formaggio fresco, carne di agnello, dolci al miele: non è poi così lontana dai tempi di Quinto Orazio Flacco la gastronomia tipica di Venosa, la grande città bianca ricca di chiese e palazzi nobiliari, con la splendida cattedrale, un grande parco archeologico romano e il Castello federiciano da non…  Leggi tutto »

Bollito di pesce

Le ricette > i primi 0

Ingredienti per 10 persone: 500 gr di tubetti 3 kg di pescato di paranza 2 cipolle 2 patate 1 carota un gambo di sedano peperoncino 3 pomodori pelati 5 l di acqua formaggio parmigiano olio, sale e pepe q.b. Pulire e squamare il pesce, lavarlo e, una volta inseriti in circa…  Leggi tutto »

Il gusto unico

Frasi sotto spirito 0

E’ triste pensare che l’Italia possa perdere parte della sua cultura del vino, ma è il paese dominante che impone il suo gusto. Come i Romani seminavano Falerno nei paesi conquistati, il mercato Usa impone un vino al gusto di vaniglia e chissà quanto la Coca Cola ha modificato sapori e aromi Jonathan Nissiter, regista…  Leggi tutto »

Il Moscato della Basilicata

I vini da non perdere > I vini del Mattino 0

C’è un vino capace di mettere d’accordo tutti, persino bevitori e astemi, raffinati sommelier e dilettanti, grandi e piccini, e che forse proprio per questo motivo è snobbato dalla critica specializzata da cui è stato relegato nel dimenticatoio. Parliamo ovviamente del Moscato, diffuso in tutta Italia e da sempre amato dai contadini per la ricchezza…  Leggi tutto »

Serata Meregalli a Napoli. Chi ha paura dell’acidità?

Polemiche e punti di vista 0

di Fabio Cimmino Qualche tempo fa la celebre master of wine Jancin Robinson ha scritto un pezzo che mi è rimbalzato in mente ieri sera dopo aver preso parte alla manifestazione 100vini organizzata dalla Meregalli a Napoli. Fermo ad ascoltare tra i banchi di assaggio i commenti degli intervenuti sentivo ricorrente una lamentela riguardo…  Leggi tutto »

Bel Poggio 2001 Aglianico del Vulture doc

I vini da non perdere > in Basilicata 0

MARTINO Uva: aglianico Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro Fermentazione e maturazione: acciaio e legno Questo rosso è un’aperitivo della nuova azienda in procinto di essere avviata da Armando Martino, personaggio bandiera dell’Aglianico del Vulture, erede di una tradizione iniziata dal padre Donato nel 1930. Difatti è il nome della tenuta…  Leggi tutto »

Alici arreganate

Le ricette > i secondi 0

Ingredienti per 4 persone: 1 kg di alici olio extravergine di oliva aceto origano aglio, prezzemolo e sale q.b. Privare le alici della testa, spinarle e lavarle. Sistemarle, a strati, in una tortiera bassa, irrorarle con l’olio extravergine di oliva e distribuire l’aglio, un pizzico di origano, sale e prezzemolo.Far…  Leggi tutto »

Pilsner Urquell, una birra per l'estate

Voglia di Birra 0

Abbiamo iniziato il nostro viaggio nel mondo della birra con un prodotto, labirra trappista, non proprio facilissimo da approcciare (e da reperire!), untipo di birra, tra l’altro, dal gusto tanto particolare e così deciso dapoter spiazzare e scoraggiare anche il consumatore più preparato. Mi sembrapertanto doveroso alternare, cominciando da subito, anche prodotti piùsemplici, di più…  Leggi tutto »

Il Pallagrello a Selvanova

I vini da non perdere > I vini del Mattino 0

La Fattoria Selvanova è una delle nuove realtà vitivinicole della Campania: 12 ettari di aglianico, cabernet sauvignon e pallagrello bianco, una moderna cantina, un agriturismo con ristorante e stanze che guardano al Taburno. Siamo affacciati sulla fondovalle Isclero dalle colline caiatine dove troviamo la nuova versione di Pallagrello Bianco curato da Guido Busatto e, in…  Leggi tutto »

Parker punta su Caprai e Tua Rita

Polemiche e punti di vista 0

ROBERT PARKER DISEGNA LA MAPPA DELL’ECCELLENZA DEL CENTRO ITALIA: SAGRANTINO DI MONTEFALCO “25 ANNI” DI CAPRAI E “GIUSTO DI NOTRI” DI TUA RITA CONQUISTANO 97/100 NELLA NEWSLETTER PIU’ LETTA DAI BUYER DI TUTTO IL MONDO Il blasonatissimo “The Wine Advocate” assegna votazioni altissime a due vini diversi per caratteristiche, storia e scelte enologiche. Se…  Leggi tutto »

Paestum, degustazione coperta di Falanghina 2003

Polemiche e punti di vista 0

Prima “Fontanavecchia” di Diodato Buonora L’Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti e Alberghi) sezione Paestum, organizza periodicamente delle degustazioni vinicole alla “cieca”, vale a dire i degustatori non sono informati dei vini che assaggiano. Il tema dell’ultima degustazione è stato: Falanghina 2003. Presi in considerazione i vini prodotti con le uve del vitigno Falanghina…  Leggi tutto »

Amaretti con le nocciole

Le ricette > dolci 0

Ingredienti per 8/10 persone: 1 kg di nocciole 700 gr di zucchero frullato 7 albumi di uova burro Battere gli albumi a nove, poi unirvi lo zucchero e le nocciole precedentemente tritate finemente. Mescolare fino ad ottenere un impasto di media consistenza e staccare con le mani umide delle palline….  Leggi tutto »

Capri, ristorante La Rondinella

Guida ai ristoranti e alle trattorie dentro e fuori le guide > Il Paradiso: Capri, Ischia, la Penisola Sorrentina, e la Costiera Amalfitana 0

Nel cuore del centro storico di Anacapri, questo ristorante viene gestito da più di cinquant’anni dalla signora Teresa che si occupa degli ospiti in sala, e da Michele, responsabile dei fornelli. L’ambiente è accogliente, arredato con semplicità e i tavoli all’esterno, circondati da piante e fiori coloratissimi, si affacciano su una strada tranquilla…  Leggi tutto »