David Chang chiude definitivamente Momofuku Nishi a Manhattan e Momofuku CCDC a Washington.

15/5/2020 1.3 MILA
David Chang

Di Albert Sapere

David Chang è stato il primo grande chef a lanciare l’allarme che correva la ristorazione in seguito alla Pandemia da Covid. Lo aveva fatto dalle pagine del New York Timesin una lunga intervista, che abbiamo ripreso. Chef, businessman, personaggio televisivo, grazie alle due stagioni di “Ugly Delicious” su Netflix. Un personaggio a tutto tondo, ma anche una persona schietta e diretta. Infatti nell’intervista al NYT aveva dichiarato che difficilmente la nostra ristorazione sopravviverà al Coronavirus.

In questi due mesi, in cui gli Stati Uniti e New York in particolare, sono diventati il posto al posto al mondo con più contagi e più decessi, anche due dei suoi ristoranti hanno dovuto alzare bandiera bianca. La notizia l’ha data Amelia Nierenberg, sempre dalle pagine del New York Times. A chiudere infatti saranno Momofuku Nishi a Manhattan nel quartiere di Chelsea e Momofuku CCDC a Washington.

Dalla pagina ufficiale del gruppo è stato annunciato con un tweet: ““We are so grateful to everyone that made ccdc and nishi what they were,” (Siamo così grati a tutti coloro che hanno reso ccdc e nishi ciò che erano). Momofuku CCDC a Washington, era il ristorante più grande del gruppo.

“Questa crisi ha messo in luce le vulnerabilità del nostro settore e ha chiarito che il ritorno alla normalità non è un’opzione ” – ha scritto in un post sul suo profilo l’amministratore delegato di Momofuku, Marguerite Zabar Mariscal -. “Affinché il nostro settore abbia un futuro, non dobbiamo fare altro che ripensare il funzionamento dei ristoranti”. Con quello che abbiamo, ora dobbiamo fare delle scelte. Quindi stiamo prendendo delle decisioni molto difficili, ma di fondamentalmente importanza, per uscire da questa crisi.

Le due chiusure permanenti sono tra le più importanti dall’epidemia di Coronavirus negli USA. “I piccoli ristoranti indipendenti affrontano le loro domande esistenziali sul loro futuro e i proprietari si sono affrettati a ottenere prestiti federali. Il fallimento di gran parte della ristorazione potrebbe avere effetti devastanti per tutto il paese”. – la chiosa di Amelia Nierenberg, dalle Pagine del NYT.

Non avevo mai cenato a Momofuku CCDC a Washington, invece conoscevo bene Momofuku Nishi, uno dei format più brillanti che abbia visto nella ristorazione degli ultimi anni. Conosco bene anche l’executive chef Joshua Pinsky, che nel 2017 aveva vinto Il Primo di New York del Pastificio Di Martino, alla James Beard House, con un piatto assolutamente geniale i bucatini ceci e pepe, per poi essere venuto nel 2018 a LSDM, moderato da Mitchell Davis. Una brutta notizia.