EXCELLENCE 2021 | Il più grande evento capitolino sull’enogastronomia

9/11/2021 389
Si accendono finalmente i riflettori su Excellence 2021 ai nastri di partenza alla Nuvola dell’Eur, iconica opera dell’architetto Fuksas, teatro fino a pochi giorni fa del G20. Andrà in scena, infatti, dal 10 al 13 novembre, la più grande kermesse capitolina dedicata all’enogastronomia del Made in Italy con oltre 80 chef – tra i quali moltissimi stellati – 100 aziende, 2 aree show cooking, un temporary restaurant con 4 chef stellati, talk, seminari e masterclass.
Un evento – quello organizzato dai fratelli editori Pietro e Claudio Ciccotti – che, anche per l’VIII edizione, si caratterizza per la capacità di far ritrovare, sotto lo stesso tetto, il grande pubblico e gli addetti ai lavori. Questo grazie al duplice spirito dell’evento: dare la possibilità agli appassionati di poter degustare alcuni dei prodotti che sono il fiore all’occhiello del nostro Paese e permettere agli operatori del settore di fare business, di avere occasioni di confronto e di aggiornarsi sulle innovazioni più recenti del settore.
Si partirà mercoledì 10 novembre dal palco della Excellence Arena per l’inaugurazione condotta dalla giornalista e autrice RAI Federica de Denaro. Hanno già confermato la loro presenza, trai tanti: il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione On. Renato Brunetta, l’Assessore alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale della Regione Lazio Roberta Lombardi, i Presidenti di Arsial, Mario Ciarla, e di Coldiretti Lazio David Granieri e il padrone di casa l’AD di Eur S.p.A. Antonio Rosati.
“Excellence si sta rivelando una importante manifestazione sulle eccellenze agro-enologiche dell’Italia, che siamo molto felici ospitare alla Nuvola, a conferma del suo ruolo di magnifico e polivalente spazio.” Dichiara Antonio Rosati, Amministratore Delegato di EUR Spa, società che possiede e gestisce la Nuvola dell’Eur“Personalmente, da sempre ho considerato il cibo e il vino italiani la nostra grande locomotiva per il made in Italy, strategica per attrarre investimenti, oltre che significativo fattore di crescita nel turismo e nell’accoglienza della città e del Paese.”
Durante l’inaugurazione verranno, poi, consegnati 3 dei 12 Premi Excellence 2021, assegnati a personaggi e realtà del mondo enogastronomico che, durante l’anno, si sono particolarmente distinti. Tra i premiati lo chef Alfonso Iaccarino del ristorante Don Alfonso** con il Premio Excellence “Alla Carriera”; lo chef Giuseppe di Iorio di Aroma Restaurant* con il Premio “Excellence Chef” e Dominga Cotarella con il premio “Manager dell’enogastronomia 2021”. Due ulteriori premi di grande prestigio verranno consegnati, poi, nel corso della quattro giorni e sono il premio “Food Innovation” vinto dal piatto Pasta e Pomodoro alla Hilde di Mauro Uliassi e Hilde Soliani e quello di “Roma Brand Ambassador” vinto dal tristellato Heinz Beck.
Una pioggia di stelle è pronta a illuminare il meraviglioso complesso architettonico de La Nuvola. Solo nei primi due giorni, sarà possibile vedere all’opera ben 10 chef stellati divisi tra l’area Food Innovation e il temporary restaurant Excellence Stars Restaurant. Nella Food Innovation vedranno alternarsi chef del calibro di: Francesco Apreda, Giulio Terrinoni, Roberto Monopoli, Davide Pezzuto, Cristoforo Trapani, Michelino Gioia, Claudio Mengoni e Salvatore Bianco.
Nel temporary, che certamente non sarà da meno, sarà possibile degustare, ad un prezzo di estrema correttezza, i piatti che hanno reso grandi gli chef Iside De Cesare(mercoledì 10) e Daniele Lippi (giovedì 11) con 3 formule di menù da 1, 3 e 5 portate, tutte accompagnate da vino e acqua.

 

Sempre tra le cooking station, questa volta nell’area Food Experience, alle 15.30 di mercoledì si parlerà di “Distretti Virtuosi” ed in particolare del litorale sud del Lazio. Protagonisti saranno lo chef Walter Regolanti insieme al Sindaco di Anzio Candido De Angelis per parlare del successo che la città e il suo distretto ha riscosso a livello di ristorazione e turismo.
Uscendo dalle cucine, l’attenzione si centrerà sulle due aree congressuali dell’Excellence Arena e dell’Excellence Cloud. In particolare, giovedì 11, andranno in scena nel Cloud due importanti momenti di confronto per analizzare i temi dell’enogastronomia territoriale. Si partirà con I Dialoghi della Cucina (ore 13.30) che vedrà un parterre d’eccezione formato dal gotha dell’alta cucina italiana: Antonio Sciullo, Salvatore Tassa, Gianfranco Pascucci, Igles Corelli e Andrea Antoninianimeranno il confronto moderati dalla direttrice di Gastronomika Anna Prandoni. A seguire, poi, nel pomeriggio sarà la volta de I Dialoghi del Vino (16.00) moderati dalla direttrice di Excellence Magazine Manuela Zennaro.
Riflettori puntati anche nell’Arena, dove alle 13.30 di giovedì 11, avrà luogo la firma del Protocollo d’intesa per il rilancio della filiera eno-gastronomica nel Lazio e il sostegno alle economie territoriali promosso da FIEPET Confesercenti Roma, CARCentro Agroalimentare Roma e FIPE Confcommercio Roma. Presenti alla sigla Valter Giammaria, Presidente CAR, Fabio Massimo Pallottini, Direttore Generale CAR, Claudio Pica, Presidente FIEPET Confesercenti Roma e Sergio Paolantoni, Presidente FIPE Confcommercio Roma. Ha confermato già la sua presenza e, quindi, il suo sostegno anche il neo Assessore alle Attività Produttive e alle Pari Opportunità Comune di Roma Monica Lucarelli.
Creatività, sperimentazione e affari sono dunque i tratti distintivi del ricco calendario di attività di Excellence 2021 che, per il terzo anno consecutivo, vede come main sponsor PwC Italia (organizzazione leader nei servizi professionali alle imprese) alla quale si aggiunge, come platinum sponsor, il colosso telefonico TIM. Si conferma, infine, la solida partnership con la Regione Lazio attraverso Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio.
“Uno dei messaggi di Excellence è l’importanza, in cucina, della materia prima.” – sottolinea Pietro Ciccotti, ideatore dell’evento ed editore di Excellence Magazine “Territorialità, stagionalità e sostenibilità sono tre parole che dobbiamo fare fortemente nostre per riportare dignità e rispetto in cucina. Tant’è vero che, alcuni cooking show, come quello di Giulio Terrinoni (del ristorante 1 stella Michelin “Per Me”), saranno ispirati alla dignità del lavoro che passa anche attraverso l’utilizzo corretto in cucina dei prodotti del territorio. Dignità della persona e dignità della manipolazione del prodotto passano per la stessa via.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.