Il pandoro artigianale della Pasticceria Dolcemascolo di Frosinone

4/12/2020 699
Matteo Dolcemascolo
Matteo Dolcemascolo

di Floriana Barone

Burro francese di centrifuga, tuorlo d’uova bio di galline livornesi, vaniglia del Madagascar, zucchero di canna, lievito naturale, farina del Molino Iaquone e crema pasticcera: il pandoro artigianale è uno dei lievitati di punta della Pasticceria Dolcemascolo di Frosinone. È opera di Matteo Dolcemascolo, che lo realizza da quattro anni: il giovane pasticcere della famiglia ha imparato quest’arte nella Pasticceria Marisa di Lucca Cantarin, in provincia di Padova. E poi ha trasformato la ricetta nel suo laboratorio di Frosinone. Un lievitato di grande pregio, che affianca il suo collaudato cavallo di battaglia: il panettone. Il talento di Matteo Dolcemascolo è stato apprezzato anche dal Gambero Rosso, che lo ha premiato come miglior “Pasticcere emergente” nella guida “Pasticceri & Pasticcerie 2021”, uscita giovedì 26 novembre: una grande soddisfazione per il Lazio e per la Ciociaria.

Tre lievitazioni a cui segue l’asciugatura di 12 ore a temperatura ambiente, che rappresenta un passaggio fondamentale nel processo produttivo: il pandoro Dolcemascolo richiede due giorni di preparazione. Viene cotto a 180° per un’ora e completato da una golosa copertura di burro di cacao, che crea una deliziosa crosticina. Il pandoro è caratterizzato da un peculiare profumo di vaniglia e da un colore giallo intenso: l’alveolatura interna è compatta e uniforme; al tatto e al palato si contraddistingue per un’estrema sofficità.

Il pandoro Dolcemascolo
Il pandoro Dolcemascolo

Il confezionamento avviene rigorosamente a mano: il pandoro viene collocato all’interno di una nuova scatola, più robusta, che preserva in modo ottimale il prodotto da sbalzi termici. Il nuovissimo packaging natalizio è molto elegante, quasi “vellutato”, grazie a una pellicola “comfort touch”, frutto di uno studio meticoloso del marketing aziendale, realizzato in occasione del trentennale della pasticceria. La scadenza del pandoro è molto breve: 25 giorni, più corta di quella del panettone per la quantità di grassi e l’elevata umidità presente. Una “shelf-life” che garantisce al consumatore l’utilizzo esclusivo di materie prime e aromi naturali, garantendo anche l’assenza di conservanti. Matteo consiglia di assaggiare il pandoro senza spolverizzarlo di zucchero a velo, in quanto l’impasto è già particolarmente zuccherino.

Pasticceria Dolcemascolo - pandori
Pasticceria Dolcemascolo – pandori
Pasticceria Dolcemascolo - il laboratorio di Frosinone
Pasticceria Dolcemascolo – il laboratorio di Frosinone

Recentemente la famiglia Dolcemascolo ha effettuato importanti investimenti per il settore produttivo, come l’acquisto di un nuovo forno da 36 teglie e di una nuova impastatrice, diventando una sorta di Lab 4.0, incrementando la capacità produttiva e permettendo, al contempo, di non disperdere lo standard qualitativo. Il lavoro, tuttavia, è rimasto interamente manuale e coinvolge, in totale, 15 persone tra la parte logistica e quella amministrativa.

Pasticceria Dolcemascolo - il pandoro e il nuovo packaging
Pasticceria Dolcemascolo – il pandoro e il nuovo packaging

Nel periodo natalizio, infine, il pandoro viene tagliato a forma di stella e farcito con crema pasticcera e gocce di cioccolato o frutta e può essere personalizzato in pasticceria a seconda delle richieste dei clienti.

Pasticceria Dolcemascolo
Via Madonna della Neve 77 – Frosinone

Tel. 0775/270660
Servizio clienti Dolcemascolo: 340/0547953
https://www.pasticceriadolcemascolo.it/
950 g (32€)
shop online

Ultimo ordine online prima di Natale: entro il 18 dicembre

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.