Il Salviatino a Firenze, Luxurt Hotel a Fiesole con solida cucina d’autore

5/8/2022 501

Il Salviatino a Firenze
Via del Salviatino, 21
tel. 055 904 1111

di Rocco Catalano

Il Salviatino, storica dimora del XV secolo che ha ospitato, tra gli altri, Salvador Dalì e Gabriele D’Annunzio, è oggi un incantevole Luxury Hotel immerso nelle meravigliose colline di Fiesole, lì dove lo sguardo abbraccia la Cupola del Brunelleschi fino ai cipressi di San Miniato. La struttura è di proprietà di Alessandra Rovati Vitali, manager di successo, già proprietaria del gruppo Tearose, che mette a disposizione visione, energia, creatività, per un progetto di accoglienza mette al centro di un’esperienza, tutta vissuta tra natura e bellezza, i suoi ospiti.

Il Salviatino - giardino con vista su Firenze
Il Salviatino – giardino con vista su Firenze

L’hôtellerie sta facendo registrare un cambiamento radicale, soprattutto con la presenza di un pubblico più qualificato e più attento alla ricercatezza, alla cura dei dettagli e nella volontà di scoprire gli angoli più autentici del nostro Bel Paese.

Il Salviatino
Il Salviatino

Tutte tracce ben chiare alla signora Rovati, perché qui si respira un sentimento di accoglienza e condivisione dei principi di rispetto di una natura sacra e meravigliosa con cui nutrire corpo e spirito. Ci si ritrova compresi in un rituale esclusivo, fatto di gesti e attenzioni, cromie, suoni, profumi, materie. Sono queste le tracce su cui si articola questa esperienza di livello straordinario.

È proprio “Il Terzo Paradiso”, lorto realizzato a valle della Dimora storica, ispirato all’opera di Michelangelo Pistoletto, a rappresentare questa filosofia fatta di armonia, ricerca di equilibrio, che diventa spiritualità, meditazione fino a riconciliare il proprio spirito con la natura e l’artificio.

Il Salviatino - esterno
Il Salviatino – esterno

Daniel Camerini è il perfetto ed esperto ospite di casa. Elegante, accorto e impeccabile nella gestione di tutto il reparto a lui affidato e nel saper trasferire la cultura, il DNA e la filosofia aziendale sia nello stile che nella proposta.

Una filosofia che si fa rituale, che accompagna un’offerta a tutto tondo, che non perde di autenticità e cultura italiana, intesa come senso di appartenenza ad un territorio. È il messaggio fondante e trasversale che viene proposto in ogni esperienza che si vive in questo luogo fino ad arrivare alla cucina.

La Direzione e la responsabilità di trasferire il messaggio esperienziale anche a tavola è affidata a Matteo Sintini, già con diverse esperienze alle spalle in alcune insegne importanti nazionali, che si dimostra abile e competente nel gestire sale di questo livello.

Il Salviatino - Staff di Sala
Il Salviatino – Staff di Sala

I menu, ben studiati,garantiscono un servizio puntuale e soddisfano in maniera eccellente le esigenze dei clienti ad ogni ora della giornata.

Cosa si mangia al Salviatino

Il Salviatino - club sandwich
Il Salviatino – club sandwich
Il Salviatino - club sandwich
Il Salviatino – club sandwich

Gustosissimi i club sandwich, ma protagonista dell’esperienza a tavola è sicuramente il ristorante, in cui la cucina di Giacomo (nota insegna della ristorazione Milanese e di proprietà della famiglia) richiama il sodalizio tra le due città, mutuando alcuni dei piatti che hanno reso celebre il ristorante Giacomo e favorendo un incontro a tavola con la cultura Toscana. Il “connubio” ispira nuovi piatti, grazie alla buona tecnica dello chef Angelo Mancuso, all’utilizzo di materia prima locale ed elementi di innovazione e ricercatezza.

Il Salviatino - tacos di branzino in ceviche
Il Salviatino – tacos di branzino in ceviche
Il Salviatino - tortelli cacio e pepe, tartare di gambero rosso, lime e bottarga
Il Salviatino – tortelli cacio e pepe, tartare di gambero rosso, lime e bottarga

Dalle proposte del menu à la carte, spiccano gli Spaghetti al pomodoro e basilico e il Trancio di Branzino, cuore di lattuga brasata e maionese allo zenzero, il Tacos di branzino in ceviche, il carpaccio di Ricciola.

Il Salviatino - spaghetti pomodoro
Il Salviatino – spaghetti pomodoro
Il Salviatino - spaghetti vongole
Il Salviatino – spaghetti vongole
Il Salviatino - carpaccio di ricciola
Il Salviatino – carpaccio di ricciola

 

Spazi intimi e accoglienti disegnano il comfort delle 40 camere e suite, arredate e decorate con opere d’arte e
caratterizzate da un design elegante e minimale.

L’Italia è una meraviglia culturale, dalle infinite ed inestimabili opere d’arte e beni architettonici, luoghi che parlano ai sensi e rivivono assieme alla memoria. Il Salviatino è il posto dove rifugiarsi, per bere un bicchiere di vino al tramonto, quando l’aria rinfresca e tutto sembra trovare senso come un brivido rubato, come un bacio tra le viole.

Il Salviatino - sala biblioteca
Il Salviatino – sala biblioteca
Il Salviatino - particolare interno
Il Salviatino – particolare interno
Il Salviatino - particolare interno
Il Salviatino – particolare interno

Questo viaggio è stato condiviso con un bicchiere di Chenin blanc e le melodie di Stelvio Cipriani.

Via del Salviatino, 21, 50137 Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.