Luca Pezzetta lascia Osteria di Birra del Borgo ed apre la sua pizzeria a Fiumicino

15/9/2021 821
Luca Pezzetta a Lavoro

di Albert Sapere

Luca Pezzetta lascia l’Osteria di Birra del Borgo

Luca Pezzetta, pizzaiolo originario dei Castelli Romani lascia Osteria di Birra del Borgo, gruppo nel quale lavorava dal 2017. In cantiere, nuovi progetti professionali che riporteranno Pezzetta in uno dei suoi luoghi d’infanzia, Fiumicino, dove il prossimo autunno aprirà una pizzeria d’ispirazione romana. I lavori in questi anni del pizzaiolo laziale sono stati tanti e interessanti. Dal padellino con l’antifocaccia semi e cereali a quello a fermentazione spontanea, dalla pizza alla pala alla napoletana contemporanea: signature che Luca lascerà in eredità al brewpub di Via Silla a Prati così come nel menu degli altri outlet del brand, Il Bancone a Piazza Bologna e Il Bancone al birrificio madre presso Borgorose.

Dopo il tempo della sperimentazione per Luca Pezzetta è arrivato quello della consapevolezza. Una decisione ponderata e significativa per la sua carriera che lo traghetterà in una nuova fase di vita, quella della maturità imprenditoriale. Un’uscita di scena, quella da L’Osteria di Birra del Borgo, che non vuole alimentare rumors sui nuovi obiettivi professionali perché è lui stesso ad annunciare dove lo ritroveremo il prossimo autunno.

Sentito al telefono Luca ci ha detto: “Sono stati gli anni più belli e luminosi della mia carriera lavorativa. Devo molto a L’Osteria Birra del Borgo ma per me è tempo di cambiamenti. Voglio chiudere questo percorso a testa alta, con la consapevolezza di aver dato tutto quello che potevo al progetto. Tra metà ottobre e inizio novembre aprirò un locale tutto mio a Fiumicino, uno dei miei luoghi d’infanzia visto che mia mamma è originaria proprio di questo comune. Insieme a un socio, farò dialogare pasticceria e pizzeria ma la vera novità è che finalmente potrò cimentarmi con la pizza romana, quella con cui sono cresciuto nel locale di papà: metterò topping su tela tutte le ricette di una volta!”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.