Nativ di Mario Ercolino, l’appartenenza tra vino e territorio | Rue dell’inchiostro narrativa liquida dell’aglianico

26/4/2020 793
Nativ - VIGNETI
Nativ – VIGNETI

di Gennaro Miele

Appartenere ad un luogo non esprime solo il senso d’esservi nato, l’appartenenza è un legame che unisce la persona al territorio, una stretta fatta di sentimenti molto più tenace di quella fisica.

Nella viticoltura è così che si esprime l’amorevole passione di vignaioli per la terra, quel ripetersi di giorni che appartengono all’uomo quanto alla natura.

Nativ - VIGNETI D'AGLIANICO
Nativ – VIGNETI D’AGLIANICO

Nell’avellinese, in zona Taurasi, a Paternopoli, questa radicazione è stata espressa dall’enologo Mario Ercolino e dalla moglie Roberta Pirone nel 2008, quando crearono la loro azienda cui hanno voluto attribuire nel nome il senso di quell’appartenenza, una territorialità forte ed originale: Nativ, da nativo termine utilizzato antiche popolazioni.

La vocazione territoriale si esprime nelle sfumature dei vitigni autoctoni tra cui il ‘’nativo’’ Aglianico, che si esprime, nella versione del vino Rue dell’Inchiostro – Campania Aglianico IGT, con accenti sorprendentemente coinvolgenti.

Il nome evoca la voglia di scrivere la connessa storia unidirezionale di ambiente e azienda con quell’ ‘’inchiostro’’ della natura.

NATIV - RUE DELL' INCHIOSTRO
NATIV – RUE DELL’ INCHIOSTRO

Questo 2018 è un millesimo dal colore rubino intenso, carico di sfumature porpora brillanti,  lo spettro aromatico è intenso ed ampio, si evince il frutto croccante dell’amarena, speziatura di pepe, radice di liquirizia e leggera sensazione di caffè, finale affascinate d’erbe officinali tra le quali spicca la ruta.

L’assaggio ha un sottile ritorno di frutti rossi, morbido con un tannino setoso e gradevole, la buona freschezza ne evidenzia la prospettiva di un assaggio che evolverà con grande piacevolezza nel tempo.

Vino profondo e sensuale, la degustazione non richiede velocità ma una piacevole attenzione allo stesso modo in cui si ascolta un buon blues, essenziale e senza canto come Little Wing di Stevie Ray Vaughan, in cui le dita scorrono sulla chitarra in cerca di note emozionanti allo stesso modo in cui altre mani cercano grappoli in vendemmia. Buon Calice.

***

Società Agricola NATIV s.r.l.
Cantina: Contrada San Nicola, 15
83052 Paternopoli (AV)
www.vininativ.it