Pizza, contenitore e contenuto, dal Rione Sanità all’Enosteria Lipen

21/9/2017 1.1 MILA
Bello il box per la pizza, dotato di brevetto, disegnato dai bambini
Bello il box per la pizza, dotato di brevetto, disegnato dai bambini

di Marco Galetti

A questo progetto benefico a favore della Casa dei Cristallini del Rione Sanità ha aderito anche Corrado Scaglione, dell’Enosteria Lipen di Canonica Lambro, ieri sono tornato a trovarlo:

Lipen, Marinara, €7 – Pizza napoletana tipo STG con antico pomodoro di Napoli, aglio rosso di Nubia, origano, basilico, olio EVO, gli antichi pomodori di Napoli sono del presidio Slow Food TERRA Amore e Fantasia Sant’Antonio Abate (NA) – Sabato Abagnale, l’aglio rosso di Nubia è del presidio Slow Food Rosalba Gallo – Contrada di Nubia, Paceco (TP), la rossa per eccellenza qui è un’eccellenza, il pomodoro non è un accenno, ripetuti i cenni d’intesa e d’approvazione tra commensali che ridono con gli occhi e godono assaporando.

Lipen, Marinara
Lipen, Marinara

Lipen, dettaglio di una Marinara di Corrado, che, mi ha confermato personalmente, ha già effettuato un versamento a favore della Casa dei Cristallini, un altro buon motivo, oltre alla Marinara, per passare di qui, anche solo per una sosta ai box, un cambio gomme veloce, una pizza una birra.

Lipen, dettaglio di una Marinara di Corrado
Lipen, dettaglio di una Marinara di Corrado

Corrado Scaglione ci mette la firma…

Corrado Scaglione ci mette la firma
Corrado Scaglione ci mette la firma

Lipen, Le “Sensazioni” di Corrado Scaglione €10 – Bufala DOP, lardo d’Arnad, cipolle di Tropea fritte, aneto, olio EVO, pomodorini del Piennolo, la mia sensazione dopo numerose visite precedenti, di cui una visibile qui, è che Corrado, associato AVNP (Associazione Verace Pizza Napoletana) n. 219 dal 2005, stia cercando di alzare tiro, asticella e credibilità, riducendo al minimo gli errori quasi inevitabili pressoché ovunque nelle ore “calde” della sera, ieri, 11 settembre, lunedì, a locale pieno, siamo stati accolti e fatti accomodare con estrema cortesia e ci è stato preannunciato che, purtroppo, avremmo dovuto aspettare un po’, ma i tempi non sono stati biblici e nel piatto non hanno trovato posto difetti di alcun tipo, questa bella realtà che ha pochi rivali in terra brianzola è ormai diventata un affermato ed affidabile punto di riferimento non solo per stanziali targati Monza Brianza ma anche per appassionati pizzomani milanesi e Santi bevitori di birre sopra media.

Lipen, Sensazioni
Lipen, Sensazioni

Lipen, Trappista doppio malto, sopra media anche per i gradi dichiarati, undici virgola tre, percepiti trentanove… (continua)

Lipen, Trappista
Lipen, Trappista

…ma il fattore scatenante questa momentanea febbre da cavallo è un altro, la birra ha solo contribuito a sciogliere lingua e freni inibitori, una pizza in compagnia è anche questo, il bello delle rivelazioni in diretta, brividi compresi.

Chi ha condiviso con me pizze, birre (tre), vecchi ricordi e aggiornamenti recenti, l’ha rivista.

Lei era bella come Dalila Di Lazzaro.

L’ho incontrata una sera a Milano, mi ha detto, stavamo festeggiando il compleanno di un amico di vecchia data, ricordi, tu quella sera avevi già un altro impegno, l’hai mancata per un soffio…al cuore ho sentito qualcosa, di poco conto e non ci ho fatto caso, ma quando lui ha continuato ho capito che la serata non sarebbe sta più la stessa, avevamo lasciato la comoda navigazione a vista in acque sicure fatta di [email protected] e risate per un fine pizza in mare aperto a cuore aperto e un po’ ammaccato.

“C’è del silenzio nelle tue parole” gli ho detto al termine non effettivo del suo racconto, pur sapendo che il suo compito sarebbe stato quello, non voleva ferirmi, ma venirlo a sapere da altri sarebbe stato peggio…

Sicuro che non devi dirmi altro…ho continuato

Lei sta con…mi ha detto

Ho finito, le vocali, le consonanti e le parole, avevo custodito il ricordo in soffitta, senza alcuna intenzione di andare a ripercorrerlo, l’avevo avvolto, forse con troppa cura, perché non si sporcasse, inutilmente…

Dalila Di Lazzaro, la somiglianza in questa foto ha dell’incredibile, pur non avendo fatto nomi suoneranno campanellini e notifiche…

Dalila di Lazzaro
Dalila di Lazzaro

 

Un commento

    Simone Motta

    (22 settembre 2017 - 20:56)

    Signori, letteralmente la pizza più buona della Brianza .. E se lo dice Marco 50-50..

I commenti sono chiusi.