Pizzeria Fratelli Salvo: il grande poker e i principi della pizza napoletana moderna

4/1/2017 5.3 MILA
Fratelli Salvo, la cosacca
Fratelli Salvo, la cosacca

La pizzeria di Francesco e Salvatore Salvo è uno dei miracoli del mondo della pizza degli ultimi anni. Da riferimento locale è diventata un monumento didattico di cosa deve essere la pizzeria napoletana moderna in appena quattro stagioni.

In primo luogo, secondo noi, la vera pizzeria napoletana non deve mai perdere il suo carattere pop. In sala ci deve essere casino come da Katz a New York, i tavoli devono essere tutti occupati da famiglie e dal persone di tutte le età. La pizza resta un alimento semplice e popolare e non può essere condita con riti caricaturali dei più noiosi ristoranti stellati.

Il secondo elemento fondamentale è il servizio. Intendiamoci, la scuola napoletana ha una tradizione fortissima perché abituata al sovraffollamento ed è difficile trovare in bar e pizzerie gente altrettanto svelta nei tavoli che però si ricorda chi sei e cosa preferisci. Nei bar di Napoli, ad esempio, subito capiscono tu il caffé come lo vuoi e la seconda volta non devi chiedere. Non solo. se mangi qualcosa, il barista inizia a fare il caffè solo dopo che hai finito. Così nelle pizzerie.
Ma dai fratelli Salvo non c’è solo simpatia e velocità: c’è competenza, attenzione ai particolari (ad esempio il copri ombrello quando piove, il servizio a bicchiere dei vini) e grande gentilezza nell’assecondare i clienti. E’  una pizzeria nella quale il cameriere si adegua ai clienti e non viceversa. I ragazzi non guardano a terra facendo finta di non sentire i richiami, ma ciascuno copre la sua area come un radar pronto ad ogni semplice cenno della testa.

Fratelli Salvo, arancini
Fratelli Salvo, arancini

Poi c’è la qualità della materia prima. Non su dieci, cento o mille pizze. Ma su tutte. Una qualità che conosciamo non per quello che ci dicono loro o per i prodotti esposti in bella mostra, ma per quanto ci riferiscono i fornitori. Ed è proprio questo elemento un tratto distintivo.

Fratelli Salvo, pizza fritta
Fratelli Salvo, pizza fritta

Infine l’impasto, sempre più scioglievole e morbido. Ben idratato. Una bomba.

Fratelli Salvo, margherita con il piennolo
Fratelli Salvo, margherita con il piennolo

Quindi il poker è presto fatto: cosacca con pomodoro da urlo, margherita con un’ottimo latticino, l’arancino in cui si sente il riso e la pizza fritta classica.
Un modello di pizzeria che risponde alla formula: la qualità sta alla quantità come il prodotto finale al servizio. Facendo questa equazione, al primo posto esce Pizzeria Fratelli Salvo a San Giorgio a Cremano!
Non a caso premiata dalla guida Mangia&Bevi del Mattino nel 2015 come miglior pizzeria dell’anno.

Pizzeria Fratelli Salvo
Largo Arso 10/16
San Giorgio a Cremano
80046 (Napoli)
Tel. 081 275306

 

Un commento

    Francesco Mondelli

    (4 gennaio 2017 - 18:24)

    Logica pienamente condivisibile.Con mio figlio ero da un po’ in attesa da Mattozzi a via Filangieri nella bolgia della chiusura dei negozi,quando mi vedo arrivare un cameriere con dei fritti non ordinati che mi fa:me li hanno dati ma non ricordo a chi sono destinati”pigliatevelle vuie ca state aspettanno tanto male nun ve fanno.Cosa vuoi di più dalla vita ?FM.

I commenti sono chiusi.