Polpette alla genovese: comfort food

2/11/2018 8.6 MILA

Polpette alla genovese

Ma quanto è buona e confortevole la genovese? Tanto. E succede ogni volta che chi non l’ha mai assaggiata al primo boccone si lasci sfuggire «ma questo è un dolce!».
Per i più curiosi – o i mai sazi del piatto – ecco storia e tradizione della ricetta qui. Questa ricetta, invece, è una variante sul tema: genovese di carne si, ma con le polpette. Provare per credere.

 

Polpette alla genovese

Ricetta di Virginia Di Falco

  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 2-3 persone

  • 8 cipolle medie, meglio se 'ramate di Montoro'
  • 200 gr di carne macinata di vitello
  • 100 gr di carne macinata di maiale
  • 2 uova intere
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 100 gr di pane raffermo
  • 1 spicchio di aglio
  • noce moscata, pepe bianco, e sale fino q.b.
  • un ciuffetto di prezzemolo

Preparazione

Sbriciolate il pane raffermo, aiutandovi con un mixer, se necessario. In una ciotola con la carne macinata unitevi il pane, le due uova, il parmigiano, il prezzemolo e lo spicchio d'aglio tritati entrambi molto finemente.

Aggiungete il sale e il pepe bianco a piacere e un pizzico di noce moscata grattugiata al momento.

Amalgamate bene il composto e formate le polpette della dimensione desiderata.
Lasciatele riposare.

A parte tagliate in maniera grossolana le cipolle.
Lasciatele imbiondire leggermente in una padella con l'olio extravergine di oliva.

Aggiungetevi poi le polpette e fatele dorare in superficie per non più di sei-sette minuti. Poi toglietele dalla padella, abbassate il fuoco al minimo e lasciate macerare la salsa di cipolle per almeno 30 minuti.

Se preferite l'effetto crema passate la genovese con il mixer (meglio sarebbe il tradizionale passaverdure, a onor del vero).

Salate a piacere e rimettete la salsa di cipolle sul fuoco, insieme alle polpette, per completare la cottura della carne (serviranno non più di dieci minuti).
Se resistete a non spezzare due ziti o due candele di Gragnano come accompagnamento, servitele subito, ben calde, a tavola.

Vini abbinati: Vigna Capestrano, Valle Reae

Un commento

    Mondelli Francesco

    (2 novembre 2018 - 14:18)

    Sappiamo bene che questo piatto non c’entra nulla con il capoluogo ligure,ma viste le calamità che hanno colpito non solo Genova ma un po’ tutta la regione non sarebbe male che una piccola percentuale di ogni piatto venduto di Genovese andasse in beneficenza come a suo tempo per Amatrice.FM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.