Repubblica si riposiziona sul Food, nasce Week End mentre l’Espresso punta sull’ex portavoce di Formigoni

13/5/2019 1.7 MILA
Carlo Verdelli direttore di Repubblica
Carlo Verdelli direttore di Repubblica

Pur avendo firme di assoluto valore ben conosciute nel mondo enogastronomico il Gruppo Repubblica si è sempre presentato in ordine sparso negli appuntamenti editoriali a differenza del Corriere che invece ha compattato bene le risorse determinando una grande forza d’urto, fra cartaceo e  web.

Adesso pare sia venuto il momento di una riorganizzazione. RFood e RClub si fondono, come annunciato, in un supplemento esterno al giornale che uscirà venerdì prossimo e che si chiamerà Week End la cui responsabilità è stata affidata a Simona Movilia della redazione milanese che già curava RClub. Le  pagine food del supplemento faranno riferimento al responsabile di Repubblica Sapori.it Antonio Scuteri.

Simona Movilia
Antonio Scuteri
Antonio Scuteri

Sul Venerdì resta la pagina di Paola e Gianni Mura, ultimo esempio di grande scrittura sportiva prestata alla gastronomia sulle orme dell’indimenticabile Gianni Brera.

 Gianni Mura
Gianni Mura

Si chiude così la parentesi di RFood, a cui la responsabile Clotilde Veltri (che rientra a Robinson) aveva dato, su indicazione dell’exdirettore Mario Calabresi, un taglio culturale. Forse troppo visto che queste pagine, pur contando di collaboratori di eccezionale statura, non sono quasi mai entrate in palla con i temi gastronomici del momento. Un po’ come se per le pagine dei Motori si pubblicassero articoli di cinetica e non su quello che si vende e dei protagonisti.

 

Giuseppe Cerasa
Giuseppe Cerasa

Sul piano editoriale, eliminata la guida  Espresso Vini, resta in pesante affanno di vendite la storica Guida Ristoranti che ingloba una parte dei vini e una parte di pizzerie mentre lo sviluppo si è realizzato con le Guide di Repubblica curate da Giuseppe Cerasa, ex capo della redazione romana, che nel 2018 ha raggiunto l’invidiabile obiettivo di un milione di copie vendute dimostrando che quando il cartaceo è servizio per il lettori resta uno strumento valido di diffusione.

Andrea Radic ed Ezio Greggio
Andrea Radic ed Ezio Greggio

Nel frattempo l’altra testata storica del gruppo, l’Espresso, da gennaio ha clamorosamente abolito le storiche pagine di rubriche gastronomiche di ristoranti (Vizzari&Vizzari) e dei vini (AA.VV) aprendo una pagina on line di gastronomia sull’account di Repubblica.it affidandola ad Andrea Radic, l’ex cabarettista diventato portavoce di Roberto Formigoni negli anni migliori di Celeste.

Fornigoni in uno dei suoi momenti ascetici tipici di Comunione e Liberazione

 

Basterà tutto questo per fronteggiare la corazzata Corriere capitanata da Angela Frenda e Luciano Ferrara? Chi vivrà, berrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.