Come fare gli spaghetti alle vongole che sanno di mare

30/6/2020 44 MILA

paghetti alle vongole Binario Due
Spaghetti alle vongole di Gianpaolo Zoccola

Spaghetti alle vongole.
Si vede la spesa del mercato e l’intelligenza di un giovane cuoco, Gianpaolo Zoccola, che se mantiene il cliente come ago della bussola farà sicuramente strada perché non si affida a materie prime omologate.
Da lui abbiamo adesso gli spaghetti con le vongole. Facili da fare? Sì, ma con dei piccoli segreti di mestiere che ci rivela.

Spaghetti alle vongole

Spaghetti alle vongole

Ricetta di Gianpaolo Zoccola

  • 15 minutiTempo di preparazione
  • 10 minutiTempo di cottura
  • 4.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • 360 gr di spaghetti Vicidomini
  • 300 gr di vongole veraci
  • olio exrabergine di oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • prezzemolo
  • sale e pepe a piacere

Preparazione

Spurgare le vongole in acqua e sale o meglio ancora in acqua marina per far si di eliminare tutte le impurità .
In abbondante acqua salata cuocete gli spaghetti Vicidomini per 7 minuti.
In una padella fare un soffritto di aglio e olio e aggiungere le vongole, un po' di acqua di cottura e coprire con un coperchio.
Appena si aprono le vongole sgusciarle e toglierle dal fuoco.
Scolare gli spaghetti e mantecarli in padella per 1 minuto circa ed aggiungere il prezzemolo tritato finemente.
Impiattare e condire a crudo con dell'olio EVO.

Spaghetti alle vongole

Vini abbinati: Tramonti Bianco San Francesco

5 commenti

    Ettore

    Tienimi aggiornato sulle tue iniziative. Grazie

    27 agosto 2018 - 13:56

    Antonio

    Buongiorno, avete scritto “piccoli segreti” …e dove sarebbero sti segreti? Boh?

    2 gennaio 2019 - 09:21

    francesco

    Sono come si cucinano solitamente, anzi peggio. Segreti? Mah! Dopo sgusciate le vongole che fine fanno ? Evitate di mettere ricette cosi’ approssimative. Olio a crudo? Bah! Si usa per mantecare, non dopo l’impiattamento,Per continuare la cottura in padella bisogna aggiungere gradualmente acqua di cottura della pasta. E la finisco qui.

    30 giugno 2020 - 19:09

      luca

      Francesco, condivido le tue impressioni.
      Basta vedere molte altre ricette, pubblicate sempre su questo blog, che sono sicuramente
      più precise e complete.

      Sui “segreti” delle ricette.
      Con l’avvento del WEB è finita l’epoca dei segreti in cucina.
      Su questo grande piatto della cucina italiana c’è una letteratura sterminata sul web.

      Dico la mia. Il “segreto” (se così vogliamo ancora chiamarlo) è nel liquido che è contenuto nelle vongole vive.
      È quello l’ingrediente principale.
      Se facciamo lo spurgo in acqua salata o se lo facciamo cuocere troppo il rischio è che perda
      molto di quel profumo e aroma di mare che caratterizza questo piatto.

      1 luglio 2020 - 16:09

    Walter

    Per notizia, io consiglierei le vongole nostrane dette lupini. perché sono più saporite.
    Una volta comprai delle ottime veraci e come dice la ricetta le misi nell’acqua di mare per farle meglio spurgare.
    RISULTATO??
    TUTTE LE VONGOLE APERTE E MORTE.
    LE VONGOLE VERACI ESSENDO ALLEVATE IN ZONE DI ACQUA MOLTO MENO SALATE DEL MARE NON SOPPORTANO L’ACQUA PURA DI MARE.
    Almeno questo è successo a me

    2 luglio 2020 - 12:46

I commenti sono chiusi.