La Torre a Massa Lubrense, la bellezza della famiglia Mazzola e il migliore spaghetto con le cozze della mia vita

20/7/2019 3.4 MILA
La Torre a Massalubrense, la famiglia Mazzola
La Torre a Massalubrense, la famiglia Mazzola

Ristorante La Torre a Massa Lubrense One Fire
Piazzetta Annunziata, 7
Frazione Torca
Tel. 081 808 9566
Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena
Ferie in gennaio
Sito web/FB

Maria, Antonio, Amelia e Alessia Mazzola. Due generazioni di ristoratori che nel 2020 festeggeranno i venti anni di attività, un esempio di semplicità e di forza per tutta la Penisola Sorrentina, che non è fatta solo di stellati.

Proprio come la Taverna del Capitano, la loro trattoria, a lungo chiocciola Slow Food, si trova alla fine della strada.

La vista su Capri dal belvedere del ristorante La Torre
La vista su Capri dal belvedere del ristorante La Torre

Precisamente la strada finisce davanti Capri, che sembra un morso a portata di mano, sotto la Torre da cui prende il nome la trattoria, con tanto di giardini pubblici con affaccio spettacolare e  un orto privato di pesche e pomodori. Qui Gioacchino Murat studiava gli inglesi arroccati a Capri e a Villa Rossi si firmò l’armistizio. E’ stato l’unico momento in cui la grande storia, quella dei generali, dei re e dei principi, è passata da queste parti.

Massalubrense, la torre che da' il nome al ristorante
Massalubrense, la torre che da’ il nome al ristorante

Oggi c’è la piazzetta della chiesa dell’Annunziata, dove i bimbi giocano a pallone e i tavoli de La Torre, dove la famiglia Mazzola propone una cucina schietta, di materia, sana, colta e appassionata. Una cucina fatta di orto non trattato chimicamente, di pescato giudiziosamente acquistato per non far schizzare troppo in alto il food cost, piatti e ricette della tradizione appena un po’ rivisti ma sempre bene eseguiti, la ricchezza e gli odori di questa terra unica che finiscono nel piatto.

La Torre a Massalubrense, il panorama sugli ombrelloni
La Torre a Massalubrense, il panorama sugli ombrelloni

Ristorante La Torre a Massalubrense: venire qui significa godere del meglio della sintesi di una filosofia gastronomica unica al mondo. Materia prima di mare e di orto, tempi lenti, simpatia e sorriso per tutti, cultura del buon bere, prezzi modici, che oscillano da un minimo di 25 a un massimo di 45 euro quando poi vi siete abbuffati oltre ogni limite. E per finire dolci fatti in casa ormai quasi introvabili come la zuppa inglese o “moderni” tra virgolette come la caprese di limone.

La Torre a Massalubrense, l'esterno
La Torre a Massalubrense, l’esterno

Il tempo scorre lento e al tempo stesso veloce, venire qui all’imbrunire ogni giorno sarebbe una bella cura che toglierebbe il lavoro a tutti gli strizzacervelli chiamati a curare le ansie di chi vive nella giungla della città. La Torre è come dovremmo essere tutti quanti noi, un sorriso in più, un tempo da godere e non da contare, un cibo compatibile con l’ambiente.
Lui, One Fire, a fatto a lungo il cameriere prima di aprire questo locale. Circondato da donne, è il simbolo di questa trattoria, in cucina la moglie Maria, appassionata di prodotti locali, irragiungibile la sua parmigiana, poi le due giovani figlie Amelia e Assunta regine della sala, un sorriso e una battuta anche quando è tutto pieno. Intanto la terza generazione inizia ormai a crescere.

La Torre a Massalubrense, tartare di ricciola con gelatina al limone
La Torre a Massalubrense, tartare di ricciola con gelatina al limone

Una esperienza unica, non potete dire di essere stati in Penisola Sorrentina senza essere mai passati di qua. C’è la forza che porta avanti la vera ristorazione italiana: quella della famiglia, dove le ore di lavoro non sono contabilizzate e tutti remano fino a quando la barca non è arrivata in porto.

La Torre a Massalubrense, pane e casatiello
La Torre a Massalubrense, pane e casatiello

E’ bello venire qui, godere della brezza serale, o del caldo ambiente interno. Già, perchè la Torre è uno dei pochi posti che sta aperto quasi tutto l’anno. Una impepata di cozze, un raviolo alla caprese, uno spaghetto One Fire, un bicchiere di vino e un amaro della Penisola e avete la ricetta della felicità: la semplicità.

Ah, veniteci con chi volete bene.

La Torre a Massalubrense, l'olio
La Torre a Massalubrense, l’olio

Ristorante La Torre a Massalubrense

La Torre a Massalubrense, antipasto di mare
La Torre a Massalubrense, antipasto di mare
La Torre a Massalubrense, gambero in carrozza
La Torre a Massalubrense, gambero in carrozza
La Torre a Massalubrense, antipasto napoletano
La Torre a Massalubrense, antipasto napoletano
La Torre a Massalubrense, la marinatura delle cozze
La Torre a Massalubrense, la marinatura delle cozze

Lo spaghetto con le cozze merita poi una menzione a parte: il migliore della mia vita, con le cozze marinate nel finocchietto selvatico, basilico, tre tipi di mentuccia, nepitella e rosmarino, origiano, capperi e fiori di capperi. Indimenticabile!
Ristorante La Torre a Massalubrense

La Torre a Massalubrense, spaghetti con le cozze
La Torre a Massalubrense, spaghetti con le cozze
La Torre a Massalubrense, ravioli capresi
La Torre a Massalubrense, ravioli capresi
La Torre a Massalubrense, ricciola arrostita
La Torre a Massalubrense, ricciola arrostita
La Torre a Massalubrense, la zuppa inglese della signora Maria
La Torre a Massalubrense, la zuppa inglese della signora Maria
La Torre a Massalubrense, la zuppa inglese, dettaglio
La Torre a Massalubrense, la zuppa inglese, dettaglio
La Torre a Massalubrense, il brindisi
La Torre a Massalubrense, il brindisi
La Torre a Massalubrense, il vino
La Torre a Massalubrense, il vino
La Torre a Massalubrense, amaro locale
La Torre a Massalubrense, amaro locale

Ristorante La Torre a Massalubrense

Un commento

    Marisa

    Ho conosciuto la signora.ra Maria a Firenze l’ho seguita alla Torre poi a Torino e quando posso alla Torre un mese fa con amici per due sere di seguito.per me è un punto fermo.e spero di andare presto a trovarla di nuovo.

    21 luglio 2019 - 15:37

I commenti sono chiusi.