Massimo Carleo Home Restaurant a Potenza, ecco dove mangiare il risotto al Sud!

8/12/2018 777
Massimo Carleo, Potenza
Massimo Carleo, Potenza

Massimo Carleo a Potenza
Largo Pasquale Uva

Telefono: 0971 165 4897
Sempre aperto, la domenica solo a pranzo

Non posso nascondere sempre una certa emozione quando entro in questo locale aperto da Francesco Rizzuti, la prima stella lucana scomparso prematuramente nel 2014. Non solo perché mi ricorda una persona, ma soprattutto perché mi si figura un sogno, di quelli che per realizzarli devi combattere contro tutto  e tutti, quello di poter fare il cuoco con una tua cucina in un territorio poco frequentato dai turisti e poco popolato: appena 600mila persone in tutta questa splendida regione.
Bisogna essere visionari, testardi. E Massimo Carleo lo è come lo è stato Francesco Rizzuti. Ora in questi locali, completamente rinnovati, c’è lui con la sua cucina, un nuovo tentativodopo quello, abortito, di 5 sensi. E più passa il tempo, maggiore è l’esperienza, ossia la capacità di mediare i propri gusti con il contesto in cui si opera.

Massimo Carleo Home Restaurant, ingresso e sala
Massimo Carleo Home Restaurant, ingresso e sala

Avevo già provato la cucina di Massimo Carleo poco più di un anno fa e mi era piaciuta. Al punto da volerla inserire nella Guida dove ho collaborato. Chi ha preso il mio posto non ha ritenuto di fare altrettanto, forse pensava di farmi un dispetto (c’è anche questo pensiero possibile nell’animo umano). In realtà il dispetto, se di questo si tratta, lo ha fatto alla guida di cui è stato infedele o incapace servitore, perché a perderci non è il locale, ma gli ultimi lettori di questa guida.

Massimo Carleo Home Restaurant, benvenuto di terra e di mare
Massimo Carleo Home Restaurant, benvenuto di terra e di mare

Ma torniamo dal punto di vista del cliente, al quale queste polemiche poco importano. Basta dare uno sguardo ai piatti per capire che la tecnica appresa all’Ama quando vi insegnava Marchesi si è affinata grazie alla esperienza pratica e che il pregio di questa cucina è il carattere lucano reinterpretato in modo moderno. Carattere nei prodotti, carattere nella ricetta di tradizione

Massimo Carleo Home Restaurant, rana pescatrice con avocado, topinambur e caviale Siberian Calvisius
Massimo Carleo Home Restaurant, rana pescatrice con avocado, topinambur e caviale Siberian Calvisius

Le due linee sono ben tracciate, di mare e di pesce. Quel che manca, semmai, è la consapevolezza della potenza dei piatti esclisivamente vegetali che invece stanno diventando sempre più importanti e significativi nella ristorazione moderna del futuro. E in questa direzione il tiro deve essere aggiustato considerando che l’orto lucano è uno deip iù buoni e puliti del Paese.

Massimo Carleo Home Restaurant, agnello con cavolfiore cachi e tartufo
Massimo Carleo Home Restaurant, agnello con cavolfiore cachi e tartufo

Tutti i piatti evidenziano con determinazione la ricerca del sapore, a volte ingentilito dai toni morbisi, altre esaltato da amaro e acidità come si conviene.

Massimo Carleo Home Restaurant Polpo e seppia bach and white
Massimo Carleo Home Restaurant –  Polpo e seppia bach and white

Di grande impatti i primi nele loro declinazioni marine e terragne.

Massimo Carleo Home Restaurant Cappelletti con crostacei, la loro bisque e cavolfiore
Massimo Carleo Home Restaurant Cappelletti con crostacei, la loro bisque e cavolfiore
Massimo Carleo Home Restaurant, cavatelli con fagioli, cozze e patate ai cruschi
Massimo Carleo Home Restaurant, cavatelli con fagioli, cozze e patate ai cruschi

Di sapore assouto anche i secondi.

Massimo Carleo Home Restaurant Ombrina caramellata all'aglianico con broccoletti e Katsuobuchi
Massimo Carleo Home Restaurant Ombrina caramellata all’aglianico con broccoletti e Katsuobuchi
Massimo Carleo Home Restaurant Sella di agnello delle Dolomiti lucane con salsa di yogurt e senape, cardoncelli
Massimo Carleo Home Restaurant Sella di agnello delle Dolomiti lucane con salsa di yogurt e senape, cardoncelli

Ma la sopresa sono stati i risotti. Qui è un vero culto, appreso di persona da Marchesi e portato avanti come in nessuna parte del Sud. Per due motivi: in primo luogo perché in genere entrano nella carte dei ristoranti meridionali come specchietto per le allodole dei critici del Nord ma non sono mai l’anima della cucina. In secondo luogo perchè Massimo Carleo ne ha fatto una carta a parte che è in grado di competere con qualsiasi altra carta del genere in Italia con il grande vantaggio della materia prima del Sud. Lo sappiamo, del resto, che il riso viene dalla Sicilia ed è salito passano per la calabria e le paludi della Piana del Sele verso il nord, al punto che il riso di Salerno era tra i più rinomati. Poi al Nord era il cereale più diffuso prima dell’arrivo della pasta secca con una tecnica particolare cottura che lascia il chicco cotto ma integro. Esattamente la tecnica usata da Massimo Carleo con grande perizia. E allora oltre che per le carni e il baccalà, per la prima volta vi dico che il viaggio vale grazie alla carta dei risotti!.

Massimo Carleo Home Restaurant, assoluto di pomodoro
Massimo Carleo Home Restaurant, assoluto di pomodoro
Massimo Carleo, risotto con maialino, castegne e stracchino
Massimo Carleo, risotto con maialino, castegne e stracchino
Massimo Carleo Home Restaurant Risotto con barbabietola, canestrato di Moliterno e tartufo uncinato
Massimo Carleo Home Restaurant Risotto con barbabietola, canestrato di Moliterno e tartufo uncinato

Di grande scuola anche i dolci, di sapore e non stucchevoli, decidamente moderni.

Massimo Carleo Home Restaurant
Massimo Carleo Home Restaurant
Massimo Carleo Home Restaurant, cioccolato bianco, zucca e lamponi
Massimo Carleo Home Restaurant, cioccolato bianco, zucca e lamponi
Massimo Carleo Home Restaurant, pane meringa e cioccolato
Massimo Carleo Home Restaurant, pane meringa e cioccolato
Massimo Carleo Home Restaurant, piccola pasticceria
Massimo Carleo Home Restaurant, piccola pasticceria

CONCLUSIONE
La visita da Massimo Carleo è uno dei piaceri che potete provare quando siete o passate a Potenza. Una carta dei vini ampia (ma i vini lucani vanno messi prima di tutti), una cucina leggibile e non cerebrale, sapori centrati, servizio attento arricchito da buoni pani. Spenderete sui 50 euro e resterete più che contenti.

Massimo Carleo Home Restaurant, vino
Massimo Carleo Home Restaurant, vino

Un commento

    Denny

    (8 dicembre 2018 - 15:16)

    Un indirizzo sicuramente da tener presente per chi andrà’ in Basilicata per la cultura 2019 e avrà’ la curiosità’, l’intelligenza e la fortuna di capire che la regione va scoperta e apprezzata nella sua integrità e nella sua diversità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.