Per Me Giulio Terrinoni, creatività e affidabilità: dieci motivi per puntare dritti al suo ristorante nel cuore di Roma

13/4/2019 2.1 MILA
Giulio Terrinoni
Giulio Terrinoni

Per me Giulio Terrinoni Roma
Vicolo del Malpasso, 9
Tel. 06 687 7365
Sempre aperto

Quando Guido Barendson mi ha proposto di tornare da Giulio Terrinone per provare i nuovi piatti non ho resistito. Ed eccoci, dunque, immersi fra le novità stagionali di questo cuoco di grande creatività che ha iniziato un dissorso di recupero totale sul cibo, dai baccelli dei legumi al fegato delle triglie. Ciò che gli altri buttano lui lo cucina con impegno e passione.
Come al solito ci siao divertiti in una batteria di piatti esuberante, davvero e giustamente creativi.

Giulio Terrinoni tagliatelle di seppia
Giulio Terrinoni tagliatelle di seppia

La tagliatella di seppia è stata irrobustita dall’elemento vegetale e alla vine è davvero appagante.

Giulio Terrinoni, palamita con asparagi
Giulio Terrinoni, palamita con asparagi

Incredibile la cottura del pesce e centrato l’abbinamento.

Giulio Terrinoni pasta di piselli con piselli, fegato di triglia e bottarga
Giulio Terrinoni pasta di piselli con piselli, fegato di triglia e bottarga

Straordinaria estrazione di sapore dei piselli esaltato dall’elemento marino molto ben dosato.

Giulio Terrinoni, gnocchi di seppia con sedano
Giulio Terrinoni, gnocchi di seppia con sedano

Qui siano davanti ad un gioco di illusionismo di stile Nino Di Costanzo. In realtà siamo in presenza di gnocchi di seppia e pasta, senza farina e senza patate. In redibile la tecnica usata, rinfrescante il sedano.

Giulio Terrinoni, paccheri con la pescatrice
Giulio Terrinoni, paccheri con la pescatrice

Sapori napoletano con il paccaro alla pescatrice, ma è davvero enorme il lavoro realizzato con i pomodoro. Chiusura obbigata con i sorbetti. Non prima di una quaglia da esecuzione classicadi un cuoco che nasce carnivoro e finisce marinaro.

Giulio Terrinoni, la quaglia
Giulio Terrinoni, la quaglia
Giulio Terrinoni, sorbetti
Giulio Terrinoni, sorbetti

Visita del 22 gennaio 2012. Per Me Giulio Terrinoni Roma. Seguiamo con passione questo cuoco ciociaro capace di trasformare il pesce in carne. Già proprio così, chi non ricorda il mitico piatto della Carbonara di Mare del 2006 ai tempi dell’Acquolina o il sandwich di triglia?
Non c’è dubbio che in un qualsiasi tour gastronomico  romano non potete mettere questo locale tra i primi dieci da visitare. Perchè?

1-In primo luogo perchè ha un approccio al mare non scontato, punta sempre all’estrazione del massimo sapore e soprattutto non è ideologicamente impantanato: c’è il piatto minerale e amaro come quello dolce e papposo che consola.

2-La seconda motivazione è sempre il giusto ritmo che viene dato al pasto: veloce, mai eccessivo, concreto, martellante. Non avete il tempo di annoiarvi.

3-La giusta dose di quella che io definisco creatività ragionata: ossia quelle novità introdotte dopo un lungo meditare, ben lontane dalla voglia di stupire e di distinguersi a prescindere dal progetto di piatto. La creatività ragionata trasforma le innovazioni in classici, come appunto la carbonara di mare.

4-Da buon Ciociaro punta ad arricchire il pesce, la buona materia materia prima non è la scusa per non fare niente. Anzi, è un trampolino, uno stimolo a fare di più.

5-Ma, appunto, da buon Ciociaro, quando tocca la carne sono scintille. Imperdibile il piccione.

6- Il locale è piccolino, da bistronomia per intenderci, ma il servizio è attento e appassionato.

7-La carta dei vini ci piace anche se sculetta un po’ troppo verso gli orange. Giusti ricarichi, bella l’attenzione agli Champagne, ci vorrebbe un po’ di Campania bianca e di Sicilia rossa in più.

8-Molto buoni i pani, la selezione degli oli che li accompagna, la batteria degli aperitivi.

9- Il conto oscilla tra i 70 e gli 80 vini esclusi e premia la ricerca di materia prima sicuramente di grande spessore.

10- Giulio è nella età della maturità ormai, si vede quando non c’è più l’ansia di dimostrare e subentra il divertimento, il mestiere. Affidarsi a lui resta l’opzione migliore senza dubbio. In questo momento il cuoco stellato si distingue per il giusto mix di creatività e costanza e affidabilità nei piatti. Qui non ci si annoia e non si resta mai delusi per un colpo andato a vuoto.

Parcheggio impossibile, o arrivate in elicottero, oppure in taxi.

Alè.

Ristorante Per Me Roma
Vicoletto del Malpasso,9
Tel. 06 6877365

Sempre aperto

Per Me Giulio Terrinoni, aperitivo
Per Me Giulio Terrinoni, aperitivo
Per Me Giulio Terrinoni - riso, patate e cozze
Per Me Giulio Terrinoni – riso, patate e cozze
Per Me Giulio Terrinoni, totani e ricci
Per Me Giulio Terrinoni, totani e ricci

Per Me Terrinoni Ristorante Roma

Per Me Giulio Terrinoni, crudo in salsa fredda di alghe
Per Me Giulio Terrinoni, crudo in salsa fredda di alghe
Per Me Giulio Terrinoni, sandwich di triglia
Per Me Giulio Terrinoni, sandwich di triglia
Per Me Giulio Terrinoni, tataki di lampuga e quaglia
Per Me Giulio Terrinoni, tataki di lampuga e quaglia
Per Me Giulio Terrinoni, anguilla e friarielli
Per Me Giulio Terrinoni, anguilla e friarielli
Per Me Giulio Terrinoni, cappellacci di radici
Per Me Giulio Terrinoni, cappellacci di radici
Per Me Giulio Terrinoni, lasagna di mare
Per Me Giulio Terrinoni, lasagna di mare
 Per Me Giulio Terrinoni. Il piccione in quattro servizi, grande classico
Per Me Giulio Terrinoni. Il piccione in quattro servizi, grande classico
Per Me Giulio Terrinoni, la carbonara di mare. Altro grande classico del 2006
Per Me Giulio Terrinoni, la carbonara di mare. Altro grande classico del 2006
Per Me Giulio Terrinoni, pre dessert
Per Me Giulio Terrinoni, pre dessert
Per Me Giulio Terrinoni, piccola pasticceria
Per Me Giulio Terrinoni, piccola pasticceria

Per Me Terrinoni Ristorante Roma

Per Me Giulio Terrinoni, vini
Per Me Giulio Terrinoni, vini

Per Me Terrinoni Ristorante Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.