Sine Cera Taberna a Nocera Inferiore

2/7/2019 2.1 MILA
Sine Cera Taberna – federico lo chef

di Marco Contursi

Mangiare di gusto, in modo salutare? Si può. Basta andare da Sine Cera nello splendido borgo Vescovado di Nocera Inferiore. Federico Cassano è un giovanissimo enologo (24 anni), con la passione della buona cucina. Con l’aiuto dei genitori (il papà Enzo, architetto, è un appassionato di cucina salutare e ha una tenuta ad Avellino dove produce olio e frutta), da due anni porta avanti con passione e dedizione questo locale che fa una cucina leggera ma di gran gusto, con un occhio attento alla salubrità delle preparazioni, e dove tutte le materie prime sono di provenienza accuratamente selezionata. Si badi bene, qui le parole “accuratamente selezionata”, sono un imperativo quasi maniacale. Un esempio? Le verdure solo dal mercato ortofrutticolo di Sarno che non avendo celle frigorifero, chiede ai propri conferitori di raccogliere e vendere tutto in giornata. Ovviamente si acquista solo ciò che è nella stagione migliore. Le carni poi le comprano da Mario Laurino, i formaggi da piccoli allevatori e produttori in irpinia, le confetture sono home made. Le farine di grani antichi, sia per il pane che per la pizza, assolutamente diversa da quella napoletana, assolutamente gustosa e di grande digeribilità.

Il locale è moderno ma caldo, ed la cena è stata resa più suggestiva, dalla mancanza di corrente a cui si è subito rimediato, con tante candele, che hanno creato un effetto molto suggestivo.

Sine Cera Taberna – la sala

Mancavi solo tu…..

Si inizia alla grandissima, con la mozzarella sopra la carrozza: pomodoro san marzano, pane di saragolla fritto, e burrata. Il mio piatto della serata.

Molto gustosi pure il tortino di farro e la polpetta di pasta e fagioli, nata per recuperare un tempo la pasta avanzata dal pranzo. Ma poi, mi domando, come si fa a far avanzare pasta e fagioli? E’ un delitto, vanno mangiati fino all’ultimo, raschiando pure la padella.

Sine Cera Taberna – tortino farro e patate
Sine Cera Taberna - polpetta di pasta e fagioli
Sine Cera Taberna – polpetta di pasta e fagioli

Un assaggio di pizza per provare l’impasto (saporito) e via con le mezze candele Vicidomini con crema di patate, tartarre di fagiolini e olio al basilico. Altro piatto che vale il viaggio.

Sine Cera Taberna - pizza con salsiccia di suino nero
Sine Cera Taberna – pizza con salsiccia di suino nero
Sine Cera Taberna candele vicidomini con crema di patate e tartarre di fagiolini
Sine Cera Taberna candele vicidomini con crema di patate e tartarre di fagiolini

Buono ma migliorabile lo stoccafisso, ottima materia prima ma serviva qualcosa che spingesse il gusto.

Sine Cera Taberna – stoccafisso
Sine Cera Taberna - mozzarella su carrozza
Sine Cera Taberna – mozzarella su carrozza

Molto piacevole e salutare il dolce, con lo yogurt autoprodotto con confettura di fragole, sempre fatta da mamma.

Veniteci, ascoltate papà Enzo che vi racconta la passione e lo studio che c’è dietro a ogni piatto, apprezzate il sorriso sincero e timido di Federico che si è lanciato in una attività imprenditoriale sacrificata, mentre gli altri coetanei cazzeggiano tra discoteche e bar. Imparate a capire che si può mangiare di gusto senza stressare la colecisti. Ogni tanto, poi, fare una eccezione peserà di meno….

Prezzo medio 25-30 euro.

Sine Cera Taberna – se manca la luce

Sine Cera Taberna
Via Vescovado, 27, 84014 Nocera Inferiore
081 1889 7579 
www.sinecerataberna.it

3 commenti

    Francesco Mondelli

    Praticante a fine anno avremo la mappa completa del tour gastroromantico di Secondo Marco detto anche “Cavallo Pazzo” in un ripasso da single dove il buon cibo corrobora il corpo e sembra lenire almeno apparentemente le ferite dell’anima.Lunga vita a Contursi che come tutti i grandi da il meglio di se nelle avversità della vita.FM

    2 luglio 2019 - 15:52

    Marco Galetti

    “Mancavi solo tu”: alla prossima non mancherò, ah non era riferito a me?
    Le frequentazioni cilentane mi stanno rendendo furbo come una volpe… certo pianificare in estate una serata autunnale può sembrare anomalo, ma allungandosi il numero di amici cilentani:Nerio, Antonio, Francesco, Rosario ecc. devo cominciare a sfruttare le mezze stagioni

    2 luglio 2019 - 16:43

    Antonio Prinzo

    Bravo Marco il Contursi, vien fame caldo o non caldo, estate o non estate…..e Marco il Galletti pianifica pianifica, ti aspettiamo sempre.

    2 luglio 2019 - 18:36

I commenti sono chiusi.