Tagliolini e fusilli al ragù per la Madonna delle Galline

18/4/2022 1 MILA

Tagliolini
Alba Mongibello con il suo misto di fusilli e tagliolini paganesi

di Francesca Faratro

Conto alla rovescia per la festa più attesa da ogni paganese e non solo.

E’ la festa della Madonna delle Galline, avvolta di sacralità e folklore; nell’Agro il vero rosso sul calendario atteso da ogni famiglia.

Entrando nelle case di Pagani, in provincia di Salerno, di questi tempi il profumo prevalente è quello del ragù che anticipa la domenica dei festeggiamenti, una settimana dopo la Santa Pasqua.

Tagliolini - I tagliolini al sugo di carne

Il piatto di pasta fatto in casa che onora la tradizione è il tagliolino, un tipo di pasta lunga fatta a mano, condita con un ragù di diverse carni e tagli, lasciato cuocere per lungo tempo.

Per la ricetta di questo piatto tipico siamo andati a casa di Alba Mongibello che conserva gelosamente il vecchio ricettario di famiglia con tanti aneddoti collezionati e custoditi da generazioni.

Tagliolini 3- Preparazione della braciola

«Ho il ricordo nitido di una me piccola, seduta in cucina incantata ad osservare mia mamma e mia nonna cucinare. Sembrava danzassero, si alternavano ai fornelli con il sorriso stampato in volto» ci racconta Alba, mentre comincia a preparare i diversi tagli di carne per il ragu’.
Per la Madonna delle Galline la tradizione prevede dunque  in menù il tagliolino al ragù e i carciofi arrostiti. «Nella mia famiglia c’è la tradizione di unire i tagliolini all’uovo con i fusilli  fatti al ferretto, conditi con un sontuoso ragù cotto lentamente nella pentola di coccio ereditata da mia nonna».

Tagliolini - Alba all'assaggio della sua pasta
Fusilli al ragu’ – Alba all’assaggio della sua pasta

Per rispettare la vera tradizione paganese non basterà portare in tavola il piatto di pasta fumante, ma gli uomini, indossando una camicia bianca scelta appositamente per l’occasione, dovranno obbligatoriamente sporcarla, con un macchia di ragù che qui è rosso benaugurale!

Ricetta di Alba Mongibello

  • 20 minutiTempo di preparazione
  • 4 oreTempo di cottura
  • 3.8/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 8 persone

  • 1 kg di Tracchie o Costine di maiale
  • 5/6 fette di Copertina di spalla per le braciole
  • 500 kg di Salsiccia
  • q.b. Prezzemolo
  • q.b. Aglio
  • q.b. Pecorino
  • 2 kg di Pomodori Pelati
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • q.b. Cipolla
  • q.b. Basilico
  • q.b. Tagliolini

Preparazione

Come prima cosa si preparano le braciole preparando un battuto grossolano di aglio e prezzemolo che verrà adagiato su ogni fettina di copertina di spalla. Aggiungere pepe e pecorino grattugiato, avvolgere su sé stessa la fetta di carne e chiudere con stuzzicadenti. Sigillare la braciola cuocendola in pentola con un filo d’olio e salare. Quando sarà rosolata, unire i pelati precedentemente frullati, salare, pepare ed aggiungere la cipolla intera e una buona dose di basilico. Cuocere a fiamma molto bassa per almeno 4 ore.
Trascorso il tempo e con il sugo pronto, calare la pasta nell’acqua salata e condirla con avbbondante ragu'.

Vini abbinati: Lacryma Christi rosso del Vesuvio

Un commento

    Denny

    E’ bello vedere persone giovani portare avanti con passione, emozione e rispetto le ricette e le tradizioni di una volta che a ci ricordano le persone care che non ci sono più.
    Complimenti alla giovane Alba!

    19 Aprile 2022 - 10:53Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.